I NUOVI MASCHI INNAMORATI DELLO SMALTO

Fashion news

1619222930I_NUOVI_MASCHI_INNAMORATI_DELLO_SMALTO_T_2.jpg

In questi giorni ha destato grande curiosità la notizia del rapper, Fedez e della sua prima linea di smalti che ha mandato in crash il sito in soli pochissimi minuti per i troppi accessi e che ha mandato sold out la linea di smalti.

cms_21673/foto_1.jpg

Fedez, in collaborazione con Layla Cosmetics, brand leader nel mondo del beauty, ha creato una linea di smalti dal nome: “Noon by Fedez” composta da sei smalti semipermanenti dai colori intensi e puri come quelli del sole prossimo allo zenit. Lo stesso cantante ama colorare le proprie unghie e che, da tempo, sono diventate parte integrante dei suoi outfit, sfidando i benpensanti del web, sfidando le critiche, sfidando il cliché: “che lo smalto è una cosa da donne”. La collaborazione tra Layla e Fedez ha avuto come obbiettivo la creazione di packaging realizzati con materiali sostenibili ed interamente riciclabili, ma anche la voglia di poter aiutare l’Onlus Pangea e il suo progetto “Piccoli Ospiti”, rivolto a donne e ai loro figli vittime di violenza, decidendo di donare loro parte del ricavato delle vendite.

cms_21673/foto_2.jpg

Lo smalto e la nails art sulle unghie degli uomini è diventato un vero e proprio trend alert che sta spopolando tra star ed influencer. In verità Fedez non è stato il primo a sfidare i cliché, in principio fu il designer, Marc Jacobs, nel lontano 2014, a lanciare il trend dello smalto sulle unghie maschili, poi sono arrivate star come il frontman degli Aerosmith, Steven Tyler e dell’attore Johnny Depp. Oggi sono tante le star di casa nostra, e non solo, che sfoggiano fieramente unghie laccate come il cantautore Morgan, Damiano del gruppo rock Maneskin, il cantante Achille Lauro, l’attore Jared Leto, solo per citarne alcuni.

cms_21673/foto_3.jpg

Restando in casa Ferragnez, anche l’annuncio dell’entrata dell’influencer, Chiara Ferragni nel Cda della maison Tod’s ha spaccato il fashion system. In tanti hanno storto il naso, ma la verità è che il titolo, dopo l’annuncio, ha avuto un rialzo sostanziale a Piazza Affari che è stato subito ribattezzato “effetto Ferragni”. Un’altra verità è che l’influencer conosce molto bene il mondo dei giovani, come sottolineato da Diego Della Valle, e grazie al suo contributo la maison avrà un approccio più efficace con i millennials e con quello che vogliono dal fashion come mai prima. La prima decisione del Cda della maison Tod’s dopo l’insediamento della Ferragni è stata la cessione al colosso del lusso francese, LVMH di altre quote per un totale del dieci per cento del controllo azionario della maison da parte del magnate del lusso, Barnard Arnault. La realtà da cui non si potrà più prescindere è che gli influencer saranno sempre più i veri brand ambassador e “diffusori” di moda, almeno nei grandi numeri, scalzando star e personaggi pubblici. Il fashion system sarà definitivamente in mano agli influencer? L’errore più grande che i fashion editor possano fare è quello di snobbare i social media, oggi la moda passa attraverso Instagram e molto meno attraverso i magazine di settore. Da qui l’importanza che i fashion editor non restino prigionieri delle loro redazioni, ma riuscire a portare le proprie conoscenze ad un pubblico sempre più vasto, anche attraverso i social, perché non diventi un processo irreversibile. Per quanto riguarda il discorso brand ambassador, ahimè la strada sarà irreversibile, lo star system ha perso quell’allure divino che lo ha sempre contraddistinto, le star sono sempre più lontane dai millennials, dalle loro istanze e dai loro interessi, gli influencer, anche se non sempre corrisponde al vero, sanno promuovere benissimo sogni e bisogni. Questa è perlomeno la percezione che si ha parlando ed intervistando i millennials.

cms_21673/foto_4.jpg

Per festeggiare i suoi quarant’anni di carriera la maison americana, Michael Kors ha portato a Broadway tantissime star che hanno fatto la storia del fashion system e che hanno sfilato presentando la collezione per il prossimo autunno-inverno ‘21/’22. E’ stato un digital fashion show che si è aperto con il saluto del designer da Times Square a New York e che ha visto nomi come Naomi Campbell, Helena Christensen, Vittoria Cerretti, Bella Hadid, Irina Shayk, Ashley Grahm portare in scena la femminilità, l’allure e il glamour della moda di Michael Kors. Il designer ci ha tenuto a sottolineare quanto questa sua collezione voglia riportare le donne a vestirsi bene, ad essere lussuose per un party, a ritornare ad indossare i tacchi, ad essere ottimiste, sicure e glamour. La donna Kors per il prossimo inverno non potrà fare a meno dello sparkling, anche di giorno, di abiti modello sirena per la sera, long coat in morbido cachemire, trench in vinile, blazer oversize, una palette colori ottimista. Quello che abbiamo visto a Broadway è stata una collezione lussuosa che rievoca gli anni d’oro della 45esima strada, del glamour del teatro, una collezione che sembra anni luce lontana dai tempi che stiamo vivendo in questo momento storico, ma che è anche una speranza, un augurio a ritornare a vestirci bene solo per uscire in strada, a notte fonda, dalle nostre case che sono diventate una sorta di scudo protettivo contro questa maledetta pandemia che sta uccidendo persone e sogni.

cms_21673/foto_5.jpg

Anche il designer, Riccardo Tisci per la collezione autunno-inverno ‘21/’22 della maison Burberry mette al centro la femminilità, non a caso la collezione si intitola “femminity” e ne esplora sostanza, effimero, glamour. La maison dell’eleganza british per eccellenza scopre di avere una femminilità guerriera grazie all’iconico trench che si colora di gold e si trasforma in una sorta di armatura fashion con cui affrontare il mondo. La nuance beige è la bussola della collezione, anche per gli accessori, che concretizza il glamour del gold imperante, i nude boot socks sono stati l’accessorio che ha acceso gli animi di editor e buyers, come anche le maxi pochette in rete metallica. Tutti gli occhi, però, erano per la nuova bag della maison dal nome: “flag”, la forma è quella di una tote, ma decorata da frange metalliche. Riccardo Tisci è riuscito perfettamente a mitigare l’austero stile british con glamour e desiderio femminile di affrontare la vita da guerriere fashion.

cms_21673/foto_6.jpg

Dal duemila ai giorni nostri è stato un attimo, un trend alert che sta spopolando sui social sono gli accessori realizzati con perline colorate. Le phone straps di perline colorate sono indubbiamente, tra tutti, l’accessorio più fashionista ed esibito, le catenine porta telefono, da personalizzare con il proprio nome o portafortuna, che tutte le liceali di quegli anni hanno adorato e sfoggiato sono tornate per decorare gli smartphone delle influencer di mezzo mondo, anche di quelle non più in età da liceo. E voi siete pronte a decorare il vostro smartphone e a fare un salto nel passato come ha fatto, un’irriconoscibile, Bella Hadid?

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram