Lettera ..... Lord President

Ciao Monsignore Busà

SenMavelli1.jpg

cms_150/1_BUSA’_s_1384357739.jpg“Ciao Monsignore Busà, mi permetto salutarTi alla stessa usuale maniera che adoperavo telefonicamente. Ti scrivo perché non desidero affatto dimenticarTi. Con la Tua scomparsa ho capito che anche la mia vita ha subito un leggero cambiamento … ho perso la persona con cui colloquiavo per iscritto e a cui chiedevo consigli telefonicamente. Ora ho capito che anche la mia vita ha perso qualcosa e mai avrei pensato questo…no mai!!! Ma io devo continuare a vivere e ad onorare lo splendido dono che il buon Dio, Padre unico di tutte le genti, ha voluto, nella Sua infinita bontà, che io ricevessi. Quindi, devo andare avanti, anche se Tu sei ora presso di Lui e non più con noi. Abbiamo vissuto non poche ore insieme, ma, con rammarico, devo constatare, che ora, non ce ne sarà più nemmeno una!.Quando una persona importante se ne va, ed ha lasciato la Sua impronta nella storia, non se ne va mai, e Tu, Monsignor Busà sarai sempre con me, dentro i miei ricordi, perché Tu per me sei stato veramente importante. Ormai, Lord President, non ci sei più, non c’è giorno che non Ti pensi, non c’è giorno in cui non pensi a tutto ciò che mi hai detto, a ciò che ci siamo detti nei lunghi anni della Nostra conoscenza. Hai trascorso gli ultimi giorni della Tua vita in un letto di ospedale, non avrei mai pensato che quel giorno antecedente alla Tua dipartita, che il buon Edoardo Di Caccamo mi ha consentito di parlarTi telefonicamente, sarebbe stato l’ultimo giorno che ti avrei ascoltato … Ora ho mille domande in testa e nessuno che possa darmi risposte esaurienti, finché in un giorno in cui il Creatore ha deciso, anch’io smetterò di respirare … e Ti rivedrò. Non esistono idonee parole di conforto, non esiste adeguato sostegno per quanto ho provato e per il duplice dolore che continuo a provare dopo la notizia della Tua scomparsa. Uno è il dolore di aver perso un amico vero e uno è il mio pentimento per non averTi salutato e non essere riuscito a dirTi quanto Ti stimavo; una è la mia colpa: non essere stato lì con Te quando sei andato via; una è la mia domanda: sei sereno ora? Domanda a cui non c è risposta, domanda che mi rifarò ogni giorno della mia vita … per chi è credente è tutto più facile, pensare e rispondersi … non lo è per me, pur essendo credente profondamente!. Ma, se è vero che chi muore ci guarda da lassù, allora spero che tu mi assista e che sia orgoglioso di me, perché di me stesso non lo sono per le troppe scelte sbagliate che ho fatto, per tutte le volte che ti ho fatto andare su tutte le furie … non ci sei più per chiederTi perdono, ora che non ci sei più, solo Tu eri capace di rasserenarmi, così come facevi di solito … ma dagli errori si impara ed è per questo che cercherò di non rifarli. Qualcuno pensa che il tempo fa dimenticare, bèh, quel qualcuno aveva torto: il tempo non riempirà l’enorme vuoto che hai lasciato dentro me, dentro tutti quelli che Ti stimavano e che Ti stimano…e sono tant i!.Molte mattine mi sono svegliato pensando che sia stato tutto un incubo, che non Ti abbiamo perso, non l’ho accettata la Tua morte e non so se e quando ci riuscirò! Tutto quello che io davo per scontato era invece importante; nella vita nulla è banale perché da un giorno all’ altro si può perdere tutto, così come io e noi tutti abbiamo perso Te! Tante sono le cose che avrei voluto dirTi, tutte quelle parole che un po’ per imbarazzo, un po’ per orgoglio non si dicono tra amici…MA CHE SI TRASMETTONO CON IL CUORE!!!. “.

Francesco Mavelli

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram