MONDIALI QUATAR 2022

Belgio-Canada 1-0 - Germania-Giappone 1-2 - Marocco-Croazia 0-0 -

COPPA_DEL_MONDO__QUATAR_24_11_2022_.jpg

Belgio-Canada 1-0

cms_28403/belgio_2311.jpg

Il Belgio batte il Canada 1-0 nel match valido per la prima giornata del Gruppo F dei Mondiali di Qatar 2022. Vittoria che non riflette le prestazioni delle due squadre, con il Canada più padrone della palla ma tra sfortuna e sbagli non finalizza. Al Belgio, autore di una gara accorta e con pochi squilli, basta una ripartenza: lancio di 40 metri verso Batshuayi che al 44’ azzecca il sinistro di controbalzo: 1-0. Il Canada può recriminare sui propri errori e sulle decisioni discutibili dell’arbitro Sikazwe. Il Var assegna in apertura un rigore ai nordamericani per un evidente fallo di mano di Carrasco, dal dischetto Davies si fa ipnotizzare da Courtois. Ci sarebbero altri 2 rigori per il Canada, ma l’accoppiata arbitro-Var non sanziona nulla. La ripresa è bloccata, succede poco o nulla: il Belgio controlla, il Canada si spegne.

Germania-Giappone 1-2

cms_28403/giappone_afp_2311.jpg

Il Giappone rimonta e batte la Germania per 2-1 nel match valido per la prima giornata del Gruppo E dei Mondiali di Qatar 2022. Tedeschi in vantaggio al 33’ con Gundogan, a segno su calcio di rigore. Nella ripresa, la selezione asiatica ribalta il risultato tra il 75’ e l’83’. Dona piomba sulla respinta di Neuer e ribadisce in rete il pallone dell’1-1. Otto minuti più tardi, Asano aggancia alla perfezione un lungo lancio, entra in area e fulmina Neuer sul primo palo: 1-2.

LA PARTITA - Prima dell’inizio del match storico gesto di protesta della Germania al momento della foto di gruppo: tutti con una mano sulla bocca per contestare la decisione della Fifa di non far indossare la fascia ’One Love’. Primo tempo quasi a senso unico in tutto fuorché nel risultato. Il Giappone parte forte e all’ottavo si porta addirittura in vantaggio, ma la rete di Maeda è chiaramente viziata da una posizione irregolare. Passata la paura, si sveglia la Germania, che l’unico altro rischio della prima frazione lo correrà con Itakura.

Al 17’ Ruediger sfiora la rete di testa, poi Guendogan scalda i motori dalla distanza, ottima risposta di Gonda; molto meno attento il portiere nipponico alla mezz’ora: uscita valanga su Raum, pescato in area di rigore da Kimmich, nessun dubbio per l’arbitro salvadoregno Barton. Dagli 11 metri Guendogan firma l’1-0. Trovato il vantaggio, i tedeschi cercano ma non trovano il bis. L’occasione più chiara, appena prima del duplice fischio, è un tap-in effettivamente realizzato da Havertz ma in posizione di offside.

La ripresa inizia con un cambio nell’undici nipponico: fuori Kubo, entra Tomiyasu ma le principali occasioni sono sempre tedesche. Gnabry scheggia la traversa a inizio secondo tempo, Guendogan va vicinissimo alla doppietta ma trova il palo all’ora di gioco. Lo show tedesco prosegue, ma il bis non arriva: merito anche di Gonda, che con una serie di parate, su Hofmann e Gnabry soprattutto, riscatta l’uscita a valanga valsa la prima rete degli avversari. Al 73’ risponde da fenomeno qual è Neuer, da due passi su Ito nel primo errore della gara di Rudiger.

Alla seconda, però, il Giappone passa: azione di Minamino da sinistra, Neuer smanaccia il tiro su cui si fonda Doan, che insacca il pari e non finisce qui: a sette minuti dal novantesimo, Asano sfugge a Schlotterbeck, da due passi spara una bordata che s’infila sotto la traversa firmano il 2-1 finale.

Marocco-Croazia 0-0

cms_28403/marocco_croazia_afp_2311.jpg

Pareggio per 0-0 tra Marocco e Croazia nel match valido per il gruppo F dei mondiali di Qatar 2022, disputato all’Al-Bayt Stadium di Al Khor. Alle 20 in campo Belgio e Canada nell’altro match del girone.

L’avvio di partita è a ritmi piuttosto blandi, l’unico che spezza la noia è Perisic, con una fiondata dalla distanza che non va molto lontano dalla traversa del portiere marocchino. Dopo la mezz’ora l’occasione più importante capita sui piedi di Vlasic, dopo una sovrapposizione di Borna Sosa sulla sinistra che gli spedisce il pallone a pochi passi da Bono, bravo comunque a rispondere. Il torinista è uno dei migliori nel primo tempo, ma alcuni problemi fisici lo costringono a uscire alla fine del primo tempo: al suo posto Pasalic.

Nella ripresa il Marocco prova ad aumentare i giri, Mazraoui va vicino alla rete con un colpo di testa - bravo Livakovic nell’uscita - mentre Hakimi impegna il portiere avversario con un gran tiro dal limite. La Croazia crea poco e non riesce a uscire dall’imbuto allestito dal Marocco. Dalic prova a inserire Livaja per avere un attaccante più presente al centro dell’area, ma le cose non cambiano.

Redazione Sport

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram