ISTAT, NEL 2015 LA DISOCCUPAZIONE CALA ALL’11,9%

Per la prima volta dopo sette anni la stima dei disoccupati diminuisce in misura significativa, soprattutto nella seconda metà dell’anno

Nel_2015_è_aumentata_l’occupazione.jpg

Nel 2015 è aumentata l’occupazione, per il secondo anno consecutivo, e, per la prima volta in sette anni, è calata la disoccupazione dal 12,7% del 2014 all’11,9% a fine 2015. Lo comunica l’Istat nel Flash sul mercato del lavoro.

cms_3558/foto_2_.jpeg

Nel complesso, spiega l’Istituto di statistica "l’incremento dell’occupazione nell’ultimo anno è diffuso sul territorio ed è più accentuato nel Mezzogiorno, ripartizione che nel corso della crisi ha registrato le perdite di occupazione più consistenti. Tra il 2014 e il 2015, nelle regioni meridionali il tasso di occupazione 15-64 anni cresce di 0,8 punti (+0,5 nel Centro e nel Nord), ma il livello dell’indicatore resta comunque inferiore a quello del 2008 di 3,5 punti (-2,1 punti nel Nord e -1,3 nel Centro)". "I divari territoriali restano pertanto accentuati: se nel Centro-nord sono occupate oltre sei persone su 10 tra i 15 e i 64 anni, nel Mezzogiorno scendono a poco più di quattro. Nel 2015 diminuisce inoltre il tasso di disoccupazione, soprattutto nelle regioni meridionali (-1,3 punti in confronto a -0,7 nel Centro e -0,5 nel Nord). Tuttavia, le differenze territoriali rimangono elevate: l’indicatore passa dal 19,4% nel Mezzogiorno, al 10,6% nel Centro e all’8,1% nel Nord".

L’occupazione dunque cresce di 186 mila unità, lo 0,8% in più. La crescita è a ritmi più sostenuti rispetto al 2014, portando il tasso di occupazione al 56,3% (+0,6 punti). E si è registrata soprattutto nella fascia degli over 55 con 204.000 occupati in più. Dalle tabelle pubblicate dall’Istat sul mercato del lavoro emerge infatti che nella media dell’anno le persone tra i 55 e i 64 anni al lavoro nel 2015 erano 3.689.000, in aumento di 181.000 unità sul 2014. Gli over 64 al lavoro sono aumentati di 23.000 unità toccando quota 492.000. L’incremento del lavoro alle dipendenze (+207 mila unità, +1,2%) riguarda soprattutto gli uomini e nella metà dei casi il tempo indeterminato, il cui aumento è concentrato nell’ultimo trimestre.

cms_3558/foto_3_.jpg

La spinta occupazionale è arrivata soprattutto nella seconda parte del 2015, probabilmente per via della corsa a non perdere lo sgravio, quest’anno fortemente ridotto. E’ migliorata la qualità del lavoro, perché la somma degli sgravi hanno prodotto una forte stabilizzazione dei rapporti di lavoro, ovvero il passaggio da contratti a termine a tempo indeterminato. Dal lato delle imprese si registra un considerevole aumento di utilizzo del lavoro sia per le posizioni lavorative sia per le ore lavorate, anche per la consistente riduzione del ricorso alla Cassa integrazione. La crescita è robusta nei settori dei servizi e, per la prima volta dal secondo trimestre del 2008, torna anche nell’industria. I lavoratori dipendenti sono 207mila in più del 2014, e per il quinto anno consecutivo sono scesi i lavoratori autonomi (in tutto 22mila). Ma proprio per questo – dice l’Istat - c’è una sempre più marcata “divaricazione tra l’andamento positivo dell’occupazione dipendente e la debolezza di quella indipendente”.

Continua, a ritmi meno sostenuti, la crescita del tempo parziale, ininterrotta dal 2010 e concentrata tra le donne. Prosegue con minore intensità l’aumento del part time involontario (+2,2%), mentre si rafforza la crescita di quello volontario che aumenta del 2,7%.

Mary Divella

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram