LA MODA PASSA LO STILE RESTA

PILLOLE DI STILE EVERGREEN

LA_MODA_PASSA_LO_STILE_RESTA_23_3_2019.jpg

Come ben sapete per me mademoiselle Coco Chanel è stata una delle più grandi e rivoluzionarie designer che non solo ci ha lasciato una nuova visione della donna e di quello che poteva indossare, ma anche tanti aforismi che dovrebbero diventare delle “leggi” per ogni donna che ama la moda. Il mio aforisma preferito è stato sempre questo: “prima di uscire di casa guardati allo specchio e leva un accessorio”, ma quello che tutti conoscono è senza dubbio: “la moda passa, lo stile resta” e se ad uno sguardo superficiale potrebbe sembrare un concetto non applicabile ad una fashion victim questo articolo vi spiegherà come anche chi ama la moda e le sue tendenze non può prescindere dallo stile, l’ancora di salvezza contro il ridicolo o l’essere too much. Per una fashion addicted la moda è una forma d’arte, un modo per esprimere quello che si è, un’istantanea di cosa si vuol esprimere senza usare le parole, secondo me anche chi trascura il suo outfit esprime qualcosa anche se incomprensibile, almeno per una fashion addicted! Dalla moda e da quello che si indossa non si può prescindere, ma è di vitale importanza sapere che la moda e le sue tendenze devono essere necessariamente filtrate e adattate alla nostra body shape, al dress code, al lavoro che si svolge e per questo ci serve un vademecum di stile sempre valido, perché se è vero che la moda cambia e si trasforma ad ogni stagione, ad ogni passerella, ad ogni interpretazione dei designer, è altrettanto vero che lo stile non cambia e non si trasforma, è un modo di essere, di saper interpretare a proprio vantaggio i trend di stagione, di seguirne alcuni e di tralasciarne altri.

cms_12222/foto_1.jpg

L’errore più comune è quello di focalizzarsi sulle misure e di fare il possibile e l’impossibile per rientrare in una certa taglia quando la strategia vincente sarebbe quella di guardarsi bene allo specchio per scoprire a quale body shape si appartiene, mela, pera, clessidra o rettangolo valorizzandola al meglio, quali sono le nuance più donanti in base al tono e sottotono di pelle e al colore dei capelli che nella vita di una donna può cambiare anche più volte e di conseguenza non ci si può vestire per sempre con gli stessi colori. L’osannato e sopravalutato nero può essere strepitoso su una donna biondo platino, ma può diventare deleterio su una donna castano scuro o peggio ancora su una donna nero corvino. Il nero assorbe la luce e di conseguenza è ben tollerato dal biondo che riesce a mantenere alto il contrasto, ma un little black dress indossato da una donna con una chioma nero corvino si trasforma in un buco nero che assorbe totalmente la luce abbassando e in alcuni casi azzerando il contrasto rimandando all’esterno un’immagine cupa e indurita nei tratti. Ecco perché, il nero sta bene a tutte è una leggenda metropolitana dura a morire, ma che deve essere necessariamente superata! Il mio consiglio è quello di affidarsi ad esperti in armocromia che attraverso l’uso dei drappi (pezzi di stoffa che vengono accostati al viso escludendo i capelli perché forvianti) possono individuare con esattezza il tono e sottotono della pelle che a consulenza completata vi daranno una palette colori da seguire quando si fa shopping sia per il vostro guardaroba e sia per il vostro beauty look.

cms_12222/foto_2.jpg

Restando in tema di misure è perfettamente inutile affidarsi alla taglia scritta sull’etichetta di un abito e incaponirsi a voler entrare sempre nella stessa staglia, perché ogni brand di moda, dal più luxury a quello low cost, hanno un proprio sviluppo taglie ecco perché, ad esempio, una S può starvi a pennello da Zara e non entrarvi affatto da H&M. Generalmente i brand americani hanno uno sviluppo taglie più generoso, tra i brand europei quelli più tirchi in centimetri sono quelli italiani. E’ sempre buona norma prendere le proprie misure, giro seno, vita e fianchi (senza barare) e confrontarlo con la tabella taglie di ogni brand che si rivela strategico soprattutto quando si acquista on line e dove effettuare i cambi può risultare più complicato.

cms_12222/foto_3.jpg

Come sapete leggendo le mie pagelle sugli outfit delle star io ho una vera e propria ossessione per gli orli di abiti e pantaloni, perché un orlo troppo corto o un orlo troppo lungo andrebbe a creare delle spiacevoli sproporzioni, oltre che non c’è cosa più brutta che vedere donne con pantaloni spazza marciapiede o donne con pantaloni e abiti nati per essere lunghi da cui si intravedono le scarpe con il risultato di “ammazzare” ogni silhouette. Buona regola di stile che non passerà mai di moda vuole che gli orli devono essere all’altezza del tacco con cui volete indossarli, punto e basta!

cms_12222/foto_4.jpg

Altra regola di stile molto utile, ma spesso sottovalutata è quella di bilanciare la silhouette, se si decide di indossare un blazer oversize dalle spalle strutturate come vuole il trendy del momento è buona norma, per non sembrare un clown, scegliere un pantalone dal fitting più slim e viceversa. Se vi riconoscete nella body shape mela non incaponitevi nell’ indossare, solo perché trendy, capi oversize nella parte superiore del vostro corpo, non farete altro che accentuare la parte “sfavorevole” della vostra silhouette a discapito della parte più bella che possono essere, nella maggior parte dei casi, le gambe magre. Se invece vi riconoscete nella body shape pera lasciate perdere i jeans mom fit anche se spopolano tra le it-girl, non faranno altro che allargare ancor di più fianchi e fondoschiena. La moda non è una sola, oggi per fortuna rispetto agli anni passati ci sono tante tendenze così da poter creare outfit perfetti per ogni tipologia di donna, non mi stancherò mai di scriverlo, non ci sono donne perfette, ma donne che si sanno vestire!

cms_12222/foto_5.jpg

E’ un capo che si tende erroneamente a sottovalutare, ma indossare l’intimo giusto è fondamentale per avere un outfit perfetto senza rischiare di perdere per strada lo stile e il buon gusto. L’intimo giusto può rendere perfetto il fitting di un tubino modellando le forme ed evitando inestetiche fuoriuscite di rotolini sgraditi. Per ogni modello di abito c’è sempre il modello di reggiseno più adatto, da mettere al rogo sono le spalline in silicone che fortunatamente sono in via di estinzione e ricordatevi che un intimo a vista o che segna non è mai il massimo dello stile. Divieto assoluto a spalline a vista, slip che segnano o filo del perizoma in bella mostra, ma l’errore, anche se veniale, che in molte commettono è quello di indossare il reggiseno bianco sotto la camicia o la t-shirt bianca come se fosse invisibile. La scelta di stile più giusta è quella di indossare il reggiseno color nude o come amano fare le donne francesi un reggiseno di color nero per un contrasto super glam. L’intimo giusto trasforma l’outfit più basic in un outfit ricercato ed elegante, ha un effetto riproporzionante della silhouette, di celare cose che è sempre meglio non mettere in bella mostra!...questo vale anche se avete una silhouette strepitosa.

cms_12222/foto_6.jpg

Le shoes addicted non saranno d’accordo, ma per essere perfette vi basterà un solo paio di décolleté nude perché si possono indossare con qualsiasi outfit dal più casual al più elegante allungando otticamente la gamba, ma solo se indossate della stessa nuance della pelle, ecco perché ce ne sono di tante nuance ed è sconsigliabile acquistarle on line dove la nuance non è mai quella percepita in foto. Anche se noi fashion addicted amiamo avere scarpe di tutte le fogge e colori e niente ce lo vieta, ma una décolleté nude, come un sandalo nude d’estate, è la soluzione di stile più chic ed è l’unico paio di scarpe per cui siete autorizzate anche a spendere tanto perché non passerà mai di moda e la indosserete sempre dal mattino alla sera. Ultimo, ma non meno importante consiglio di stile è scegliere l’altezza perfetta del tacco, perché sarebbe del tutto inutile acquistare una décolleté dal tacco undici che indosserete, al massimo, per due ore e non tutti i giorni. Al contrario una décolleté dal tacco medio di cinque o sei centimetri è perfetta per outfit diurni che serali e sempre per citare la mitica mademoiselle Coco: “il tacco cinque centimetri è l’eleganza fatta a persona” e anche le ultime tendenze danno ragione a Coco riportando il tacco medio in passerella e ai piedi delle influencer e delle donne più giovani. Il tacco medio è stato sdoganato, è diventato glam e non è più roba da “zia Pina”!

cms_12222/foto_7.jpg

I saldi possono essere una manna dal cielo per ogni fashion addicted, ma anche una trappola mortale per lo stile, perché scatta sempre quel meccanismo perverso che ci fa dire: “è vero quella camicia ci sta un po’ troppo stretta, ma in fondo costa così poco e poi non abbiamo forse intenzione di perdere qualche chiletto?”. La camicia inesorabilmente rimarrà nell’armadio per anni senza mai essere indossata (per tutte quelle donne che la indossano con i bottoni a pressione sul punto di saltare non ho parole!), oppure acquistare un capo che si discosta dal vostro mood abituale solo perché è un affare, state pur certe che non la indosserete mai o se dovesse accadere vi sentireste così a disagio da risultare poco stilose. I saldi sono veramente un affare anche di stile solo se il capo vi cade a pennello ed è nelle vostre corde fashion, altrimenti meglio acquistare un capo più costoso, ma che vi fa sentire bellissime e a posto con voi stesse.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App