PANE E LIBERTÀ

Francesco interviene all’incontro dei movimenti popolari

1634702774PAPA_incontro_dei_movimenti_popolari_ottobre_2021.jpg

cms_23538/0.jpg"I cambiamenti in atto segnano punti di non ritorno, punti di svolta. Per questo ritornare agli schemi precedenti sarebbe davvero suicida". Il tema del lavoro suscita molta preoccupazione nell’immediato post pandemia. L’effetto devastante del virus ha cambiato radicalmente il mondo del lavoro, rendendolo maggiormente vulnerabile per gli stessi lavoratori. Dinanzi a tante difficoltà, la dottrina sociale della chiesa impone un’attenta riflessione su uno degli elementi cardini della dignità umana. Purtroppo, assistiamo sempre più frequentemente a lavoratori sotto pagati e senza garanzie per il futuro. Questo circolo vizioso, alimentato per anni, ha gettato nel baratro svariate giovani famiglie, che nel momento di difficoltà non sono state in grando di reagire. Pertanto, occorre trovare la quadra, sforzandosi di ravvivare un nuovo modello umano basato su valori basilari come ad esempio, salario minimo e riduzione della giornata lavorativa. Due concetti che ad oggi sembrano utopici viste le condizioni che la società impone. Partendo da tutto questo, Bergoglio avverte l’esigenza di richiamare i governanti alla misericordia: "Occorre un gesto di umanità, permettendo ad ogni paese di avere libero accesso al vaccino".

cms_23538/foto_1.jpeg

Il Vaticano spinge molto sulla somministrazione dei vaccini, perché garantirebbe uguaglianza a livello mondiale. La disparità disarmante tra le varie nazioni è qualcosa di crudele, in quanto nel 2021 tutti gli esseri umani devono avere i medesimi diritti. Infatti, servono risposte concrete a temi importanti e la chiesa deve farsi garante. I vescovi devono collaborare attivamente interrogando le aziende locali. Il piano di sviluppo del lavoro deve essere pianificato a tavolino concentrando tutte le forze. Bisogna ripartire dal salario (garantito un minimo per tutti) e gli orari di lavoro devono essere flessibili in modo tale da poter far riprendere la vita. Questo esperimento è ben riuscito nei paesi del nord Europa, ottenendo ottimi risultati in chiave di risultati, generando grande entusiasmo tra i lavoratori. Il fattore dominante è proprio questo, se si riesce a creare entusiasmo i dipendenti sono predisposti a produrre molto di più. In Italia questo concetto è lontano anni luce, sopratutto nelle grandi aziende. Siamo consapevoli che tutto questo possa rappresentare solo un sogno, ma con la tenacia di molti si possono gettare le basi per un futuro stabile e proficuo.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos