MONDIALI QUATAR 2022

2022, Brasile-Serbia 2-0 - Portogallo-Ghana 3-2 - Uruguay-Corea del Sud 0-0 - Svizzera-Camerun 1-0

COPPA_DEL_MONDO__QUATAR_25_11_2022_.jpg

Brasile-Serbia 2-0

cms_28425/brasile_afp_2411.jpg

Il Brasile batte 2-0 la Serbia in un match del gruppo G dei mondiali di Qatar 2022, disputato allo stadio di Lusail. A decidere il match la doppietta di Richarlison, a segno al 62’ e al 73’. I verdeoro sono in vetta al girone insieme alla Svizzera con 3 punti, Camerun e Serbia sono invece a zero.

LA PARTITA - Dopo un primo tempo bloccato tatticamente per la buona organizzazione della squadra balcanica, nella ripresa la Seleçao si scatena. Alex Sandro colpisce un palo, Richarlison mette dentro un pallone dopo una conclusione di Vinicius, seguita a una grande giocata di Neymar. Dopo una manciata di minuti ancora Richarlison segna il raddoppio in semi rovesciata. Nel finale Casemiro colpisce la traversa. il Brasile vince e convince, con l’unica nota stonata l’uscita di Neymar a poco più di 10’ dalla fine per un infortunio. Nella prima frazione i sudamericani non trovano il bandolo della matassa, tirano solamente quattro volte verso la porta di Vanja, tra l’altro con conclusioni dalla distanza non impossibili da fermare. Da parte loro gli uomini di Stojkovic provano ad affondare sulle fasce, con alterne fortune. Solo una conclusione di Mladenovic che finisce a lato della porta difesa da Alisson.

La musica cambia nella ripresa con il Brasile subito pericoloso: Gudelj è troppo leggero nell’appoggio in difesa, Raphinha ruba palla ma davanti a Milinkovic-Savic gli tira addosso sciupando tutto. Il Brasile alza i ritmi, Vinicius incomincia a ispirare anche gli altri attaccanti, la Serbia non riesce più a essere così compatta come all’inizio. Così Alex Sandro, al quindicesimo del secondo tempo, sfodera un grande sinistro che supera il portiere avversario, ma non il palo. E’ il preludio al gol che arriva due minuti dopo, con Neymar che fa quello che vuole in mezzo alla difesa avversaria, assist per Vinicius che tira, il portiere respinge sui piedi di Richarlison che da un metro fa 1-0.

A questo punto Stojkovic mette Vlahovic e Lazovic nel tentativo di rimontare. Qui nasce una nuova partita, perché è la Serbia a spingere e il Brasile va a nozze in contropiede. Milenkovic ci mette una pezza per fermare gli avversari. Al 28’ arriva il gioiello di Richarlison, che mette due gol di distanza fra le squadre, con una semi rovesciata da applausi. Al 34’ esce Neymar per infortunio ed è l’unica cosa negativa per un Brasile che continua a creare occasioni da gol e solo un ottimo Milinovic-Savic e la traversa che ferma un tiro di Casemiro evitano il 3-0.

Portogallo-Ghana 3-2

cms_28425/portogallo_afp_2411.jpg

Il Portogallo batte 3-2 il Ghana in match del gruppo H dei mondiali di Qatar 2022, disputato allo Stadium 974 di Doha. Le reti dei lusitani portano la firma di Cristiano Ronaldo su rigore al 65’, Joao Felix al 78’ e Leao all’80’; per gli africani in gol Ayew al 73’ e Bukari all’89’. Per CR7 l’ennesimo record: con il gol di oggi diventa il primo giocatore della storia ad aver segnato in 5 mondiali. In classifica i portoghesi guidano il girone con 3 punti, poi Uruguay e Corea del Sud con 1 punto e Ghana a zero.

LA PARTITA - Gara dai due volti, il primo tempo è uno dei più noiosi di questo inizio di Mondiale, con il Portogallo che tiene palla ma senza creare particolari pericoli e il Ghana, che si difende in undici dietro la linea della palla, riescendo a tenere lontani i lusitani dalla porta di Ati, tranne in un’unica occasione al 10’ quando Ronaldo si libera su splendido assist di Bernardo Silva, salvo poi trovare la deviazione del portiere ghanese. Tra i portoghesi è Otavio quello a provarci con maggiore continuità ma spesso con conclusioni deboli e facile preda del portiere avversario. La squadra africana invece non si è mai vista dalle parti di Costa, tanto che i difensori portoghesi hanno spesso giocato sulla linea del centrocampo.

Nella ripresa il match cambia registro: la prima occasione è dei ghanesi, con Kudus che dopo aver fatto tutto il terreno di gioco in progressione, tenta la conclusione di sinistro sfiorando il palo. Poco dopo arriva la svolta della partita con il rigore concesso dall’arbitro statunitense Elfath per atterramento in area di Ronaldo da parte di Salisu. Un contrasto che dal replay sembra veramente minimo, col difensore ghanese che colpisce più palla che piede. Il direttore di gara non va nemmeno a rivederlo al Var e dunque permette a Ronaldo di segnare il primo gol del suo Mondiale, grazie al quale diventa l’unico giocatore della storia del calcio ad aver segnato in 5 mondiali consecutivi.

La partita si accende improvvisamente, visto che dopo il gol del vantaggio portoghese, è il Ghana a buttarsi in avanti e a trovare in meno di dieci minuti il gol del momentaneo pareggio con Kudus che scappa sulla sinistra e poi crossa al centro dove Ayew anticipa Guerreiro e sigla l’1-1 al 73’. Non fanno in tempo ad esultare i rumorosi tifosi ghanesi che il Portogallo trova subito la via del nuovo vantaggio al 78’ grazie a un’invenzione in verticale di Bruno Fernandes che trova Joao Felix in area pronto a segnare il 2-1.

Il Ghana subisce il colpo e dopo due minuti subisce anche il 3-1, questa volta con il milanista Rafael Leao che ancora su assist di Bruno Fernandes trova la prima marcatura della sua carriera in Nazionale all’esordio in un Mondiale. Sembra tutto finito, ma il Ghana riapre la partita col subentrato Bukari, grazie anche all’errore difensivo di Cancelo, che fa infuriare Ronaldo. I 9 minuti di recupero non bastano agli africani per trovare il gol del pareggio, anche se Inaki Williams ci va vicinissimo rubando per una frazione di secondo la palla dai piedi di Diogo Costa prima di scivolare e permettere al portiere di recuperare la sfera.

Uruguay-Corea del Sud 0-0

cms_28425/cavani_afp_2411.jpg

Uruguay e Corea del Sud pareggiano 0-0 nell’incontro inaugurale del gruppo H dei mondiali di Qatar 2022, disputato all’Education City Stadium di Al-Rayyan. Alle 17 si gioca la seconda partita del girone tra Portogallo e Ghana.

LA PARTITA - La prima opportunità del match è per i sudamericani: lancio lungo dalla difesa, torre di Pellistri e grande chances per l’accorrente Nunez, che arriva però un secondo in ritardo all’appuntamento con il gol. Gli asiatici si affidano sì al gioco di squadra, senza però dimenticarsi delle qualità di Son che al 27’ prova ad accendersi, salta Caceres, si accentra ma la difesa avversaria riesce a chiuderlo in tempo. Poco dopo azione avvolgente della Corea, Na Sang-Ho si libera in area di rigore e guarda al centro, dove c’è Hwang liberissimo. L’attaccante dell’Olympiakos conclude di prima intenzione all’altezza del dischetto dell’area di rigore ma manda incredibilmente alto. Prima della fine del primo tempo Godin mette in mostra un terzo tempo dei suoi e spedisce la sfera sul palo con un colpo di testa a Kim Seung-Gyu battuto.

La ripresa inizia confermando l’andamento già visto nel primo tempo, con la manovra coreana a controllare il gioco e l’Uruguay che agisce di rimessa, affidando la transizione offensiva in particolare a Nunez. Alonso all’ora di gioco toglie Suarez per Cavani. La squadra risponde e alza il proprio baricentro, favorita anche dall’inevitabile calo fisico della Corea: è proprio Cavani a costruirsi una bella occasione, ma la chiusura di Kim Young-Gwon è perfetta. La Corea risponde con un altro neoentrato, Cho Gue-sung, che dal limite dell’area conclude con un sinistro radente ma fuori misura. Il finale però è tutto Celeste: Federico Valverde si dimostra il più in palla con un break offensivo che sorprende la Corea, ma il suo violentissimo destro dai 30 metri viene respinto dal palo, che per la seconda volta salva Kim Seung-Gyu. Sipario.

Svizzera-Camerun 1-0
cms_28425/embolo_afp_2411.jpg

La Svizzera si è imposta di misura 1-0 sul Camerun, nella gara valida per il gruppo G dei Mondiali di Qatar 2022. Il primo tempo del match è vissuto di fiammate con gli africani che si sono resi più pericolosi con Toko Ekambi in due occasioni e con Hongla, mentre nel finale di tempo gli elvetici hanno sfiorato il gol con Akanji, ma il suo colpo di testa è terminato di poco al lato.

Ad inizio ripresa la Svizzera di Yakin è passata in vantaggio, al 48’ servizio perfetto di Shaqiri dalla destra per Embolo che tutto solo al centro dell’area ha solo dovuto spingere in rete di piatto destro il pallone del vantaggio. Il Camerun ha provato a reagire con Choupo-Moting al 58’ ma l’attaccante del Bayern Monaco non è riuscito a superare Sommer che si immola, salvando in angolo. Con gli africani alla ricerca del pari, gli elvetici hanno sfruttato gli spazi e al 68’ Widmer ha servito Vargas, ma Onana si è superato mandando in angolo. Nel finale di gara, all’82’ ancora rosocrociati vicini al raddoppio: traversone basso dalla sinistra del neo entrato Rieder per Seferović che ha mancato la deviazione di pochissimo. Lo stesso Seferovic in pieno recupero ha fatto tutto bene in area calciando a botta sicura: respinta di un difensore, 1-0 e game over.

Redazione Sport

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram