La medicina olistica, un magico potere

La_medicina_olistica.jpg

Da qualche tempo si sente spesso parlare anche a sproposito di "medicina olistica": La si ritiene appartenere alle cosiddette medicine alternative, alcuni la confondono con la medicina naturale, altri con l’omeopatia, con l’ayurvedica etc. Operare secondo una visione olistica non significare mescolare di tutto un po’, ma attingere. La medicina olistica guarda l’individuo nella sua unità bio-psico-sociale-spirituale, quindi si interessa alla salute globale di un individuo, infatti dal greco "olos" che significa tutto, totalità. Una delle caratteristiche è prendersi cura di se stesso, alimentarsi in modo più naturale, purificare le proprie emozioni trasformando i pensieri negativi, comprendere le ragioni profonde delle proprie azioni ed evolversi umanamente e spiritualmente.

cms_3528/foto_2_.jpg

L’uomo ha in sé tre dimensioni: biologica, psichica e sociale. Nella dimensione biologica, l’essere umano viene visto come una perfetta macchina biologica, per cui ogni malattia anche psichica ha una origine biologica, quindi bisogna curare la parte organica (questa è l’idea della medicina tradizionale). Nella dimensione psichica, all’origine di ogni malattia sia organica che psichica, come ad esempio un tumore, vi è sempre una causa psicologica: traumi psicologici, stati d’animo patologici etc, quindi bisogna curare la mente. Nella dimensione sociale, all’origine di ogni malattia vi è una disfunzione sociale, una patologia della società, per curare l’uomo bisogna modificare la società malata. La malattia del singolo è solo la successione inevitabile della malattia della società dove l’uomo vive e lavora. Bisogna curare la società per curare l’uomo. Vi faccio un esempio: la crisi del lavoro nella nostra società attuale è un male della società, l’uomo che perde il lavoro, quindi il sostentamento per vivere è vittima di una disfunzione sociale, l’uomo si stressa, va in depressione (male della psiche), la macchina biologica si inceppa e origina una malattia organica, questo è il circolo vizioso che si instaura. Quindi all’origine di ogni malattia sono sempre coinvolte tutte e tre le dimensioni e la soluzione terapeutica va ricercata agendo su tutte le dimensioni. Un tumore ad esempio può essere dovuto alle esposizioni cancerogene, oppure a uno stato importante di depressione o a entrambi le cose, ogni malattia è di origine multifattoriale ed ha le sue radici nella dimensione biologica, nella dimensione psichica e nella dimensione sociale e per essere efficace anche la cura deve essere multifattoriale.

cms_3528/foto_3_.jpg

La medicina tradizionale è riduttiva e ha il difetto di essersi sviluppata prevalentemente nella dimensione biologica. Nella medicina olistica è custodito il segreto per la guarigione di ogni malattia, compreso il cancro. La natura ha la risposta per tutto e ha la soluzione ad ogni nostro problema o malattia, bisogna solo fare le domande giuste e trovare le soluzioni nella direzione giusta. Se attualmente le nostre malattie non sono state sconfitte è solo perché il mondo scientifico, culturale e politico non ha saputo o voluto cercare nella direzione giusta. Bisognerebbe riformare la scienza medica al fine di renderla più efficace, più potente, ma soprattutto più umana, infatti la medicina olistica basa la sua efficacia attraverso l’umanizzazione. In alcune zone d’Europa, questa medicina, viene utilizzata in aiuto a quella tradizionale, dato che se ne è riconosciuta la validità e si apprezza la mancanza di effetti collaterali. Se i medici riuscissero a conoscere e a riconoscere tutte e tre le dimensioni, riuscirebbero a rendere possibile l’impossibile, questo si che sarebbe un magico potere, il potere della Vita.

Tina Camardelli

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App