LA MUSICA ITALIANA NELL’ANNO DEL COVID

Dove c’è musica c’è futuro - Di Filomena Cimieri (Social media manager)

09_NOTE_DI_CULTURA_musica.jpg

Qual è l’immagine musicale che resterà più viva ed emblematica di questa difficile ed insieme straordinaria prova di forza che è stata l’Italia del lockdown?

Ce ne sono tante ma vorrei ricordarne una che appartiene maggiormente ai ragazzi di oggi, che sono poi quelli che ricorderanno questo momento come esperienza pregnante della loro giovinezza un domani, quando tutto sarà sbiadito da una nuova dimensione della quotidianità.

cms_19200/0.jpg

L’immagine che voglio dedicare agli studenti della didattica online è quella di un giovane studente romano che dal terrazzo della sua abitazione di piazza Navona ha suonato Debora’s Theme del maestro Ennio Morricone, parte della colonna sonora del celebre C’era una volta in America.

Il video di lui che suona con la sua chitarra mostra una Roma completamente deserta e inedita. Una Roma dove al posto del rumore delle macchine e del vociare delle persone che ogni giorno invadono le strade, si sente solo la musica del maestro Ennio Morricone riprodotta da Jacopo. Il video ha fatto il giro dell’Italia, incantandola e destando grande emozione. E il ragazzo è diventato così famoso da essere chiamato dalla sindaca Virginia Raggi per suonare sulla terrazza del Campidoglio Nessun Dorma, del compositore Giacomo Puccini. Si chiama Jacopo Mastrangelo, ha 19 anni e ama suonare la chitarra. È un ragazzo come tutti gli altri con una passione: quella della musica.

Ecco, il ragazzo che ha usato la musica per fare compagnia agli altri e che, finito il lockdown, ha ripreso la sua chitarra per suonare Notte prima degli esami ai suoi colleghi maturandi di tutta Italia, è la prova che la musica guarisce da ogni male.

Dove un ragazzo suona, c’è ancora un futuro per gli uomini del domani.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos