Nel mondo oltre 17,8 mln di casi. Oms:"Non avremo vaccino nei prossimi 6 mesi"

Salgono a 35.146 i morti in Italia. Pregliasco:"la mascherina accessorio irrinunciabile"

coronavirus_3_8_2020.jpg

cms_18525/johns-hopkins-university-1580683593.jpg

Nel mondo sono 17.859.763 i casi confermati di coronavirus, con 685.179 decessi. Sono gli ultimi dati dell’osservatorio della Johns Hopkins University, che dall’inizio della pandemia aggiorna costantemente i dati sui contagi e le vittime. Il Paese più colpito rimangono gli Stati Uniti, con 4.620.502 casi di contagio e 154.449 decessi.

cms_18525/Maria_Van_Kerkhove.jpg

"Nei prossimi sei mesi non avremo un vaccino". Sono le parole di Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico dell’Organizzazione mondiale della sanità per il coronavirus, al Sunday Telegraph. L’esponente dell’Oms ha affrontato una serie di argomenti. "I lockdown non sono qualcosa che l’Oms ha raccomandato, ma sono stati implementati in un numero di paesi perché le epidemie crescevano rapidamente. Speriamo che i paesi non abbiano bisogno di fare nuovamente ricorso ai lockdown", ha aggiunto.

"Nei prossimi sei mesi non avremo un vaccino. So che si sta accelerando il lavoro per avere un vaccino sicuro e efficace, ma non possiamo aspettare fino al prossimo anno per uscirne”, ha detto ancora. Van Kerkhove ritiene più opportuna l’adozione di provvedimnenti “su misura, specifici e localizzati”. “La velocità della scienza in questo frangente è stata straordinaria. Ora abbiamo gli strumenti per evitare la trasmissione” del virus “e salvare vite. Non si tratta di una sola misura, tutte le misure devono essere utilizzate in maniera complessiva. E funziona. Continuiamo a dire che funziona perché lo abbiamo visto in passato, abbiamo visto paesi che hanno controllato queste epidemie”.

cms_18525/4.jpg

cms_18525/LOGO-PROTEZIONE-CIVILE-NAZIONALE.jpgSono 12.456 gli attualmente positivi sul territorio nazionale. Duecentotrentanove in più rispetto a ieri i casi registrati, su un totale di 248.070 contagiati da inizio emergenza coronavirus. I dati, aggiornati a ieri della Protezione Civile parlano anche di 8 nuovi decessi.Ma c’è un dato che merita una attenzione particolare: dal primo agosto, l’incremento dei casi registrati rispetto al giorno precedente era infatti di 295 unità: ieri, invece, è stato di 239, come se il contagio avesse "rallentato" la sua corsa.Salgono a 35.146 i decessi in Italia.

cms_18525/coronavirus_dueagosto_tabella_us.jpg

cms_18525/Pregliasco.jpg

Se la mascherina in questi mesi di pandemia è diventata un accessorio irrinunciabile, la fantasia italica si è sbizzarrita. Si trovano ormai esemplari in tessuto di ogni foggia e colore. E, con le temperature sempre più elevate, non è raro vedere persone che la indossano in modo curioso: c’è chi la porta su polso, gomito o avambraccio, chi la tiene calata sotto il mento, e chi addirittura come una sorta di bandana sulla fronte. "La mascherina è ancora un presidio importante per proteggere noi stessi e gli altri da Covid-19. E, come ha ricordato il presidente Mattarella in modo autorevole, non dobbiamo confondere la nostra libertà con il diritto far ammalare altri. D’altra parte mi rendo conto che può diventare un problema riporla quando non si indossa. Ma attenzione: la mascherina, se non correttamente gestita, si contamina e diventa alleata del virus", dice all’Adnkronos Salute il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco.

"Se ne vedono ormai di tutti i colori - ammette il virologo - molte persone non sanno proprio dove metterla. Ma indossarla come una bandana o un ’sottogola’ è la cosa peggiore: si contamina e diventa umida con il caldo e il sudore. Poi ce la rimettiamo sul viso e facciamo un regalo al virus". Anche portarla su polso, gomito o avambraccio non va bene. "E nemmeno tenerla in tasca: la parte più contaminata, a meno che non siamo positivi, è quella esterna e dunque così si potrebbe contaminare la tasca". Cosa fare allora? "Sono convinto che la mascherina debba essere gestita come gli occhiali da sole: va usata quando è opportuno e in modo corretto, cioè coprendo naso e bocca, mentre quando non si utilizza va tenuta in un contenitore", conclude Pregliasco.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su