PROFUGHI IN FUGA DALL’UCRAINA

Onu ne stima 5 milioni

164627522960_UCRAINA-RUSSIA,VENTI_DI_GUERRA.jpg

cms_25041/1.jpgIl commissario per gli affari interni dell’UE, Ylva Johannsson, così si è espressa a Varsavia nel tentativo di intravedere possibili misure di intervento del governo, se necessario: "L’attenzione si è concentrata sulla pianificazione di emergenza per la situazione molto pericolosa in Ucraina.

Dobbiamo essere preparati se ci sarà un massiccio afflusso di rifugiati ucraini nell’Unione Europea.

E la Polonia è, ovviamente, un paese chiave".

La commissaria europea agli Affari Interni, rispondendo ad una domanda sulla stima di persone, che in fuga dall’Ucraina, potrebbero arrivare nei Paesi dell’UE, ha fatto presente che sia estremamente difficile fare pronostici, l’Onu raccomanda di prepararsi ad accogliere 5 milioni di persone.

L’Unione Europea si sta preparando ad accettare i rifugiati dall’Ucraina e anche la Polonia, un paese frontaliere, si dice disposta ad accettarli.

Grazie alla grande catena di solidarietà che si è messa in moto negli ultimi giorni, sono arrivati in Italia i primi ucraini in fuga dalla guerra. Per molti bambini è l’unica possibilità di mettersi in salvo, visto che i padri in età arruolabile non possono lasciare il PaeseI bambini hanno con sé orsacchiotti, peluche e poco altro. È tutto quello che sono riusciti a portare scappando dalla guerra. Il bus che è arrivato a Napoli, aveva circa cinquanta posti, dopo un viaggio estenuante dalla frontiera polacca, dove un gruppo di bimbi è arrivato a piedi, da soli, come ci racconta questa mamma che è andata a prenderli al confine. "Sono arrivati da soli in Polonia e sono stati accolti dai volontari, che hanno dato loro vestiti nuovi, erano tutti bagnati dalla pioggia, senza mangiare per due giorni. E’ stato terribile aspettarli e sapere che erano da soli, ma ce l’abbiamo fatta".

cms_25041/2_1646275020.jpgSono decine di migliaia gli ucraini bloccati giorno e notte nelle loro auto in strade e autostrade intasate. Tutti cercano di poter lasciare il paese e fuggire dall’invasione russa. Ore e ore per percorrere appena 20 chilometri e raggiungere il confine polacco attraverso il distretto di Mostyska.

Dice una giovane donna in fuga "Siamo in viaggio da molto tempo, da circa sei-sette ore. E’ incredibile, assurdo. C’è un coda pazzesca di macchine, ma non sappiamo come lasciare il paese. In realtà io non voglio andarmene ma sono costretta a farlo a causa degli invasori e devo fuggire il prima possibile.”

Quelli più fortunati che riescono ad arrivare in Polonia si ritrovano però senza un posto dove andare. Molti dormono in auto o sui mezzi pubblici. Quelli che oggi attraversano il confine non sanno quando potranno tornare nel loro paese. Sperano che lasciare l’Ucraina sia una soluzione temporanea. C’è chi prega di ritrovare i propri affetti, la propria casa molto presto. Chi invece versa solo lacrime di disperazione di fronte a un destino già segnato.

Anna Maria Stanca

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos