PER GLI AZZURRI ALTRE 7 MEDAGLIE A RIO TRA CICLISMO E NUOTO

ORO CECCHETTO E ARGENTO CON ZANARDI, MAZZONE, MORLACCHI (2) E BETTELLA. BRONZO PER LA PORCELLATO

1474108702Paralimpiadi-Rio-2016.jpg

Dopo otto giornate, alle Paralimpiadi di Rio, l’Italia è a quota 32 medaglie con 8 ori, 14 argenti e 10 bronzi. Di seguito si riportail riepilogo delle medaglie conquistate dagli azzurri suddiviso giornalmente.

9 Settembre (2 giornata)

cms_4515/01.jpg

Dopo la giornata inaugurale (senza podio) dei Giochi Olimpici di Rio 2016, arriva la prima medaglia anche per l’Italia. A conquistarla è il padovano Francesco Bettella, che sale sul secondo gradino del podio, nei 100 dorso S1 con il tempo di 2’27”06, dietro all’ucraino Hennadii Boiko (2’08”11).

Ero molto emozionato – ha commentato Bettella, all’Aquatics Center, a fine gara - e ho cercato di concentrarmi solosu me stesso. Sono contento perché sono due anni che lavoro su questa gara che dedico alla mia allenatrice Federica Fornasiero e a tutti gli allenatori della mia società”.

cms_4515/foto__2.jpg

Sempre nel nuoto, l’Italia conquista un altro argento con Federico Morlacchi, nei 400 stile libero S9 con il tempo di 4’17”91. Il 22enne italiano, al suo primo argento paralimpico (3 bronzi paralimpici a Londra, nel 2012, per lui), deve arrendersi solo al favorito australiano Brenden Hall, che vince in 4’12”73.

10 Settembre (3 giornata):

cms_4515/3.jpg

Altre 2 medaglie conquistate dagli azzurri, entrambe nel triathlon. Si tratta dell’argento di Michele Ferrarin, nel Triathlon maschile PT2 (1:12:30), finito dietro al britannico Andrew Lewis (oro, con il tempo di 1:11:49) e del bronzo vinto dal sardo Giovanni Achenza (1:01:45) nella categoria Pt1 preceduto dagli olandesi Jetze Plat (oro, 59’31") e Geet Schipper (argento, 1h01’30").

11 Settembre (4 giornata)

cms_4515/4.jpg

Altre 4 medaglie (2 argenti e 2 bronzi) in questa quarta giornata di paralimpiadi, tre delle quali arrivano dalla piscina. La forte nuotatrice Cecilia Camellini, grande protagonista a Londra 2012 (2 ori e 2 bronzi) conquista l’argento nei 400 stile libero S11 in 5’16’’36, dietro l’olandese Bruisma (5’15’’08).

Altro argento arriva nel salto in lungo T42, con Martina Caironi, finita alle spalle della forte tedesca Vanessa Low (4,93) capace di superare per ben due volte il record mondiale.

Infine arrivano i bronzi di Vincenzo Boni nei 50 dorso S3 e Giulia Ghiretti (alla sua prima Paralimpiade) nei 100 farfalla S4.

12 Settembre (5 giornata)

cms_4515/5.jpg

Ancora una valanga di medaglie (6) in questa giornata.Arriva il primo oro, anche per gli azzurri, grazie a Federico Morlacchi, autore di una bella rimonta nel finale dei 200 misti SM9. Poi, due argenti, con Giulia Ghiretti (alla sua seconda medaglia a Rio) nei 100 rana SB4 e Oney Tapia nel lancio del disco della categoria F11. Infine tre bronzi, con Giada Rossi (prima Paralimpiade per lei), nel tennis tavolo classe 2, che vince la sua finalina contro la tailandese Bootwansirina con il punteggio di 12-10 11-0 11-9, Mohamed Kalem, nel tennis tavolo classe 9, che batte nella finalina, lo spagnolo Perez Gonzalez con il punteggio di 11-7 11-8 11-6 e la coppia Elisabetta Mijno e Roberto Airoldi, nel tiro con l’arco ricurvo misto, conquistato ai danni della Mongolia.

13 Settembre(6 giornata)

cms_4515/6.jpg

In giornata l’Italia conquista la seconda medaglia d’oro con Francesco Bocciardo nei 400 stile libero, categoria S6 con il tempo di 5’02"15. Dietro di lui, l’olandese Van Hofgween e il cubano Perez Escalona. “E’ un sogno - ha dichiarato Bocciardo ai microfoni Rai – e ho paura di risvegliarmi

14 Settembre (7 giornata)

Una giornata da ricordare per l’Italia che conquista 6 medaglie di cui 5 (3 ori e 2 bronzi) nel ciclismo.

cms_4515/7.jpg

Iniziamo da Alex Zanardi. L’ex pilota di Formula Uno non finisce di stupire. Infatti, dopo i due ori e l’argento vinti a Londra, conquista la medaglia d’oro nella cronometro H5 con il tempo di 26’36’’81. Gli altri 2 ori, nel ciclismo, arrivano grazie a Vittorio Podestà, categoria H3, che si posiziona con il tempo di 28’19"45, davanti all’austriaco Ablinger (1’06"56) e a Luca Mazzone nella categoria H2, che ha preceduto, con il tempo di 32:07.09, la coppia americana Groulx e Sheridan.

Sempre dal ciclismo arrivano per l’Italia anche 2 medaglie di bronzo: Giancarlo Masini (28’47"83) nella cronometro C1, preceduto dal tedesco Michael Teuber e dal canadese Wilson Ross e Francesca Porcellato nel Time Trial H1-2-3 con il tempo di 34:20.48 alle spalle della britannica Darke (33:44.93) e della statunitense Dana (33:57.48).

cms_4515/8.jpg

La quarta medaglia d’oro della giornata arriva nel getto del peso femminile, F11/12. Si tratta dell’azzurra Assunta Legnante che raggiunge la misura di 15,74 metri davanti all’uzbeka Safiya Burkhanova (15,05) e alla messicana Rebeca Valenzuela Alvarez (13.05).

15 Settembre (8 giornata)

Ancora una giornata superlativa per gli azzurri che conquistano 7 medaglie: 4 nel ciclismo e 3 nel nuoto. Cominciamo dall’eterno Alex Zanardi. Il 49enne azzurro, ex pilota di Formula Uno, è ancora protagonista a Rio con l’argento conquistato nelle prove in linea H5, alle spalle del sudafricano Ernst Van DyK (oro). Stessa sorte ha seguito Luca Mazzone (argento) che, reduce dall’oro del giorno precedente, nelle prove in linea H2, è battuto, in volata, dall’americano William Groux.

cms_4515/foto_9_.jpg

Francesca Porcellato, invece, ottiene un bronzo nella Road Race H1/2/3/4, preceduta, in volata, dalla tedesca Reppe e dalla sudcoreana Lee. E’, per la veneta, la seconda medaglia in due giorni e la 13ma, in totale, partendo dai Giochi di Seoul del 1988. Inoltre, nel ciclismo su strada H3, Paolo Cecchetto conquista l’ottavo oro, per gli azzurri, precedendo il tedesco Maximilian Weber e il canadese Charles Moreau.

cms_4515/Federico_Morlacchi.jpg

Nel nuoto, invece, arrivano 2 argenti con Federico Morlacchi (alla sua quarta medaglia), nei 100 metri farfalla e nei 100 rana S9 preceduto rispettivamente dal greco Dimosthenis Michalentzakis e dallo spagnolo Salguero.

cms_4515/foto_10.jpg

Infine, la 32ma medaglia conquistata dall’Italia, arriva grazie a Francesco Bettella (argento in 1’12’’49) nei 50 dorso S1, finito alle spalle dell’ucraino Hennadii Boiko (1’00″85).

16 Settembre (9 giornata)

cms_4515/11.jpg

Nono oro per il clan azzurro. Si tratta del Dream Team composto da Alex Zanardi, Luca Mazzone e Vittorio Podestà nella staffetta mista della Handbike. I tre atleti hanno preceduto Stati Uniti e Belgio. Un bronzo, invece, arriva nella prova di ciclismo in linea c1-2-3 con Fabio Anobile che si piazza dietro al tedesco Steffen Warias e del belga Kris Bosmans.

R.L.

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App