OMICRON,OLTRE META’ INFETTATI NON SAPEVA DI AVERE IL VIRUS:LO STUDIO

In Italia ulteriori 27.296 contagi e altri 147 morti - I dati dalle Regioni -

19_8_2022.jpeg

cms_27207/COVID__MONDO.jpg

Omicron, oltre metà infettati non sapeva di avere il virus: lo studio

Più della metà delle persone infettate da Omicron non sa di aver preso il virus. Un nuovo studio accende i riflettori sul contagio Covid sommerso e offre una nuova stima di quanti incappano in Sars-CoV-2 senza accorgersene per i motivi più diversi, perché asintomatici o perché sottovalutano sintomi che si presentano in forma lieve e così via. Il lavoro pubblicato su ’Jama Network Open’ è stato condotto da ricercatori del Cedars-Sinai Medical Center negli Usa.

cms_27207/Susan_Cheng,.jpgFra chi è risultato aver avuto l’infezione, "più di uno su due", il 56%, "non sapeva di essersi contagiato.

La consapevolezza sarà la chiave per permetterci di andare oltre questa pandemia", ha spiegato Susan Cheng, direttrice dell’Institute for Research on Healthy Aging nel Dipartimento di Cardiologia dello Smidt Heart Institute del Cedars-Sinai e corrisponding author dello studio.

Studi precedenti hanno già stimato che almeno il 25% - e forse fino all’80% - delle persone infette dal coronavirus pandemico potrebbe non manifestare sintomi. Rispetto ad altre varianti di Sars-CoV-2, scrivono gli scienziati, la Omicron è associata a sintomi generalmente meno gravi che possono includere affaticamento, tosse, mal di testa, mal di gola o naso che cola. "I risultati dei nostri studi si aggiungono alla prova che le infezioni non diagnosticate possono aumentare la trasmissione del virus", osserva Sandy Y. Joung del Cedars-Sinai e prima autrice dello studio. "Un basso livello di consapevolezza dell’infezione ha probabilmente contribuito alla rapida diffusione di Omicron".

Nell’ambito della ricerca sugli effetti del Covid e sull’impatto dei vaccini, i ricercatori hanno iniziato a raccogliere campioni di sangue dagli operatori sanitari più di due anni fa. Nell’autunno del 2021, appena prima dell’inizio dell’impennata della variante Omicron, i ricercatori hanno ampliato l’arruolamento includendo i pazienti, grazie all’infrastruttura di studio e con il supporto di Sapient Bioanalytics. Tra i sanitari e i pazienti che hanno partecipato alla ricerca, gli scienziati hanno identificato 2.479 persone che avevano fornito campioni di sangue appena prima o dopo l’inizio dell’ondata Omicron e hanno identificato 210 persone che probabilmente sono state infettate da Omicron sulla base dei livelli più recentemente positivi di anticorpi contro Sars-CoV-2 nel sangue.

Successivamente, i ricercatori hanno invitato i partecipanti allo studio a fornire aggiornamenti sullo stato di salute attraverso sondaggi e interviste. Solo il 44% di coloro che avevano gli anticorpi anti-Sars-CoV-2 recentemente positivi era consapevole di essere stato infettato dal virus. La maggioranza (56%) non era a conoscenza di alcuna recente infezione da Covid. Dei partecipanti allo studio che non erano a conoscenza, solo il 10% ha riferito di avere avuto di recente sintomi, attribuiti a un comune raffreddore o a un altro tipo di infezione.

Secondo i ricercatori, sono necessari ulteriori studi che coinvolgano un numero maggiore di persone di diverse etnie e comunità per apprendere quali fattori specifici sono associati alla mancanza di consapevolezza dell’infezione. "Ci auguriamo però che le persone leggano questi risultati" perché "più comprendiamo i nostri rischi, migliore sarà la protezione della salute pubblica e di noi stessi", conclude Cheng.

cms_27207/4.jpg

cms_27207/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 27.296 contagi e altri 147 morti

Sono 27.296 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia, secondo i dati e i numeri Covid - regione per regione - del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano inoltre altri 147 morti. 167.185 i tamponi processati, tra molecolari e antigenici, che fanno rilevare un tasso di positività pari al 16,3%. Calano i pazienti ricoverati in terapia intensiva in totale , 268 (-20) e i ricoveri ordinari, 7.025 in totale (-314).

cms_27207/italia.jpg

I dati dalle Regioni

(Bollettino Covid - 18 Agosto 2022)

LOMBARDIA

Sono 3.029 i nuovi contagi da coronavirus oggi 18 agosto 2022 in Lombardia, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 16 decessi. I nuovi casi di positività a fronte di 21.769 tamponi effettuati, di cui è risultato positivo il 13,9%. In totale 42.014 decessi da inizio pandemia. In terapia intensiva sono ricoverate 20 persone, 7 meno di ieri. Diminuiscono i pazienti anche nei reparti Covid ordinari: oggi 884 (-7).

Nel Milanese i nuovi casi sono 808, di cui 303 nella città capoluogo. Seguono le province di Brescia (+445), Varese (+266), Bergamo (+265), Monza e Brianza (+231), Mantova (+205), Pavia (+175), Cremona (+169) e Como (+164). Incremento a due cifre negli altri territori della Lombardia: i contagi sono 98 a Lodi, 66 a Sondrio e 58 Lecco.

LAZIO

Sono 1.952 i nuovi contagi da covid nel Lazio secondo il bollettino di oggi, 18 agosto. Si registrano inoltre altri 6 morti. I nuovi casi a Roma sono 834. Oggi nel Lazio "su 3.127 tamponi molecolari e 10.729 tamponi antigenici per un totale di 13.856 tamponi, si registrano 1.952 nuovi casi positivi (-829), sono 6 i decessi (-15), 729 i ricoverati (-34), 46 le terapie intensive (-4) e +5.513 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14%", evidenzia l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino Covid quotidiano. Nel dettaglio i decessi e i contagi nelle ultime 24 ore nelle aziende sanitarie regionali. Asl Roma 1: sono 264 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl Roma 2: sono 331 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl Roma 3: sono 239 i nuovi casi e 1 decesso; Asl Roma 4: sono 84 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl Roma 5: sono 138 i nuovi casi e 2 i decessi; Asl Roma 6: sono 157 i nuovi casi e 1 decesso. Nelle province si registrano 739 nuovi casi: Asl di Frosinone: sono 290 i nuovi casi e 1 decesso; Asl di Latina: sono 300 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl di Rieti: sono 67 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl di Viterbo: sono 82 i nuovi casi e 1 decesso.

TOSCANA

Sono 1.204 i nuovi contagi da covid in Toscana secondo il bollettino di oggi, 18 agosto. Si registrano inoltre altri 11 morti. ’’In Toscana sono 1.364.093 i casi di positività al Coronavirus, 1.204 in più rispetto a ieri (214 confermati con tampone molecolare e 990 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 1.269.225 (93% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 1.224 tamponi molecolari e 7.943 tamponi antigenici rapidi, di questi il 13,1% è risultato positivo. Sono invece 1.809 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 66,6% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 84.279, -0,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 412 (32 in meno rispetto a ieri), di cui 17 in terapia intensiva (2 in meno). Oggi si registrano 11 nuovi decessi: 5 uomini e 6 donne con un’età media di 85,1 anni’’. Lo comunica la Regione Toscana.

SARDEGNA

Sono 717 i nuovi contagi da covid in Sardegna secondo il bollettino di oggi, 18 agosto. Si registrano inoltre altri 4 morti. 663 i casi diagnosticati da antigenico. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 3074 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 12 ( + 1 ) mentre i pazienti ricoverati in area medica sono 127 ( - 5 ) e 16.169 sono i casi di isolamento domiciliare ( - 1324 ). Si registrano 4 decessi: una donna di 89 anni, residente nella provincia di Nuoro; una donna di 85 anni e due uomini di 89 e 94, residenti nella provincia del Sud Sardegna. Lo rende noto la Regione Sardegna

ABRUZZO

Sono 1.200 i nuovi contagi da covid in Abruzzo secondo il bollettino di oggi, 18 agosto. Si registrano inoltre altri 8 morti. Il totale dei casi dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti – è di 528.207. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 8 nuovi casi (di età compresa tra 42 e 96 anni, di cui 1 risalente ai giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl) e sale a 3.600. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 499891 dimessi/guariti (+1667 rispetto a ieri). Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità precisando che gli attualmente positivi in Abruzzo sono 24716 (-475 rispetto a ieri). Di questi, 196 pazienti (-21 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 7 (-1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre i restanti sono in isolamento domiciliare. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1139 tamponi molecolari (2442028 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 4084 test antigenici (4205727).

BASILICATA

In Basilicata sono 307 i nuovi casi di Sars Cov-2, su un totale di 1.189 tamponi eseguiti, e non si registra alcun decesso per Covid-19. Sono i dati del bollettino della task force regionale riferito alle ultime 24 ore. Nello stesso report sono state registrate 321 guarigioni. Prosegue il calo dei ricoverati per Covid-19, sono 37 di cui 1 in terapia intensiva: 17 (di cui 1 in TI) nell’ospedale di Potenza; 20 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 8.385.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram