ONU,FAME: PEGGIORA LA NUTRIZIONE NEL MONDO ARABO

1639716039ONU,FAME_PEGGIORA_LA_NUTRIZIONE_NEL_MONDO_ARABO.jpg

cms_24158/1.jpgLa fame e la cattiva alimentazione nei paesi arabi sono cresciute negli ultimi due decenni, ha avvertito giovedì un nuovo rapporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, sollecitando cambiamenti radicali ai sistemi agroalimentari della regione per renderli sostenibili.

Un totale di 69 milioni di persone nel mondo arabo non hanno avuto abbastanza da mangiare l’anno scorso - un aumento del 91,1% dal 2000, secondo la Panoramica regionale della FAO sulla sicurezza alimentare e la nutrizione del 2021 del Vicino Oriente e del Nord Africa.

cms_24158/2_1639714293.jpg"I conflitti continuano a essere una delle principali cause di fame nella regione, con circa 53,4 milioni di persone che soffrono la fame nei paesi e nelle aree colpite dal conflitto", ha affermato Abdulhakim Elwaer, Vice Direttore Generale della FAO e Rappresentante Regionale per il Vicino Oriente e il Nord Africa.

"Questo è più di sei volte superiore a quello dei paesi non in conflitto", ha aggiunto Elwaer, avvertendo: "Quest’anno potrebbe non esserci alcun miglioramento visibile della situazione.

Oltre a lunghi conflitti, povertà, disuguaglianza e disordini sociali, cambiamenti climatici, scarse risorse naturali e crisi economica innescata dalla pandemia di COVID-19 hanno tutti alimentato la fame, secondo il rapporto.

cms_24158/000.jpeg

Quasi un terzo della popolazione della regione, che conta 141 milioni di persone, ha sperimentato un’insicurezza alimentare moderata o grave nel 2020, oltre 10 milioni in più rispetto al 2019 (pre-pandemia), osserva il rapporto.

Tuttavia, anche prima della pandemia di COVID-19, la regione araba non era sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi relativi alla fame e alla nutrizione nell’ambito degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, ha osservato la FAO.

L’anno scorso, il 20,5% dei bambini arabi di età inferiore ai cinque anni era rachitico e il 7,8% era deperito.

"Sebbene ci siano stati alcuni progressi nella riduzione della malnutrizione infantile negli ultimi due decenni, rimane ancora fonte di preoccupazione per i responsabili politici della regione, in particolare nei paesi a basso reddito", ha evidenziato Elwaer.

Eppure, mentre alcuni bambini della regione sono malnutriti, a causa della cattiva alimentazione, oltre il 10% dei bambini pesa troppo.

"Il sovrappeso infantile rimane un grave problema di salute pubblica nella regione, superando la media globale del 5,7% e raggiungendo il 10,7% nella nostra regione", ha affermato Elwaer.

E la regione è anche gravata dall’obesità degli adulti, ha avvertito Elwaer.

cms_24158/00.jpgL’obesità tra gli adulti è in costante aumento nei paesi arabi dal 2000 e ha raggiunto il 28,8 percento nel 2020, più del doppio della media globale del 13,1 percento.

La regione araba è ora la terza più obesa al mondo, dopo il Nord America con il 36,7 percento e l’Australia e la Nuova Zelanda con il 30,7 percento.

Il nuovo rapporto identifica la serie interconnessa di cause alla base della fame e della malnutrizione nella regione araba e chiede compromessi politici che potrebbero portare a sistemi agroalimentari più inclusivi, efficienti e resilienti che garantiscano un’alimentazione sana a sufficienza per tutti durante tutto l’anno .

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos