Le priorità di David Sassoli

L’agenda del nuovo presidente del Parlamento europeo

Le_priorità_di_David_Sassoli.jpg

Dopo Tajani, un altro italiano alla presidenza del Parlamento europeo: David Sassoli, nominato con 345 voti.

Tutti voi capirete la mia emozione in questo momento nell’assumere la presidenza del Parlamento europeo e di essere stato scelto da voi a rappresentare l’istituzione che più di ogni altra ha un legame diretto con i cittadini e che ha il dovere di rappresentarli e di ricordare sempre che la nostra libertà è figlia della giustizia che sapremo conquistare e della solidarietà che sapremo sviluppare”. Queste le primissime parole del neopresidente Sassoli, a cui faranno seguito calorosi ringraziamenti rivolti a Tajani e al suo operato, accolti con particolare ardore dai presenti, che hanno manifestato la loro gratitudine attraverso un commovente e lungo applauso.

cms_13386/2.jpg

Tuttavia, i sostenitori di Sassoli si aspettano una inversione di rotta e una gestione completamente differente del Parlamento europeo, rispetto a quella degli ultimi anni. In molti credono ancora fortemente nel progetto europeo; pertanto, priorità assoluta del neopresidente è proprio la cura dell’integrazione degli Stati membri, in un clima generale di minore tolleranza verso formazioni e paesi che hanno messo e continuano a mettere in discussione le potenzialità di tale progetto.

Rendere, poi, il Parlamento europeo punto di riferimento solido e stabile per tutti i giovani in lotta contro i disastrosi cambiamenti climatici è uno degli elementi cruciali dell’agenda di Sassoli. Nel ruolo di vicepresidente Sassoli si occupava di rendicontazioni delle spese degli europarlamentari e pertanto aveva già avanzato una proposta di revisione del regolamento in atto. Ci si attende, peraltro, un rilancio delle procedure elettorali, in vista delle prossime elezioni del 2024.

cms_13386/3.jpg

Il primo ufficiale atto pubblico da Presidente dell’europarlamento è avvenuto alla stazione della metropolitana di Maalbeck (Bruxelles), dove David Sassoli ha reso omaggio alle vittime degli attentati terroristici del marzo 2016, a Bruxelles. “Come presidente del Parlamento volevo rendere omaggio a tutte le vittime del terrorismo nella capitale dell’Europa. Dobbiamo ricordare quanto sia importante essere terra di pace. […] Questo gesto simbolico a nome di tutti i parlamentari è una responsabilità e una consapevolezza che dobbiamo avere per iniziare bene una legislatura in nome dei cittadini europei”.

Elena Indraccolo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App