JUVE IN FESTA PER IL 36MO SCUDETTO, IL NONO CONSECUTIVO!

GIOCHI FATTI PER L’EUROPA, MENTRE IN CODA RISCHIA IL LECCE

159584181427_7_2020_JUVE_IN_FESTA_PER_IL_36MO_SCUDETTO.jpg

Non fallisce il secondo match point la Juventus che con la vittoria sulla Sampdoria per 2-0 (reti di Ronaldo e Bernardeschi) conquista, a due giornate dal termine del campionato di Serie A 2019/20, il 36mo scudetto - il nono consecutivo - a conferma, se mai ce ne fosse bisogno, di una netta e consolidata supremazia della squadra bianconera nel nostro campionato.

Indubbiamente è stato il campionato più combattuto degli ultimi tempi, ma alla fine, come sempre, mentre le altre dirette concorrenti si sciolgono come neve al sole, rimane in testa sempre e solo la Juve.

cms_18437/2_cristiano_ronaldo_adnkronos_afp_ok.jpg

D’altronde quando si hanno in squadra campioni del calibro di Ronaldo, Dybala, Douglas Costa e Higuain – solo per citarne alcuni – diventa davvero difficile non vincere.

Quest’anno, poi, il coronavirus ha fatto il resto. Fino al momento della sospensione, infatti, c’erano altre candidate allo scudetto: l’Inter e la Lazio. Ma mentre i nerazzurri erano già in fase discendente, la squadra biancoceleste aveva recuperato diverse posizioni e si era portata ad un punto dalla Juve (in difficoltà in quel momento) grazie ad un calcio piacevole e offensivo e a giocatori dalla condizione atletica invidiabile.

Dopo la sospensione, invece, mentre l’Inter ha continuato a fasi alterne, la Lazio, irriconoscibile, ha cominciato a perdere punti e sogni di scudetto a differenza della Juve che, rigenerata dalla pausa, ha incrementato il proprio vantaggio fino ad approdare alla conquista del nono scudetto consecutivo.

cms_18437/3_sarri_maurizio_adnkronos_afp_ok.jpg

Indubbiamente c’è una crescita generale del nostro calcio. Diverse squadre si sono rinforzate e il divario tra la Juventus di Sarri – al primo scudetto della carriera - e l’Atalanta, l’Inter, il Napoli, la Lazio, il Milan, la Roma e la Fiorentina – per citarne alcune – sembra essere diminuito. Ma la squadra bianconera resta quella con maggiore qualità rispetto a tutte le altre. Prova ne è che cambiano gli allenatori - Conte, Allegri e Sarri - ma la Juve arriva sempre prima in campionato. Dai bianconeri, però, ora è lecito aspettarsi il salto di qualità anche in Champions League.

Dando uno sguardo alla classifica, tuttavia, si può dire che questo campionato ha emesso quasi tutti verdetti definitivi.Oltre allo scudetto già assegnato alla Juve, infatti, i giochi sono chiusi anche per la Champions League dove approdano anche l’Inter, l’Atalanta e la Lazio, così come in Europa League dove resta da stabilire solo il miglior piazzamento tra Roma (64) e Milan (60) – entrambe qualificate - che consentirebbe la qualificazione diretta al torneo europeo senza passare dalla fase preliminare.

In coda, invece, oltre alla Spal e al Brescia già retrocesse, resta da stabilire l’ultima squadra tra Lecce (32) e Genoa (36). Mancano ancora due giornate e tutto può ancora accadere, ma dopo la rocambolesca sconfitta di Bologna le speranze di salvezza per i salentini sembrano ormai ridotte al lumicino.

(Foto da adnkronos.com Afp – si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App