Il grande valore della stretta di mano

Uno dei gesti più antichi della storia dell’umanità

stretta-di-mano.jpg

Le prime strette di mano risalgono a cinquemila anni fa, lo testimoniano i geroglifici egiziani che raffiguravano delle significative strette di mano. Oggi con una stretta di mano ci presentiamo, diamo inizio ad un incontro e lo concludiamo, ci congratuliamo, facciamo accordi, guerre, tregue insomma stabiliamo un contatto fisico. Se proviamo a chiedere agli anziani ci diranno che in passato non esistevano contratti scritti, la forma in uso e consuetudine era "la stretta di mano". Se qualcuno non rispettava l’accordo e veniva meno al patto, nessuno mai avrebbe più fatto affari con quel soggetto privo di" Onore" e che si rimangiava la parola data. Se oggi vigesse ancora quel codice d’onore, beh saremmo in pochi a fare affari e a sopravvivere.

cms_2548/obama_castro.jpg

Da allora molta acqua è passata sotto i ponti; la società oggi è dinamica, veloce sempre in movimento, i trend, gli stili di vita e le opinioni sono in continua evoluzione. I valori invece rimangono, ci appartengono, ci rappresentano e ci accompagnano nel tempo, i valori non hanno età e devono trasferirsi anche ai giovani, perché la società di domani comincia dai giovani di oggi.

cms_2548/Aleksandr_Solzhenitsyn.jpg

La nostra società è condizionata dal calo repentino dei valori e con estrema leggerezza e superficialità stringe la mano. Lo scrittore russo Aleksandr Solzenitsyn scriveva: "la superficialità è la malattia del secolo" e non solo, oggi domina anche l’egoismo, l’orgoglio di essere furbi, di essere cinici, incoscienti delle regole e di ogni civile convivenza, tutti presi dalla scalata alla vetta, al benessere, alla carriera, calpestando ogni forma di moralità. A queste persone senza valori si dà fiducia, li si sponsorizza per cariche pubbliche, per un aspirante sindaco o presidente, permettendogli di ramificare.

cms_2548/stretta-mano.jpg

Per fortuna esistono delle oasi di normalità, di persone che ritengono una stretta di mano più forte di qualsiasi contratto nero su bianco. Che rappresentano il “credo” nell’etica delle relazioni, nella reciprocità delle trasparenze e proprio per questo condividono, in modo chiaro e forte, un insieme di "Valori" che riconoscono ed in cui ci si riconosce, la cui osservanza deve essere di fondamentale ed imprescindibile importanza per il funzionamento e l’affidabilità degli stessi.

Tina Camardelli

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos