PERCHE’ GIUSEPPE DE NITTIS COMPRO’ UNA CARROZZA?

1628822995Perche__Giuseppe_De_Nittis_compro_una_carrozza.jpg

cms_22817/1.jpgGiuseppe De Nittis nacque a Barletta nel 1846. Rimasto presto orfano, i suoi genitori furono i facoltosi nonni paterni.

Il suo carattere era indipendente e volitivo e riuscì, contro il loro volere, a studiare e dedicarsi alla pittura.

Dapprima a Napoli, all’Accademia, ma De Nittis mal sopportava regole e tradizioni, voleva essere “realista”, dipingere la realtà che lo circondava e sperimentare le tecniche impressioniste.

Si spostò a Firenze e assorbì lo stile dei macchiaioli, girò tutta l’Italia fino a che, nel 1867, si trasferì a Parigi.

cms_22817/2_1628821322.jpg

Conobbe una persona che farà la sua fortuna, perché in grado di guidarlo, di indirizzare il suo talento verso uno stile personale, senza scimmiottare altri stili e pittori, e lo introdusse nel giro delle persone che contavano: Léontine Lucile Gruvelle, che divenne in breve sua moglie.

cms_22817/3.jpg

Divenne famoso e addirittura insignito della Legion d’Onore con i governi che gli commissionarono opere.

cms_22817/4.jpg

Giuseppe De Nittis amava catturare momenti di vita per la strada e acquistò una carrozza che trasformò in “atelier”. In carrozza, senza che lo vedessero, poteva disegnare e raccogliere immagini per i suoi quadri come fosse un fotografo invisibile.

cms_22817/5.jpg

Un ictus lo colpì il 24 agosto del 1884 a soli 38 anni.

“Se mio figlio un giorno mi dovesse domandare dove trovare la felicità, gli risponderei: «Sii pittore, ma siilo come me.»”

cms_22817/6.jpg

Non sappiamo se il figlio fece in tempo a chiederglielo, ma sappiamo che era un uomo felice di essere destinato alla pittura.

Andrea Giuseppe Fadini

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos