Lulzim Vulashi. Pane gratis per onorare la Vita

Da 22 anni vive a Firenze e regala il pane alle mamme in attesa.

Pane_gratis_per_onorare_la_Vita.jpg

Lulzim Vulashi ha 38 anni e vive a Firenze da quando ne aveva 16. Immigrato dalla sua Shkodra, in Albania, si è subito appassionato di cucina. All’inizio ha aperto un panificio insieme alla sua famiglia che lo ha raggiunto in un secondo momento. Partito con una panetteria, ha poi ampliato il suo negozio fino ad offrire primi piatti, dolci, gastronomia e servizio catering. Lulzim, detto Lorenzo a Firenze è diventato famoso come il "Fornaio Buono" di via Ponte alle Mosse perché sin dall’inizio della sua attività ha deciso che una parte della sua produzione doveva regalarla. E cosi è stato. Durante questi anni di attività numerose sono state le sue iniziative, cominciando dalle cene organizzate ogni venerdì per i senza tetto della stazione Santa Maria Novella con la Croce Rossa.

Innamorato dei bambini, ha deciso poi di regalare il pane a tutte le mamme in attesa fino al raggiungimento dei 6 mesi di vita dei piccoli, durante tutto l’anno 2013. “È come un regalo per la nuova vita che arriva - dice con gli occhi che sorridono - Pensavo a tutte le mie amiche che dicevano: e adesso che arriva il bimbo come faccio a crescerlo? Intanto il pane lo regalo io”.

Sua anche l’iniziativa della Merenda d’Oro, creata insieme allo Chef stellato Marco Stabile e la nutrizionista Valentina Gutadaolo, gratis per il primo mese di scuola per tutti i bambini del quartiere. “Ricordando la mia adolescenza, quando mio nonno o nonna mi davano sempre biscotti e caramelle se prendevo un voto alto, con la stessa gioia ho voluto creare il premio per chi prende un voto più alto dell’8 come un incentivo per tutti i ragazzi che studiano”. Sua anche l’iniziativa del 50% di sconto su tutti prodotti nel suo negozio per i pensionati nel mese di gennaio, subito dopo Natale quando la gente ha già speso tanto per le feste. Ora per tutti i clienti che hanno lasciato il proprio recapito telefonico con la data di nascita entro la metà del mese di novembre, si avrà durante tutto l’anno 2017 una chiamata di augurio e una torta in regalo. Quasi 1500 clienti l’hanno fatto. Lulzim non si preoccupa se ci perderà dei soldi, per lui è importante rendere felici, per quel che può fare, le persone che oramai conosce. “Mio nonno diceva: su 40, uno lo devi sempre regalare”. È un’usanza che la sua famiglia gli ha tramandato che lui non dimentica. Grazie al suo impegno quotidiano, Lulzim è stato nominato “Cittadino d’Onore” a Firenze dove a fine ottobre ha ricevuto il Diploma di Benemerenza dell’Istituto “Scudi di San Martino” al Palazzo Vecchio.

cms_4991/2.jpg

Nel suo negozio ogni parola ha il sapore dell’Amore. Noi lo abbiamo incontrato durante un’iniziativa organizzata dalla Rete degli imprenditori albanesi in Italia. “Sono qui – ha detto - perché ho sempre voluto fare qualcosa per il mio paese. I miei occhi e il mio cuore sono rivolti sempre all’Albania e poter contribuire anche lì con il mio lavoro mi fa sentire più completo”.L’ultima sua idea la riportiamo nella lettera che segue, indirizzata al premier Matteo Renzi:

“Buongiorno signor Presidente,

sono Lulzim Vulashi , detto Lorenzo per facilitare gli amici, nato in Albania, ma cresciuto a Firenze grazie ad una splendida famiglia fiorentina che mi ha trasmesso i valori della vita. Ho una panetteria in via Ponte alle Mosse a Firenze nella quale lavoro con la mia famiglia; ho costruito tutto con tanto amore lavoro e sacrifici; il lavoro va benissimo e per questo siamo molto, molto contenti e ci piace condividere la nostra fortuna. In questi anni ho cercato di fare delle piccole iniziative che sono state molto apprezzate dal quartiere prima e da tutta la città di Firenze poi. Due anni fa, quando dei cari amici pensavano all’arrivo di un figlio, la prima cosa di cui si preoccupavano era di non garantire un futuro economicamente stabile alla generazione futura; io amo i bambini e per questo gli rispondevo: "Voi fate i figli e almeno il pane lo avrete sempre da me in omaggio". Parlane oggi, parlane domani, decisi di farlo per tutti i clienti e non solo.

cms_4991/3.jpg

"Pane gratis a tutte le neo mamme per sei mesi" come un inno alla vita .... un omaggio di benvenuto a chi arrivava in questo mondo, proprio come fecero i Re Magi alla nascita di Gesù per celebrare la vita, la voglia di amare, l’ amore del prossimo. Il piccolo gesto del pane omaggio fu apprezzato tantissimo, molte associazioni mi scrissero e vollero appoggiare la mia iniziativa anche economicamente, i media toscani scrissero per diversi giorni sull’argomento, questa cosa mi diede molto entusiasmo. Sulla scia di questo entusiasmo abbiamo creato le nuove iniziative, l’anno scorso. Per l’apertura delle scuole abbiamo deciso di offrire la merenda a tutti i bambini che passavano da noi per il primo mese di scuola; anche questa iniziativa è stata molto molto apprezzata. Dato l’enorme successo, ho deciso quest’anno di ripeterla, coinvolgendo anche uno chef stellato, Marco Stabile, creando, sempre gratuitamente, una nuova merenda stellata per i bambini ed ho aggiunto un ulteriore incentivo: alla fine del semestre scolastico, chi porta la pagella con la media dell’otto può scegliere una torta in omaggio. Anche questa iniziativa ha attratto tanto i media locali e nazionali. Quanto accaduto negli anni mi ha fatto riflettere profondamente sul vero significato del legame profondo che esiste con i bambini e con le persone più deboli e bisognose e mi ha portato a pensare ......"perché fermare tutto questo solo a Firenze " vorrei creare qualcosa che possa coinvolgere tutte le mamme a livello nazionale .....

cms_4991/4.jpg

Il mio motto è stato sempre quello di credere nel futuro, agendo nel presente. La proposta che desidero farle è molto semplice: è possibile creare e donare un buono pari al costo di una merenda (da1,70 a 2,00 euro) spendibile solo nei negozi di quartiere quali: panetterie, pasticcerie, alimentari, così da incentivare la piccola e media impresa, gli artigiani? E magari creare e donare un secondo buono, pari al valore di mezzo chilo di pane, da spendere "sotto casa" al fine di riavvicinare la gente alle piccole attività e contemporaneamente dare un aiuto ai pensionati o alle categorie che non hanno molte possibilità economiche. La ringrazio per l’attenzione e mi permetto di allegarle alcune foto ed articoli delle nostre iniziative. In Italia ci sono circa 540,000 nascite l’anno”.

Marsela Koci

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos