L’ITALRUGBY VOLA A DUBLINO

Domani, alle 16, all’Aviva Stadium, il XV azzurro sfida l’Irlanda alla ricerca dei primi punti nel torneo

1645816603copertina.jpeg

Si avvicina la sfida di domani, ore 16, all’Aviva Stadium di Dublino per il terzo match del Guinness Six Nations che vedrà l’Italia opposta all’Irlanda. Le prime due gare (perse) dell’Italrugby, rispettivamente contro la Francia allo Stade de France e l’Inghilterra in casa allo Stadio Olimpico di Roma, non ha portato gioie ai tifosi italiani. E la sfida in terra celtica si appresta a essere determinante per il XV azzurro: bisogna dimostrare di valere qualcosa dal punto di vista tecnico e del carattere, rispetto a tutti i match disputati nell’ultimo quinquennio. Non si vince una partita dal lontano 2015 e questo è spesso causa di voci di corridoio che vuole la nazionale italiana fuori dal torneo di rugby più prestigioso di sempre. Siamo a zero punti. La settimana di pausa della manifestazione, comunque, ha lasciato il tempo dileccarsi le ferite e di allenarsi duramente per le ultime tre partite.

cms_24958/foto_1.jpeg

Riguardo alla formazione ufficiale, prima di diramarla Kieran Crowley ha richiamato in azzurro Andrea Lovotti, pilone sinistro delle Zebre Parma con 47 caps con Italrugby, mentre nelle ultime ore Callum Bradley ha subito un risentimento muscolare al polpaccio sinistro che gli impedirà di prendere parte alla trasferta. Contro il XV guidato da Andy Farrell, Crowley schiera: Padovani, Bruno e Ioane per il triangolo allargato, la coppia di centri formata da Brex e Marin che farà il suo debutto da titolare dopo aver conquistato il primo cap azzurro contro la Francia nella prima giornata del Guinness Sei Nazioni 2022, confermata la mediana Garbisi - Varney, Lamaro-Halafihi-Pettinelli per la terza linea, confermata la seconda linea per Ruzza e Cannone così come prima linea che sarà formata da Ceccarelli-Lucchesi-Fischetti. In panchina: Faiva, Nemer, Pasquali, Sisi, Zuliani, Steyn, Fusco e Zanon.

cms_24958/foto_2.jpeg

Abbiamo preparato il prossimo incontro focalizzandoci sugli aspetti del gioco che non ci hanno soddisfatto nelle prime due partite. Affrontiamo il prossimo impegno con energia e voglia di migliorarci. Sarà una partita dura dal punto di vista fisico contro una delle squadre più forti al mondo” ha dichiarato Kieran Crowley. Sarà il confronto numero trentaquattro tra le due squadre. L’unica vittoria risale al lontano 16 marzo 2013. Di match, in quella edizione, ne vincemmo due: oltre all’Irlanda, sconfitta 22-15 all’Olimpico di Roma, battemmo, sempre in casa, la Francia con il punteggio di 23-18. Erano i tempi di Brunel e del famoso Sei Nazioni in cui riuscimmo quasi ad arrivare terzi nella classifica finale del torneo; il XV capitanato da Parisse, conquistò gli stessi punti della Scozia che godette di una migliore differenza punti. La partita sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Uno, Sky Sport Arena e TV8 con collegamento a partire dalle 15.15. Arbitrerà il match il georgiano Nika Amashukeli.

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram