LE MMA (ARTI MARZALI MISTE)

In attesa del podio della ’Festa dello Sport’

LE__MMA___ARTI_MARZALI_MISTE.jpg

Non c’è dubbio che lo Sport , quale ne sia la specifica manifestazione, occupi uno dei maggiori ambiti della Cultura del nostro tempo; sia nell’agonismo di squadra teso alla educazione ad un “impegno” ragionando per obiettivi, al fine di sviluppare una capacità di organizzazione; sia nell’agonismo dell’un l’altro a confronto in una competizione fisica- combattiva, nelle più varie forme in cui si sono evolute le coniugazioni di “corpo a corpo” che, ogni dove in natura, nella reciprocità di scambi, sono inequivocabili espressioni di energia vitale.

cms_32147/giovenale.jpgLe stesse che, risalendo indietro alle competizioni in età Imperiale Romana, portarono il poeta e retore latino Giovenale a comporre sedici satire in esametri sulle aspirazioni della plebe che, soprattutto nella citazione 81 della Satira X, risultarono sintetizzate in: “Populus duas tantum res anxius optat panem et circenses” significando che “Due sole cose il popolo ansiosamente desidera, pane e giochi circensi”; con un sottinteso preannuncio della possibile soddisfazione della modica richiesta popolare che fu piegata a regole di politiche demagogiche, con lo svago di massa nel tempo libero (ludus) “istituzionalizzato” come strategica concessione per distrarre il popolo dai suoi contingenti problemi reali.

Ciò che risulta approdato ai tempi nostri, nonostante la chiara diversità delle attuali evoluzioni rispetto agli antichi “giochi circensi” che univano spettacoli di equilibristi a combattimenti tra gladiatori o tra uomini e fiere; risuonando chiara somiglianza con l’ essersi riciclato lo stesso “ruolo politico” della aggregazione sociale finalizzata a divagare dalle problematiche giornaliere oltre che da quelle generali del Paese , sfumandole nella illusione di un sentirsi tutti partecipi di quell’aura di vittoria, di cui non potere non compiacersi, sebbene resti alla portata dei pochi eletti alle conquiste sportive.

Però, dovendosi mettere in conto anche quel disvalore della tendenza al “consumismo” che caratterizza la nostra epoca, diventa prioritario coltivare interessi ludico –sportivi scevri o, il più possibile, lontani da anzidetta deriva che vede anche la commistione di eventi sportivi con elevati interessi economici nel percorrere vie di una “etica” trasversale che, secondo la locuzione latina del ritenere “pecunia non olet”, travalica i confini della incostante gloria da replicare, invece, con nuova vittoria conforme a canoni di correttezza.

cms_32147/0.jpg

Proprio a supporto del tentativo di ovviare alla suddetta deriva demagogica- consumistica, spicca l’adeguatezza delle MMA (Arti Marziali Miste) “Sport a contatto pieno, basato su colpi, prese e combattimento, in piedi e a terra, con tecniche delle arti marziali e dello sport da combattimento in generale, sistema più completo ed efficace di combattimento reale a mani nude e per la difesa personale”.

Con il risultato che le MMA hanno un ruolo di fondamentale ammaestramento ad una sana competizione in ambito sociale; specie laddove prevalga la necessità di ricercare il superamento di criticità relazionali in corrispondenti precarie situazioni socio-economiche.

Così, nel contemporaneo sentire, come centrale, il perseguimento dell’interesse pubblico; primaria preoccupazione delle MMA è quella di aiutare i giovani a conformare la loro vita a valori di solidarietà, lealtà, rispetto delle regole e dell’altro da sè; al fine di offrire alla Società la loro completezza di uomini capaci di relazionarsi al meglio di una educazione secondo i canoni della Carta Costituzionale il cui art.33 è stato persino innovato proprio con l’inserimento del riconoscimento del valore sociale dello Sport; con pari dignità della Salute umana, dell’Educazione, dell’Arte e della Scienza.

cms_32147/00.jpg

Nello stesso tempo, in concorso con la suddetta valenza sociale, le MMA assicurano proprio il fondamentale conseguimento della “Mens sana in corpore sano”, favorendo ricadute benefiche sulla salute del corpo con la crescita muscolare da cui si allontanano le tensioni, mentre viene indotta la produzione di ormoni androgeni e l’incremento dell’ossigenazione che , insieme al rilascio di endorfine con aumento dei livelli di serotonina, solleva la mente da ansia e stress favorendo lo sviluppo delle capacità psichiche.

cms_32147/000.jpeg

Quanto alla loro organizzazione sportiva, le MMA fanno capo alla Europea Cage Warriors che, stigmatizzando il successo conseguito da una serie di eventi già celebrati in Italia, vi ha costituito l’ultima filiale CW Academy Network che ha fatto il suo debutto nell’ottobre 2022 , essendo destinata ad essere sotto l’egida della FederKombat unica Federazione Italiana riconosciuta dal CONI.

cms_32147/0000.jpg

Nel contempo, ad esserne guida determinata e lungimirante, si va affermando Lorenzo Borgomeo Head Coach del team Aurora MMA che, con la qualità già dimostrata dai suoi atleti professionisti , insieme con la fiducia della organizzazione madre, si fa forte della crescita amatoriale legata alla concreta definizione di eventi già programmati come segue: “ al Nord , con l’impegno del team Urban Arena e del Fighter professionista Emanuele Zaccaria già Fighter Cage Warriors 23 Settembre a Gallarate; in Sardegna, con il team Tarantini ed il suo Head Coach Angelo Tarantini già Cutman Internazionale UFC/CW, a supporto dell’organizzazione CW Academy Italy 18 Novembre a Sassari; al Sud , grazie al determinante impegno del Fighter pro Ancora Gianluca ( Cage Warriors 154) e del team Tana delle Tigri (Network Aurora MMA), unico evento di questo calibro in Italia si terrà il 16 Dicembre a Taranto”.

Proprio con riferimento a questo programma, l’Head Coach Lorenzo Borgomeo ha messo in evidenza il suo “obiettivo di sviluppare il maggior talento possibile in Italia”; per cui, parte subito la caccia alla prossima generazione di campioni attraverso la formazione di nuove leve che avranno modo di dimostrare quella capacità agonistica acquisita che permetterà loro di essere nuovi beniamini di una tifoseria entusiasta, al pari dei già famosi artisti marziali del calibro di : Michele Martignoni e Stefano Palermo detentori della massima onorificenza medaglia d’oro CW, Dylan Hazan, Leon Aliu, Dario Bellandi e Jasmine Favero testimone femminile che le MMA non conoscono discriminazione di genere , soprattutto, basandosi su un esercizio intelligente, controllato e di classe, della potenzialità dell’atleta che pratichi questo sport.

D’altra parte, in un percorso di solide basi delineate con chiarezza, nel ventaglio sportivo MMA si prospetta anche più di una possibilità lavorativa.

Tanto, nell’ambito di : Gare Istituzionali Federkombat per la selzione della Nazionale Italiana ( Campionato Italiano, Coppa Italia, Trofeo Italia e Italia Open ; Eventi dilettantistici e professionistici del Cage Warriors Academy Italy; Possibilità di essere selezionati per i grandi eventi numerati Cage Warriors; Possibilità per i neopro di entrare nel format remunerativo MMA Academy che, nella prima edizione, ha stipendiato le prestazioni di servizio dei quattro Italiani Edoardo Caizza,Luca Borando, Khadim Dia e Francesco Mazzeo.

In definitiva, non resta che augurarci di vedere, anche nella nostra Taranto, una rinascita del più genuino spirito agonistico attraverso la diffusione di uno Sport come quello proposto dalle MMA che , promuovendo “uno stile di vita più attivo, corretto e sano”, per il nuovo anno si candidano ad essere grandi protagoniste della "Settimana Europea dello Sport“, in un evento di piazza aperto al Pubblico” che sia "Festa dello Sport", come auspicato dal Presidente dell’ANCI Antonio Decaro.

Rosa Cavallo

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram