LA DUCATI VOLA IN STIRIA

Jorge Martin, del Team Pramac, vince davanti a Mir e Quartararo; Bagnaia 11° e Rossi 13°

1628436050copertina.jpg

Al Gran Premio di Stiria, sul circuito Red Bull di Spielberg, in Austria, ha vinto la Ducati di Jorge Martin del Team Pramac l’ottava prova stagionale. Non accadeva dal GP di Francia che un pilota Ducati (seppur non della scuderia ufficiale di Borgo Panigale) non salisse sul gradino più alto del podio. Martin, alla sua prima vittoria in Moto GP, ha condotto la gara in testa, subito dopo lo stop della bandiera rossa, intervenuta per un incidente: “Non posso crederci, quello che ho fatto è stato fantastico, mantenendo un passo costante e un vantaggio per tutta la gara.” Alle sue spalle, un combattivo Joan Mir (Suzuky) che non è riuscito mai ad agganciare la ruota dello spagnolo, tentando il sorpasso: “Oggi eravamo vicini e sono contento tutto sommato, ma mi servivano un paio di decimi per lottare fino alla fine.

cms_22770/foto_1.jpg

Terza piazza per il leader della classifica piloti, Quartararo, avvantaggiato nel punteggio finale dal fuori pista in curva 7, a nove giri dal termine della gara, della Ducati dell’australiano Jack Miller: “Sapevo che Jack (Miller, ndr) era molto veloce, ma l’obiettivo era finire sul podio.” Anche per l’altro pilota del team guidato da Davide Tardozzi, non è stata una giornata semplice: Bagnaia, partito benissimo in testa, non è riuscito, complice un errore nella scelta delle gomme, a concludere nelle prime posizioni; per lui solo un 9° posto, divenuto 11° dopo la penalità di 3” inflitta per non aver effettuato un long lap penalty. Va ricordato l’ottavo posto di Marq Marquez, protagonista per ben due volte di un’uscita dalle curve al limite delle regole e la 13ma posizione di Valentino Rossi, all’indomani dell’addio alle corse a fine stagione.

cms_22770/foto_2.jpg

Da segnalare lo spaventoso contatto al terzo giro che ha visto protagonisti Pedrosa (Ktm) e Savadori (Aprilia), con il susseguente incendiarsi delle moto; tra i due, solo il pilota italiano dell’Aprilia ha riportato una brutta frattura al malleolo del piede destro. La classifica vede Francesco Bagnaia al quarto posto con 114 punti dietro Joan Mir 121 pt., Johann Zarco (Ducati Pramac) 132 e Fabio Quartararo (Yamaha) 172 punti. I giochi per la vittoria finale del mondiale non sono ancora fatti, perché mancano ancora nove gp da disputare. E domenica prossima si corre di nuovo su questa ostica pista austriaca; farà bene la Ducati ufficiale a studiare un piano gomme che possa permettere ai propri piloti di giocarsi la vittoria finale riavvicinandosi alla Yamaha dell’italo-francese.

(Photo courtesy motogp.com)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos