PERSONE, PIANETA E PROSPERITÀ

Da Matera, l’agenda italiana del G20 per affrontare le sfide globali dell’umanità

1624929041G20_I^_28_6_2021.jpg

cms_22349/0.jpgDopo il benvenuto alle delegazioni estere, dato ieri al Castello Svevo di Bari dal Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, il G20 di Matera entra nel vivo, oggi, all’insegna delle ‘Persone’, del ‘Pianeta’ e della ‘Prosperità’. Il forum internazionale delle principali economie mondiali, si riunisce nella città patrimonio mondiale dell’UNESCO per discutere di alcune sfide globali che impattano sulla vita e il benessere dell’umanità. La Pandemia da Coronavirus ha messo in evidenza una lezione fondamentale per l’intera società: i problemi locali (per esempio, il covid-19 nato in Cina) possono trasformarsi in una di queste sfide globali. Ma quali saranno le risposte dei ‘20 grandi della terra’ a una società sempre più alle prese con problemi endemici quali la povertà, la fame nel mondo, i cambiamenti climatici, le disuguaglianze e il terrorismo? Il multilateralismo, sicuramente, è uno strumento di cui avvalersi per affrontare queste sfide globali, considerato il potere decisionale, politico ed economico del G20. Solo per dare alcune cifre, Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, India, Indonesia, Italia, Messico, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Sud Africa, Turchia e Unione Europea, detengono più del 80% del PIL mondiale e il 75% del commercio globale, rappresentando, inoltre, il 60% della popolazione del pianeta.

cms_22349/Foto_1.jpg

Ma come funziona il G20? Il G20 non ha un segretariato permanente: l’agenda del Gruppo e le sue attività vengono stabilite dalla Presidenza di turno, anche in collaborazione con gli altri Paesi membri. Per assicurare la continuità dei lavori è stata istituita una “Troika”, composta dal Paese che detiene la Presidenza, il suo predecessore ed il suo successore. La Troika è attualmente composta da Arabia Saudita, Italia e Indonesia. L’agenda dei lavori di Matera, prevede una riunione dei Ministri degli Esteri e una sessione congiunta dei Ministri degli Esteri e dello Sviluppo del G20. La riunione dei Ministri degli Esteri sarà̀ articolata in due sessioni.

cms_22349/Foto_2.jpg

La prima riguarderà̀ il tema della governance globale e del multilateralismo, strumento chiave per affrontare le principali sfide globali e promuovere una ripresa sostenibile e resiliente, mentre la seconda sarà̀ dedicata alle relazioni con il continente africano, con focus tematico sullo sviluppo sostenibile e verterà̀ sulle misure di policy più appropriate in alcuni importanti settori tra cui quelli dell’inclusione di giovani e donne, degli scambi commerciali, della lotta ai cambiamenti climatici e della transizione energetica. La lotta mondiale al Covid, ha fatto riflettere molto circa l’importanza di collaborare a livello internazionale, trovando misure comuni alla risoluzione dei problemi che non devono essere, al contrario, “nazionalizzati”. Per questo, la Presidenza italiana (di truno) del G20 ha deciso di sviluppare un’agenda che avesse come riferimento i tre pilastri "People, Planet, Prosperity", uniti con il filo conduttore del "build back better", volto a promuovere una ripresa sostenibile, inclusiva e resiliente.

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos