NAPOLI: VITTORIA (1-2) E PRIMATO IN CASA DEL BENFICA

SARRI: ”NOI NELLA STORIA!”

NAPOLI_VITTORIA_(1-2)_E_PRIMATO_IN_CASA_DEL_BENFICA_.jpg

Nella sesta ed ultima giornata della fase a gironi della Champions League, il Napoli, vincendo per 2-1 contro il Benfica, nel temutissimo Estadio Da Luz (un campo difficile per il calore della tifoseria della squadra portoghese), conquista il primato del girone. Un risultato storico, in quanto, è la prima volta che la squadra napoletana chiude al primo posto la fase a gironi della Champions League. Così come sarebbe stato storico il passaggio del turno agli ottavi, già alla terza giornata (evento mai capitato nella storia della Champions League), se il Napoli non avesse perso in casa per 2-3 contro i turchi del Besiktas. Ma per il primato del girone, in realtà, con la vittoria della Dinamo Kiev (5 punti) sul Besiktas (7 punti), al Napoli (11 punti) sarebbe bastato anche un pareggio.

cms_5074/1.jpg

LA PARTITA -L’allenatore del Benfica, Rui Vitòria, propone un (4-4-2): Ederson Moraes; Nélson Semedo, Luisão, Nilsson-Lindelöf, André Almeida; Salvio, Pizzi, Fejsa, Cervi; Guedes, Jimenez.Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, invece, con il solito (4-3-3)schiera:Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Gabbiadini, Insigne.

Il primo tempo, all’insegna dell’equilibrio, finisce per 0-0, con le due squadre che attaccano per trovare subito il gol del vantaggio senza riuscirvi. I portoghesi riescono a contenere bene gli affondi dei partenopei cercando di ripartire con rapidi contropiedi. Il secondo tempo riprende con l’innesto di Mertens al posto di uno spento Gabbiadini. Un ingresso che si rivela fondamentale per la squadra napoletana ai fini del risultato finale. Al 15’ minuto del secondo tempo, infatti, Mertens serve splendidamente Callejon che riesce a battere Ederson Moraes con un delicatissimo pallonetto. Passano pochi minuti per assistere al raddoppio del Napoli grazie ad un’azione personale del solito attaccante napoletano Mertens. Accorcia però, a cinque minuti dalla fine, il Benfica, l’attaccante Jìmenez che approfitta di un clamoroso errore di Albiol e segna la rete dell’1-2.

cms_5074/2_Sarri.jpg

SPOGLIATOI –Abbiamo giocato per conquistare il primo posto nel girone - dichiara Sarri ai microfoni di Mediaset – e per entrare nella storia. E’ la prima volta che il Napoli raggiunge questo traguardo. Bene il primo tempo, meglio il secondo, soprattutto per numero di occasioni. Ero fiducioso perché la squadra si sta esprimendo su buoni livelli e sapevo che avremmo potuto portare a termine questo importante obiettivo. Dispiace per il gol subìto, in virtù della grande partita fatta in difesa. La squadra, oggi, ha capito che a questo livello, un minimo errore, si paga. Ma non può essere diversamente vista la giovane età e la poca esperienza di tanti giovani”.

Redazione Sport

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App