L’ABORTO NON SA DA FARE!

Dalla Cina alla chiesa cattolica, avanza l’ala conservatrice

1632885692L_ABORTO_NON_SA_DA_FARE.jpg

“L’aborto è diventata un’abitudine bruttissima, è un omicidio”. Francesco non usa mezzi termini anzi, traccia una linea retta su quello che il suo pensiero. Una versione del pontefice mai vista prima, che di solito ha sempre cercato un dialogo costruttivo con chi la pensava diversamente. Ad oggi, la chiesa non si apre a nessuna revisione, rimanendo ancorata alla tradizione della chiesa. Molti sono delusi dall’atteggiamento di Francesco, perché parole simili sono come una sentenza. Nessuno può giudicare una tale scelta, che può variare in base al comportamento soggettivo delle persone. La chiesa deve capire il contesto di mutamento che il mondo sta subendo, cercando di sforzarsi sulla via della comunicazione.

cms_23314/foto_1.jpeg

Inutile negarlo, Bergoglio ha sbagliato i toni, perché non può essere un vero innovatore (come si professa) e nello stesso tempo parlare come un papa nell’epoca medievale. La situazione sta sfuggendo di mano un po’ a tutti, perché non bisogna mai mettere in discussione la libertà personale, che si traduce in libertà di scelta. L’uomo per sua natura è chiamato a scegliere e anche se non si condividono, bisogna accettare in religioso silenzio.

cms_23314/foto_2.jpeg

Tutto questo, ha scaturito altre preoccupazioni, espressamente legate alla Cina. Infatti, il governo cinese ha deciso di rivedere il numero di aborti effettuati non per fini terapeutici. Una decisione che preoccupa, soprattutto per una popolazione già limitata nella libertà di espressione. Per questo, la motivazione data dalle autorità è la seguente: “Le gravidanze indesiderate sono dannose per le donne e rischia di causare infertilità”. Bensì di difficile comprensione, l’obiettivo del governo cinese è quello di far crescere il dato demografico sulle nascite in netto calo dal 2018. Ovviamente, ogni analisi può risultare vana, e nei meandri del potere bisogna far sempre emergere la supremazia dell’uomo su ogni vincolo limitativo. Questo discorso non vale solo per la chiesa, ma per tutti i capi di stato che si innalzano a paladini della giustizia. L’aborto non è un atto criminale.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos