LE TRUFFE ONLINE AUMENTANO DEL 90%

Antivirus sempre aggiornati ed occhio alle email; ecco i consigli della Polizia Postale

1607543487Copertin.jpg

Il Natale è sempre più vicino e quest’anno, complice anche la difficoltà a recarsi di persona nei negozi a causa della pandemia di Coronavirus, molte persone per acquistare i regali ad amici e parenti si sono rivolte al commercio online. Bastano un paio di semplici click, una carta di credito o prepagata, ed i prodotti come per magia arriveranno qualche giorno dopo a casa vostra. Purtroppo però Internet non è magia ma è molto più reale di quanto si pensi, infatti anch’esso ha dei problemi. Come ribadisce anche la Polizia Postale in un comunicato sulla loro pagina ufficiale “la vera piaga del 2020 sono le frodi nel commercio online”, che solo nell’ultimo anno hanno visto un incremento del 90% rispetto al 2019, dovuto soprattutto ad un maggior numero di ore di passate sul web. In Toscana, ad esempio, negli ultimi tre mesi, sono state presentate 1200 denunce di truffe online, clonazione di carte di credito e phishing, per un danno economico complessivo di 630mila.

cms_20270/Foto_1.jpg

Le persone denunciate per questo reato sono state 169 ed una è stata arrestata. Le Forze dell’Ordine spiegano che tra le modalità di truffa online le più diffuse sono: l’adescamento del cittadino in investimenti ad alto rischio mediante l’acquisto di cryptovalute (ovvero moneta digitale non rintracciabile) o partecipazione ad operazioni di trading truccate; mobile phising ovvero una truffa tramite sms o telefonate; la truffa sanitaria, una “novità” del 2020 legata all’emergenza Covid19, che riguarderebbe mascherine, gel disinfettanti e tamponi rapidi fasulli; ed infine la succitata truffa nel commercio online. Lisa di Berardino, vicequestore in servizio alla Postale di Milano, sull’accaduto sottolinea “Ovunque sul web spuntano avvisi pubblicitari ed è facilissimo cadere nella trappola dei malintenzionati. Una volta inseriti i propri dati, si viene subito contattati e invitati a versare poche centinaia di euro. A quel punto al cliente viene mostrato un finto conto corrente per fare credere che la somma investita abbia già dato i suoi frutti. Una volta conquistata la sua fiducia si chiede alla vittima di scaricare un’app e di fornire la password dell’online banking,con la quale i truffatori preleveranno dapprima una piccola somma per poi passare anche a diecimila euro al mese, promettendo che questo “investimento” rientrerà nel giro di qualche mese raddoppiato. Soltanto dopo sei o sette mesi i clienti inizieranno a rendersi conto del raggiro.”

cms_20270/Foto_2.jpg

Ma esattamente come nel mondo reale, è possibile tutelarci anche in quello virtuale senza correre alcun tipo di rischio e tutelando i nostri dati personali seguendo un vademecum, una serie di semplici regole stilate appositamente dalla Polizia Postale per far fronte alle numerose minacce presenti in rete. Primo tra tutti è usare un antivirus aggiornato, ovvero un programma che impedisca ai virus informatici di replicarsi all’interno del pc e di effettuare una serie di azioni più o meno dannose che vanno dalla visualizzazione sul video di un messaggio fino alla cifratura del contenuto del disco fisso rendendolo così illeggibile. Infatti uno dei principali veicoli di diffusione dei virus è la posta elettronica, o meglio gli allegati della posta elettronica: un virus può trasmettersi unicamente tramite file eseguibili (.exe, .com, drv) o contenenti una parte di codice che viene eseguita, di conseguenza non è possibile quindi infettare un pc semplicemente leggendo il testo di una email, ma è sempre meglio scansionare gli allegati di una email con un antivirus per non correre rischi. Poi bisognerebbe dotarsi di un firewall, uno strumento che permetta di vigilare sullo scambio di dati tra il nostro pc, la rete locale ed il mondo esterno. Infine, bisognerebbe sempre scegliere password sicure (ovvero lunghe e contenenti caratteri speciali) e non comunicarle a nessuno.

Francesco Maria Tiberio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos