I 90 ANNI DELLA REGINA POP

STILE DI UN GUARDAROBA REALE

nuova_copertina_i_sentieri_della_moda.jpg

L’unica vera icona pop, la donna più conosciuta e tra le cento più influenti al mondo, la sovrane dei record, amatissima dai suoi sudditi ha compiuto lo scorso 21 aprile novant’anni. La Regina Elisabetta II come si conviene a persone non comuni festeggerà due volte il suo compleanno, nel giorno della sua nascita (poco adatto il mese di aprile a festeggiamenti solenni) circondata dalle persone a lei più care e l’undici giugno con tutto il suo popolo assistendo ad una magnifica parata sperando nella clemenza del clima britannico.

cms_3787/foto_1.jpg

Lo stilista Angelo Galasso ha annunciato che tutte le vetrine dei suoi negozi nel giorno del compleanno della sovrana sarà esposto il colore verde pastello, inoltre per onorare la donna simbolo per regale longevità lo stilista creerà una borsa dai manici corti color verde pastello chiamata: the queen. Un piccolo omaggio della moda italiana alla grande sovrana.

Lo “stile Elisabetta” mi ha sempre incuriosito, guardando le sue foto ho notato che le sue mises raramente sono di colori neutri o scuri salvo che in occasioni di lutto dove il rigido protocollo esige il nero. Eleganza e gusto tipicamente inglesi, certo, molte volte mises discutibili ed improbabili che nessuno di noi indosserebbe mai, che su di lei sono semplicemente perfette, d’altronde qualche hanno fa la regina è stata inserita tra le cinquanta donne che fanno più tendenza anche tra le donne under cinquanta.

Secondo una mia personalissima teoria la Regina Elisabetta, costretta sin dalla più giovane età a sottostare alle ferree regole di protocollo, cerca la sua “rivincita” nelle mises e nei colori vivaci che tanto adora. Fatto sta che i suoi colorati completini l’anno resa un simbolo della monarchia inglese riconoscibile in ogni parte del mondo in cui ha messo piede, lei è una viaggiatrice instancabile visto che ha visitato ben centoventi paesi pur non possedendo alcun passaporto, ma lei è THE QUEEN!

cms_3787/foto_2.jpg

Il suo stile è rimasto immutato negli anni, la regina a differenza di noi donne plebee, è poco avvezza alle tendenze e ai capricci della moda e forse questo è stato il suo punto di forza, essere riconoscibile sempre e in ogni occasione. Una leggenda metropolitana vuole che la regina adotti colori sgargianti per poter essere subito riconoscibile dagli uomini addetti alla sua sicurezza, ma la verità è più semplice o banale, alla regina piacciono i colori e soprattutto quelli pastello, la conferma ci giunge dal suo stilista personale Stewart Parvin, dalla sua sarta Angela Kelly, affiancati da dodici assistenti, tutti dediti alla cura del guardaroba della sovrana. Anche una regina però è pur sempre una donna e come tutte le donne ha le sue frivole debolezze, per lei sono: cappellini, guanti e borsette. Si dice che di cappellini ne possieda più di cinquecento, di tutte le fogge, materiali e colori, estrosamente decorati da fiocchi, piume e fiori sempre rigorosamente in nuance con i suoi abiti. Il numero dei suoi guanti non c’è dato sapere, ma sappiamo che devono essere bianchi per le occasioni più formali e immacolati, infatti la sua dama di compagnia né ha sempre almeno un paio di scorta da porgere all’occorrenza alla sovrana, altro dettaglio non trascurabile, alla regina è consentito stringere la mano alla gente (raramente!) senza l’obbligo di sfilarsi il guanto, regola da cui noi comuni mortali non possiamo esimerci, tenetelo bene a mente se non volete avere deplorevoli cadute di stile!

cms_3787/foto_3.jpg

Le sue borsette, si dice che ne possieda centocinquanta, suscitano da sempre curiosità e mistero, tanto da spingere due scrittori inglesi: Phil Dampier e Ashley Walton a scrivere un libro dal titolo inequivocabile: What’s in the Queen’s handbags: and other royal secrets. I due scrittori ci svelano che nella borsa di sua maestà ci sono delle mentine, delle caramelle al cioccolato per i suoi amati cani e il beauty case che il principe Filippo le regalò come dono di nozze, ma una giornalista italiana che ha avuto la fortuna di essere nella stessa stanza con la regina ha dichiarato che quando la sovrana ha aperto la borsa e lei prontamente ci ha buttato un occhio…ha visto il niente!...ebbene la borsetta reale è vuota! La regina la userebbe esclusivamente per comunicare con il suo entourage: se la posa per terra vuol dire che il suo interlocutore è noioso e che la sua dama di compagnia dovrà prontamente “salvarla” con una scusa di buon gusto, se la posa sul tavolo vuol dire che il banchetto finirà a breve e che tutto il suo entourage deve tenersi pronto.

cms_3787/foto_4.jpg

Inoltre her Majesty non conosce la moda del riciclo tanto cara alla duchessa di Cambridge Kate Middleton, come una vera regina d’altri tempi non indossa mai due volte lo stesso abito e cappellino e per scongiurare che questo imperdonabile errore tutti i suoi abiti sono catalogati con tanto di data ed occasione nella quale sono stati indossati. Sempre perché lei è una vera regina tutti gli orli dei suoi abiti sono rinforzati con dei piombini affinché cada in modo perfetto ed eviti alla sovrana “svolazzanti” cadute di stile che pare la sovrana abbia rimproverato alla giovane Kate Middleton. Indossa prevalentemente, soprattutto in occasioni ufficiali, solo vestiti che devono avere zip e non bottoni, maniche a tre quarti dalla linea dritta e in tinta unita, le sue gonne preferite sono a pieghe.

cms_3787/foto_5.jpgI vestiti sono preferiti ai tailleur sia per ragioni di praticità e sia per ragioni estetiche, essendo la regale silhouette non propriamente slanciata (sarà mica vilipendio alla corona?). Un vezzo che accomuna molti nobili e che anche la regina adotta è quello di farsi ammorbidire le scarpe che indosserà per una cerimonia ufficiale dalla sua dama di compagnia, il tacco per ragioni di etichetta e buon gusto non supera mai i cinque centimetri e men che mai può essere a spillo! Tutto nelle sue mises è studiato nei minimi particolari, dalle spille agli ombrellini che sono sempre coordinati con l’abito. Il suo colore preferito è il giallo (per lei sinonimo di felicità), ma non disdegna l’azzurro, il verde, il rosa e il glicine, i suoi tessuti preferiti sono lo chiffon e il cadì di seta per la stagione invernale, lino e cotone per la stagione estiva ammesso che nel Regno Unito si possa parlare di stagione estiva parafrasando il buon Oscar Wilde!

cms_3787/foto_6.jpg

Per quanto riguarda il make up la regina mescola la nobiltà data dalla sua pelle bianchissima al pop dato dal colore dei suoi rossetti: rosso o fucsia di gran lunga il suo preferito. Non fatevi trarre in inganno dalla foto, solo alla regina è consentito ritoccarsi il rossetto in pubblico per tutte noi c’è la toilette!

cms_3787/foto_7.jpg

Ma se nell’immaginario collettivo la regina Elisabetta è identificata con i suoi tailleur color pastello e i suoi amati cappellini, la sovrana nei suoi lunghi anni di regno (è la sovrana che regna da più tempo, ben sessantaquattro), ha indossato anche abiti da favola che hanno fatto sognare le donne di tutto il mondo, quelli di gala, fatti da tessuti e decorazioni preziose. In occasione del suo novantesimo compleanno è stata istituita una mostra che ripercorre la vita nelle occasioni ufficiali della regina attraverso gli abiti che ha indossato, la mostra dal titolo: Fashloning a reign: 90 years of style from the Queen’s wardrobe, esporrà circa centocinquanta outfit della regina, dagli abiti agli accessori per tutto l’anno 2016. La mostra aprirà i battenti nel giorno del suo compleanno al Holyroodhouse Palace di Edimburgo in Scozia dove i visitatori potranno sbirciare nel guardaroba reale le sue mises a tema scozzese sino al sedici ottobre, poi sarà la volta di Buckingham Palace, quella certamente più imponente e più bella, dove saranno esposti tutti i suoi abiti da gala, visitabile dal ventitré luglio al due ottobre ed infine sarà la volta della residenza preferita della regina, dove ama trascorrere le sue vacanze, il castello Windsor che aprirà le sue porte al pubblico dal diciassette settembre all’otto gennaio 2017, dove si potrà ficcare il naso nel guardaroba più intimo e genuino della sovrana fatto di mises comode per le sue lunghe passeggiate accompagnata solo dai suoi amati cani o per scoprire attraverso i suoi vestiti l’amore suo più grande: quello per i cavalli e per l’equitazione. Perché Elisabetta II anche a novant’anni appena compiuti ha dichiarato che non rinuncerà a cavalcare e guidare la sua jeep nella tenuta di Windsor la prossima estate come ha sempre fatto da novant’anni a questa parte o poco meno…che dire…god save the queen e i suoi cappellini!

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos