I QUADRI MALEDETTI

The Hands Resist Him di Bill Stoneham

QUADRI_MALEDETTI_The_Hands_Resist_Him_di_Bill_Stoneham_07_ARTE_DIETRO_LE_QUINTE.jpg

Conosciuto anche come ‘il quadro maledetto di eBay’, fu realizzato a Oakland, California, nel 1972 e ritrae un bambino in piedi e una bambola davanti a una porta a vetri, in cui s’intravvedono delle mani emergere da un fondale scuro.

cms_20175/0.jpgA detta del suo artefice, il piccolo rievocherebbe le sue stesse sembianze in una foto in cui aveva cinque anni.

La superficie vetrata rappresenta invece il confine tra realtà fisica e mondo dei sogni o dell’altrove, in cui la bambola accompagna il piccolo.

Le mani, in ultimo, erano le infinite possibilità di questo mondo onirico o ultraterreno.

The Hands Resist Him fu inizialmente esposto in una galleria a Los Angeles nei primi anni ’70 e recensito da un critico del Los Angeles Times e fu poi acquistato da John Marley, attore comparso in Il padrino, in cui interpretava Jack Woltz.

Dopo la morte di quest’ultimo, passò a una coppia di californiani nel 1984, che nel 2000 la mise in vendita su eBay, sostenendo che fosse un quadro stregato!

Secondo la descrizione messa sulla piattaforma digitale, durante la notte i personaggi del dipinto si animerebbero e, usciti dalla tela, si aggirerebbero per la stanza.

Non solo.

La bambola, stando ai racconti, pare avesse una volta minacciato addirittura il bambino con una pistola (l’oggetto che tiene in mano nel dipinto e che in verità sono le sue batterie), perché lui la seguisse nella nostra dimensione.

Inoltre, all’inserzione erano allegate foto a riprova di quanto affermato e un esonero da parte dei proprietari di ogni responsabilità per gli eventuali sinistri capitati al nuovo acquirente.

Che fosse vero o meno, The Hands Resist Him acquisì in brevissimo una notevole fama e divenne un fenomeno virale, mentre la pagina di eBay fu visitata da oltre 30.000 utenti (diversi dei quali sostennero di essersi sentiti male alla sola visione dell’immagine …).

La fosca back story fu un toccasana anche per le sue quotazioni ovviamente: il quadro maledetto, partendo da una base d’asta di 199 dollari arrivò a ben 1.025 dollari, offerti dalla Perception Gallery di Grand Rapids, Michigan, che contattò Bill Stoneham per raccontargli della vicenda.

Il pittore ne fu molto stupito, anche se già in precedenza attorno al suo dipinto si erano già verificati fatti piuttosto allarmanti: rivelò infatti che a solo un anno da quando ne vennero in contatto, morirono sia il critico del New York Times che il gallerista che lo espose per primo.

Gruppo arte e cultura di Orietta Paganotti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos