LE VIE DEL FASHION SONO LASTRICATE DI MILLE COLORI

FASHION NEWS

1607134485&_LE_VIE_DEL_FASHION_SONO_LASTRICATE_DI_MILLE_COLORI_5_12_20_T_VELVET.jpg

Questo articolo è consigliato ad un pubblico fashionista certo, ma non alle pasdaran del nero sempre e comunque. Cominciamo con il sfatare alcuni miti legati al colore nero: non è vero che sta bene a tutte, non è vero che è sempre una buona idea, non è l’unico colore a detenere lo scettro dell’effetto snellente, non è vero che può essere sempre indossato e se portato vicino al viso, accentua stanchezza e rughe. Quante volte ci siamo sentite dire che il nero sta bene a tutte, purtroppo la verità è l’esatto contrario, il nero sta bene a poche donne e le fortunate, se così possiamo dire, si chiamano donne “inverno”. In armocromia ci sono quattro macro categorie di appartenenza per sottotono, contrasto, intensità e valore indicate come autumn, winter, spring e summer. Il nero è un colore freddo, quindi precluso alle autumn e alle spring dal sottotono caldo, e le summer, anche se dal sottotono freddo, non “reggono” il nero perché hanno un’intensità più bassa rispetto alle winter che sono donne si dal sottotono freddo, ma con un’alta intensità.

cms_20213/foto_1.jpg

Quindi se vi riconoscete nella categoria winter il nero fa per voi, ma se quel giorno che volete indossare un outfit total black vi vedete particolarmente stanche o non siete più giovanissime la scelta del nero resta sempre quella peggiore. E’ sempre bene ricordare che il nero non può essere indossato a matrimoni, ma anche a cerimonie diurne, in ufficio, se non espressamente richiesto dal dress code, a pranzi e cene particolarmente formali perché ritenuto troppo strong. Il più grande pregio riconosciuto al nero è il suo effetto snellente, certamente vero, ma è altrettanto vero che tutti i colori declinati in outftit monocromatici hanno una resa fashion, al pari del nero, altrettanto sofisticata e snellente. Lo spartiacque è sapere con certezza a quale categoria si appartiene e quali sono i colori” amici” ed investire su di loro; per esempio una summer potrà benissimo sostituire il nero con il blu, il grigio o il tortora facendoli diventare i propri neutri sui quali far girare tutto il guardaroba.

cms_20213/foto2.jpg

Spesso il nero è semplicemente la via più facile, quella apparentemente più sicura, quella di chi non ama essere al centro dell’attenzione, la comfort zone di molte donne che non riescono a vedere alternative valide per il loro guardaroba. Se siete delle indefesse black addicted, pur consapevoli del suo pericolo, il mio consiglio è quello di inserire piccoli tocchi di colore vicino al vostro viso come un bel paio di orecchini, un foulard, una sciarpa, un cappello o una maxi collana, ancora meglio se di un colore appartenente alla vostra palette. In questo modo comincerete a prendere confidenza con i colori, a vedere la luce “liftante” che donano al vostro viso e così la strada sarà in discesa verso un mondo colorato e super cool. Spesso il nero è per quelle donne che amano vincere facile, perché le vere fashion addicted amano i colori, sanno indossare le giuste combinazioni, anche le più inedite, perché le vere fashion addicted non amano passare inosservate, mai. Non trovate che tra glioutfit total black e gli outfit sapientemente colorati non ci sia un abisso? Gli outfit colorati hanno un tasso di fashion e tendenza inarrivabili.

cms_20213/foto_3.jpg

Le fashioniste sanno benissimo che per essere trendy nel proprio outfit ci devono essere almeno tre colori, anche se l’ultimo trend alert vuole cinque tocchi di colore per un outfit very cool, ma quando il gioco si fa duro una very fashion addicted va all’attacco!

cms_20213/foto_4.jpg

Si è tenuto nel chateau di Chenonceau nella valle della Loira in Francia la sfilata della maison Chanel che ha presentato la collezione Chanel 2020-2021 Metiers d’Art. La collezione è l’annuale appuntamento con il savoir fare della moda francese, una collezione che ha celebrato il lavoro delle maestranze della maison come le preziose ricamatrici, i produttori di bottoni, piume, i calzolai e gli artigiani che danno vita agli iconici accessori e agli abiti da sogno delle collezioni di haute couture della maison. Il fashion show è andato in scena senza pubblico e senza addetti ai lavori, come da protocolli anti codiv-19, ma trasmesso sui canali social della maison con un’unica spettatrice, l’attrice Kristen Stewart da tempo musa e testimonial di Chanel. La designer, Virginie Viard ha pensato e creato una collezione con un esplicito rimando al gusto rinascimentale ed in particolare a Caterina de’Medici e al suo amore per le maxi gonne, per le piume, per il pizzo macramè, per il damascato e per i gioielli. La stampa prediletta è il pied de poule e per la sera c’è l’abito scenografico in taffettà di seta decorato da preziose piume e scollo vertiginoso.

cms_20213/foto_5.jpg

Chanel scegliendo la Stewart come testimonial cerca di raggiungere le potenziali giovani clienti ed anche questa collezione va in quella direzione aggiungendo tute in lucido stretch sotto gli iconici tailleur, i leggings che prendono il posto dei collant, accorciando l’orlo delle gonne e trasformando il denim, tanto amato dalle giovanissime, in creazioni di haute couture come il bellissimo abito in foto. In questa collezione c’è tanto del gusto rinascimentale dato dalle lunghe gonne in taffettà, le camicie scenografiche, gli iconici tailleur in tweed, ma anche una forte impronta rock-chic che riporta la collezione allo streetwear e al romanticismo post- moderno.

cms_20213/foto_6.jpg

Gli accessori che hanno letteralmente mandato in visibilio i fashion editor e i buyers collegati durante la sfilata sono stati i cerchietti con pendenti gioiello, le micro bag da indossare, come minimo sindacale, a coppia e le scarpe bicolor glitterate. E’ una collezione dedicata alle black addicted visto che è il colore predominante della palette colori è il nero e dove il suo fedele amico è il bianco, l’unica concessione al colore è dato dal rosa cipria, dal denim e dai tweed lucenti.

cms_20213/foto_7.jpg

Dopo i combact boots della maison Bottega Veneta il nuovo feticcio fashion must have che sta spopolando tra le fashion addicted sono i pillow boot della maison Louis Vuitton che già in pochi giorni (sono stati presentati lo scorso due dicembre) sono sold out sul sito ufficiale della maison. Gli scarponcini in nylon waterproff, suola dentellata e fodera interna con monogramma sono stati avvistati anche in outfit non necessariamente sporty, ma che il risultato sia stato cool è tutta un’altra storia.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos