OLTRE 1.400 VITTIME E MIGLIAIA DI DISPERSI AD HAITI

Si teme anche per la tempesta tropicale Grace. Dichiarato lo stato d’emergenza di qui a un mese

1629153941Copertina.jpg

Si aggrava il bilancio delle vittime dopo il devastante terremoto registratosi ad Haiti: i morti sarebbero almeno 1.419 e i feriti oltre 5.700, motivo per cui le strutture ospedaliere sono ormai del tutto congestionate e in forte difficoltà. Ma non finisce qui: alla scossa di magnitudo 7.2 potrebbe seguire nelle prossime ore un’altra calamità naturale, la pronosticata tempesta tropicale “Grace”. Fortunatamente il Centro nazionale degli uragani (Nhc) ne ha declassato la gravità stimata a depressione tropicale.

In realtà, per la precisione, quello registratosi non è stato un singolo terremoto bensì uno sciame sismico, visto che alla prima scossa ne sono seguite – e ne stanno seguendo – diverse altre. L’epicentro è individuato a 8 chilometri da Petit Trou de Nippes, con una profondità di 10 km sotto il livello del suolo.

cms_22852/Foto_1.jpg

Intanto, il primo ministro haitiano Ariel Henry ha proclamato lo stato d’emergenza di qui ai prossimi 30 giorni. C’era da aspettarselo: non solo il terremoto dello scorso sabato è stato più violento di quello che segnò le cronache internazionali nel 2010, ma da qualche tempo il paese è piombato in una grave crisi civile e politica, con l’uccisione, avvenuta un mese fa, del presidente Moise. La popolazione è allo stremo delle forze.

cms_22852/Foto_2.jpg

Il Santo Padre è stato tra i primi a esprimere cordoglio per quanto accaduto e a fare appello al supporto delle potenze mondiali verso un popolo martoriato da molteplici problematiche. “Desidero esprimere la mia vicinanza a quelle care popolazioni colpite duramente dal sisma. - queste le sue parole - Mentre elevo al signore la mia preghiera per le vittime rivolgo la mia parola di incoraggiamento ai sopravvissuti, auspicando che verso di loro si muova l’interesse partecipe della comunità internazionale”.

Anna Maria Stanca

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos