Iva, mutui,bollette e altro: le misure del dl coronavirus (Altre News)

Stop ai treni notturni,traghetti e aerei da e per Sardegna - Alitalia obbligo mascherine anche per passeggeri

ECONOMIA_15_3_20.jpg

Iva, mutui e bollette: le misure del dl coronavirus

cms_16564/cdm_logo_fg.jpg

Lo stop in extremis al saldo Iva di lunedì, gli ammortizzatori universali per 2,5 mld di euro e gli aiuti alle famiglie. Sono alcune delle misure principali misure economiche del dl per affrontare l’emergenza Covid-19 atteso in Consiglio dei ministri inderogabilmente oggi, visto che tra gli altri interventi dovrà sospendere i pagamenti Iva fissati per il giorno dopo.

STOP SCADENZE FISCALI LUNEDÌ. Sul fronte fiscale verranno differiti i termini dei versamenti dovuti per lunedì, saldo Iva e ritenute di sostituti d’imposta inclusi, e sono previste ulteriori sospensioni dei termini e misure fiscali a sostegno di imprese, professionisti e partite Iva più colpite dagli effetti economici dell’emergenza coronavirus. In arrivo anche la sospensione dei termini per le rate del saldo e stralcio e per rottamazione-ter e la sospensione dell’invio delle cartelle e degli atti esecutivi.

MASCHERINE, È GUERRA A SPECULATORI. Il nuovo decreto in arrivo dovrebbe introdurre sanzioni contro chi specula sui prezzi di mascherine e disinfettanti che dovranno rispettare range di prezzi prestabiliti che dovrebbero essere di 6,5 euro per mascherine Ffp2, 9,5 euro per quelle Ffp3 e 4 euro per una confezione di gel disinfettante da 250 ml.

BOLLETTE. E’ possibile trovi spazio nel dl anche l’ipotesi di ridurre le bollette elettriche e del gas intervenendo su una riduzione degli oneri di sistema.

RC AUTO. Verrebbe estensione da 15 a 30 giorni del periodo di validità della polizza Rc auto dopo la scadenza.

REVISIONE AUTO E MOTO. Tra le misure contenute nelle ultime bozze del dl, anche lo slittamento di 90 giorni, a decorrere dalla scadenza, della revisione di auto e moto.

MUTUI FAMIGLIE. Sul fronte famiglia è attesa la moratoria di 18 mesi sui pagamenti delle rate del mutuo sulla prima casa i cassa integrati con una semplificazione dell’utilizzo del fondo Gasparrini. Possibile un’estensione delle misure a chi ha perso il lavoro a causa dell’emergenza o ha subito una riduzione dell’orario di lavoro.

LAVORO, 2,5 MLD A OPERAZIONE AMMORTIZZATORI. Cig in deroga per l’intero territorio nazionale, per tutti i settori produttivi (da suddividere tra regioni) includendo soci di cooperative, dipendenti di fondazioni nel settore dei pubblici servizi e terzo settore (2 mld) e revisione del Fondo Integrazione Salariale in deroga per tutte le aziende da 5 a 50 dipendenti (deroga di assegno ordinario tra i 5 e 15 dipendenti e deroga al limite di tiraggio) (500 ml).

TATE, BADANTI E CONGEDI. Tra gli interventi ci sarà un set di misure per la cura dei figli di età inferiore ai 12 anni rimasti a casa per le scuole chiuse: 15 giorni di congedo straordinario al 40% o 50% della retribuzione per tutti i lavoratori dipendenti, privati e pubblici, probabilmente anche gli autonomi. Nessun limite di età per le famiglie con disabili. In alternativa si può richiedere il bonus baby sitter da 600 euro, che sale a mille euro per i genitori che prestano servizio nel sistema sanitario. Lo stanziamento è di circa un miliardo di euro e ci si attende una platea potenziale di beneficiari di circa 1,3 milioni di persone. Atteso anche un bonus badanti da 500 euro.

IMPRESE. Il governo lavora ad una moratoria sui finanziamenti delle imprese con una garanza statale di ultima istanza pari al 33%, che tuttavia gli istituti al momento giudicano insufficiente. Sempre per sostenere le imprese, è In arrivo 1 miliardo di euro per il potenziamento del Fondo centrale di garanzia per le pmi, anche per la rinegoziazione dei prestiti esistenti ed il potenziamento confidi (microimprese), attraverso misure di semplificazione.

EXPORT E MADE IN ITALY. Cdp e Sace scendono in campo con 7 miliardi per sostenere le imprese italiane: 3 miliardi di euro, che saranno erogati a tassi calmierati a Pmi e Mid-cap dalle istituzioni finanziarie aderenti alla ‘Piattaforma Imprese’, andranno a sostegno degli investimenti ed esigenze di capitale; 4 mld saranno destinati a supportare le attività di export e internazionalizzazione nel quadro della promozione del Made in Italy.

TRUFFATI BANCHE. Allo studio anche una norma di proroga dei termini e possibilità di riparto parziale gli indennizzi dei risparmiatori truffati dalle banche.

ASSICURAZIONI E BANCHE. Potrebbero vedere luce domani anche misure per le assicurazioni che potrebbero allentare le maglie dei requisiti di capitale Solvency II. Per le banche si ragiona ad interventi per la cessione di Npl tramite la conversione delle attività fiscali differite, dta.

Stop ai treni notturni,traghetti e aerei da e per Sardegna

cms_16564/NEWS_37557.jpg

Alla luce del decreto firmato ieri dalla ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, relativo alla riduzione dei treni ordinari a lunga percorrenza, si comunica che, nell’ambito di tale decisione, "da questa sera(ieri) i treni notturni non saranno più disponibili". Al fine di contrastare e contenere l’emergenza sanitaria da Coronavirus, il Mit "sta progressivamente razionalizzando l’offerta in accordo con gli operatori sanitari, in considerazione del Dpcm dell’11 marzo".​

Stop agli spostamenti delle persone da e per la Sardegna. ’’Su richiesta del presidente della regione Sardegna, in relazione alla situazione dell’organizzazione sanitaria della regione, la ministra delle Infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, ha firmato un decreto con il quale vengono sospesi i collegamenti e i trasporti ordinari delle persone da e per la Sardegna’’. E’ quanto si legge in una nota del Mit.

"E’ consentito, quindi, solo il trasporto marittimo delle merci sulle navi previste in convenzione, e il trasporto marittimo delle persone può eventualmente avvenire soltanto previa autorizzazione del presidente della regione, e per dimostrate e improrogabili esigenze’’, spiega il ministero.

Stesso discorso per il trasporto aereo: ’’si viaggia solo tra Roma Fiumicino e l’aeroporto di Cagliari, a patto che le ragioni dello spostamento siano dimostrate e improrogabili, e previa autorizzazione del presidente della Regione Sardegna. Le modalità autorizzative -si legge- verranno rese note dalla regione Sardegna’’.

Coronavirus, da Alitalia obbligo mascherine anche per passeggeri

cms_16564/alitalia_hostess_porta_fg.jpg

Anche per i passeggeri di Alitalia arriva l’uso obbligatorio delle mascherine per tutelare sicurezza e salute a bordo. Lo rende noto la compagnia aerea sottolineando che "la sicurezza di tutti i passeggeri e dei propri dipendenti rappresenta da sempre la massima priorità di Alitalia". Per questo motivo la Compagnia informa che verrà chiesto ai passeggeri di munirsi, prima di salire in aereo, "di una mascherina protettiva da indossare obbligatoriamente qualora un elevato numero di viaggiatori non permetta di rispettare la distanza interpersonale di sicurezza prevista".

La misura, sottolinea la Compagnia, "entra in vigore con effetto immediato ed è parte dei protocolli anti-contagio adottati da Alitalia in conformità alle disposizioni delle Autorità competenti. La Compagnia potrebbe pertanto rifiutare l’accesso a bordo dell’aereo al passeggero che si presenti all’imbarco senza un dispositivo di protezione individuale. Alitalia consiglia inoltre di indossare la mascherina anche in aeroporto e durante l’imbarco e lo sbarco dagli aerei".

Questa procedura di sicurezza si aggiunge alle altre misure straordinarie adottate da Alitalia per tutelare la salute dei viaggiatori e del proprio personale, talvolta anche mediante il ridisegno del servizio complementare di bordo. Inoltre, al fine di contenere la diffusione del Covid-19, Alitalia ha intensificato le attività di sanificazione della propria flotta, con interventi giornalieri di disinfezione e pulizia di tutte le superfici delle cabine e degli interni degli aeroplani.

Gli equipaggi di Alitalia sono addestrati per attivare, in caso di necessità, il protocollo sanitario previsto per la protezione dei viaggiatori dal rischio di contaminazione. Sugli aerei, il personale ha inoltre a disposizione un kit per rischio biologico in caso di passeggeri con sintomi sospetti, guanti di lattice per il ritiro del materiale distribuito a bordo e mascherine protettive da usare durante il servizio. Tutta la flotta di Alitalia è poi dotata di potentissimi filtri Hepa - come quelli delle sale operatorie - che assicurano una pulizia dell’aria in cabina al 99,7% ed il ricambio con aria dall’esterno trenta volte all’ora.

Anche il personale negli aeroporti può utilizzare durante il servizio mascherine protettive e guanti in lattice; inoltre la Compagnia ha stabilito un contingentamento degli accessi alle lounges con lo scopo di garantire il rispetto delle distanze di sicurezza stabilite dalle disposizioni del Governo. Alitalia ha infine adottato soluzioni di smart working per salvaguardare il più possibile anche i dipendenti di terra dal rischio di propagazione del contagio.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos