LA TARANTA INCONTRA LA MUSICA SINFONICA

Il 24 agosto a Melpignano il concertone di fine estate. Attesi 150mila spettatori

1566183845LA_TARANTA_INCONTRA_LA_MUSICA_SINFONICA.jpg

Fervono i preparativi per la notte più convulsa dell’estate italiana. Il 24 agosto a Melpignano si svolgerà la Notte della Taranta. Come di consueto da alcuni anni a questa parte, la Grecia Salentina è pronta ad accogliere migliaia di appassionati e curiosi da tutto il mondo per il caratteristico festival musicale alla riscoperta di culture diverse e di suoni della tradizione. Nato nel 1998, per l’edizione 2019, oltre ai 41 brani in scaletta, la novità è rappresentata dal “Taranta Carpet” per vedere e fotografare da vicino gli artisti che si esibiranno sul palco, allestito nel piazzale antistante l’ex Convento degli Agostiniano, del mega concerto. I 41 brani della tradizione popolare insieme a nuovi versi inediti scelti per la manifestazione, saranno eseguiti dall’Orchestra Popolare La Notte della Taranta, diretta dal maestro Fabio Mastrangelo, insieme all’Orchestra Sinfonica Oles di Lecce. “I ragazzi dell’Orchestra sono protagonisti a tutto tondo del Concertone con i temi della musica popolare che sono gli stessi da sempre: l’amore come sentimento, ma anche l’amore verso la propria terra, continuamente attaccata dalle lobby. I ragazzi non ci stanno e lo esprimono attraverso la musica”, ha detto il direttore artistico del Concertone, Daniele Durante.

cms_13881/foto_1.jpg

Dopo aver esplorato le contaminazioni con jazz, rock, blues, elettronica, questa edizione si appresta ad affrontare una sfida avvincente con l’incontro tra pizzica e musica sinfonica. Anche quest’anno ci saranno ospiti del calibro di Elisa, Gué Pequeno, Salif Keita, Enzo Avitabile, Alessandro Quarta e Maurizio Colonna. Sono 12 le coreografie che il Corpo di ballo de La Notte della Taranta, diretto dal coreografo Davide Bombana, eseguirà unendo la pizzica tradizionale con la tecnica della danza classica. Nella scaletta della serata, inoltre, nella scaletta del 24 agosto, dopo un’attenta ricerca condivisa da tutti musicisti, verranno proposti per la prima volta i brani della tradizione salentina: Pizzica di Cellino San Marco, Senza camisa, La mujere vascia, Nu te la pijare, U pecuraru, Lule lule in arbëreshe, Lu vecchiu e infine La foresta. Attesi per la manifestazione, circa 150 mila spettatori.

(foto dal sito del Festival La Notte della Taranta)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos