NAZIK AL - MALA’IKA

L’uso del verso libero nella struttura poetica araba

NAZIK_AL_-_MALA_IKA_NR_13_I_SEGRETI_DELLA_PAROLE.jpg

cms_20565/0.jpg

Nazik al-Mala’ika (Bagdad 23 agosto 1922 - Il Cairo 20 giugno 2007)

Nazik al-Mala’ika fu una delle prime poete ad introdurre l’uso del verso libero nella struttura poetica araba

Nel 1962 scriveva: ”Il movimento della poesia libera ha avuto origine nel 1947, in Iraq. E dall’Iraq, anzi dal cuore di Bagdad questo movimento ha strisciato estendendosi fino a sommergere l’intero mondo arabo e poi, a causa dell’estremizzazione di quanti vi hanno aderito, ha rischiato di trascinare via con sé tutte le altre forme della nostra poesia araba. E la prima poesia in versi liberi ad essere pubblicata, è stata la mia poesia “Il colera”.

Il colera in effetti , anzi una vera epidemia di colera, nel 1947, aveva invaso l’Egitto e l’Iran.

Non sarò io a parlarvi di Nazik al-Mala’ika, ma il suo CANTO D’AMORE PER LE PAROLE:

Perché abbiamo paura delle parole

quando sono state mani dal palmo rosa,

delicate quando ci accarezzano gentilmente le gote,

e calici di vino rincuorante

sorseggiato, un’estate, da labbra assetate?

Perché abbiamo paura delle parole

quando tra di loro vi sono parole simili a campane invisibili,

la cui eco preannuncia nelle nostre vite agitate

la venuta di un’epoca di alba incantata,

intrisa d’amore e di vita?

Ci siamo assuefatti al silenzio.

Ci siamo paralizzati, temendo che il segreto possa dividere le nostre labbra.

Abbiamo pensato che nelle parole giaceva un folletto invisibile,

rannicchiato, nascosto dalle lettere delle orecchie del tempo.

Abbiamo incatenato le lettere assetate,

vietando loro di diffondere la notte per noi

come un cuscino, gocciolante di musica, sogni,

e caldi calici.

Perché abbiamo paura delle parole?

Tra di loro ne esistono di incredibile dolcezza

le cui lettere hanno estratto il tepore della speranza da due labbra,

e altre che, esultando di gioia

si sono fatte strada tra la felicità momentanea di due occhi

inebriati.

Parole, poesia, teneramente

hanno accarezzato le nostre gote, suoni

che, assopiti nella loro eco, colorano una frusciante,

segreta passione, un desiderio segreto.

Perché abbiamo paura delle parole?

Se una volta le loro spine ci hanno ferito,

hanno anche avvolto le loro braccia attorno al nostro collo

e diffuso il loro dolce profumo sui nostri desideri.

Se le loro lettere ci hanno trafitto

e il loro viso si è voltato stizzito

ci hanno anche lasciato un liuto in mano

e domani ci inonderanno di vita.

Su, versaci due calici di parole.

Domani ci costruiremo un nido di sogni di parole,

in alto, con l’edera che discende dalle sue lettere.

Nutriremo i suoi germogli con la poesia

e innaffieremo i suoi fiori con le parole.

Costruiremo un terrazzo per la timida rosa

con colonne fatte di parole,

e una stanza fresca inondata di ombra,

protetta da parole.

Abbiamo dedicato la nostra vita come una preghiera

che pregheremo... se non con le parole?

Maria Casalanguida

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram