I GHIACCIAI DI ALASKA E ASIA SI STANNO SCIOGLIENDO

E nel frattempo il livello dei mari continua a innalzarsi

1623607945copertina.jpg

I ricercatori dell’Agenzia Spaziale Europea, hanno raccolto dati estremamente precisi sull’attuale drammatica condizione dei ghiacciai di alta quota dell’Asia e sulla catena delle Montagne Rocciose a Nord del Golfo dell’Alaska. Grazie alla tecnologia del satellite CryoSat, i ricercatori hanno constatato che i ghiacciai dell’Alaska hanno perso circa 76 gigatonnellate di ghiaccio, mentre quelli dell’Asia ne hanno persi altri 26. A cosa corrispondono queste cifre enormi? Equivalgono rispettivamente a un innalzamento del livello dei mari di 0,2 millimetri e 0,5 nel secondo caso, in un lasso di tempo che va dal 2010 al 2019. Questa incredibile minuziosità nella formulazione dei dati altimetrici può fornire informazioni importanti sui cambiamenti climatici su scala globale che stanno devastando i ghiacciai di tutto il Pianeta.

cms_22190/foto_1.jpg

A tal proposito, lo studioso Noel Gourmelen, dell’Università di Edimburgo, sostiene: "E’ sorprendente pensare che solo nell’ultimo decennio entrambe le regioni abbiano perso il 5% del loro volume di ghiaccio. Anche ciò che CryoSat ha realizzato e’ sorprendente. Mentre i ghiacciai erano un obiettivo secondario della missione, pochi avrebbero pensato possibile utilizzare l’altimetria radar in regioni con una topografia estremamente complessa come l’alta montagna asiatica e il Golfo dell’Alaska. Ma grazie a un brillante design dell’altimetro, al supporto dedicato dell’ESA e a molti anni di ricerca da parte della comunità, gli altimetri radar interferometrici fanno ora parte del set di strumenti per monitorare il cambiamento dei ghiacciai a livello globale".

cms_22190/foto_2.jpg

Qualcuna e qualcuno potrebbe pensare che lo scioglimento dei ghiacciai comporti solamente l’innalzamento del livello dei mari, tuttavia questo è estremamente errato. Infatti, una delle problematiche che alcune comunità devono affrontare è l’improvvisa scomparsa dei fiumi: viene detta “pirateria fluviale” ed è il fenomeno che si verifica quando l’acqua di un fiume devia verso un altro a causa dell’erosione, in seguito allo scioglimento dei ghiacciai. La maggior parte delle volte potrebbe essere un evento irrilevante, ma non quando intere comunità dipendono dal flusso di un fiume. Il primo caso noto di pirateria fluviale è stato documentato dal geoscienziato Dan Shugar dell’Università di Calgary, Canada, nell’anno 2016: è stato notato che nel territorio dello Yukon, in Canada, che l’altissima velocità con cui si è sciolto il ghiacciaio più grande del Canada è stata così impattante da deviare un fiume, abbassando in maniera significativa il livello dell’acqua del lago che alimentava. Le tecnologie odierne ci forniscono sufficienti dati precisi per rilevare la perdita di massa dei ghiacciai e delle calotte di ghiaccio, tuttavia gli scienziati sostengono che ci sia bisogno di un continuo monitoraggio dei cambiamenti atmosferici per prevedere meglio lo scioglimento futuro e il conseguente innalzamento del livello dei mari.

Nicòl De Giosa

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram