PUGLIA E ARMENIA, RELAZIONI AD ALTO POTENZIALE

Intervista all’Ambasciatore Tsovinar Hambardzumyan (parte II^)

1633311157PUGLIA_E_ARMENIA,_RELAZIONI_AD_ALTO_POTENZIALE_II.jpg

Eccellenza, in questi giorni la Repubblica di Armenia ha celebrato il 30° anniversario dell’indipendenza, ricorrenza che viene solitamente festeggiata a Roma. Come mai quest’anno avete spostato la commemorazione a Venezia?

30 anni fa, il popolo armeno fece la scelta di decidere il proprio destino gettando le basi per la realizzazione della Repubblica indipendente di Armenia. La strada per giungere alla costruzione dello Stato è stata difficile, piena di molte pagine gloriose ma anche di sfide. Non solo abbiamo resistito, ma nel corso di tutte queste prove siamo rimasti fedeli ai valori universali: democrazia, libertà, stato di diritto.

cms_23365/Foto_1.jpg

Per noi Armeni Venezia è una città molto importante e quindi era emblematico celebrare questo importante traguardo della nostra sovranità di Stato, il 30° Anniversario dell’Armenia indipendente, al Collegio Moorat-Raphael di Venezia. Proprio in questo focolare educativo e culturale hanno studiato e insegnato rinomati armeni come il filologo, teologo, poeta, storico, geografo, traduttore armeno padre Ghevond Alishan, i poeti armeni Daniel Varujan, Tovmas Terzian, lo scrittore Arpiar Arpiaryan, l’attore Vahram Papazian, i pittori Zareh Mutafyan e Edgar Chahine, lo scultore Hakob Papazyan e molti altri illustri personaggi che hanno fatto conoscere l’armenità al mondo. È proprio qui è stata istruita la prima generazione dell’Armenia indipendente, quando nel 1991 il Collegio all’interno delle sue mura ha ospitato studenti provenienti dall’Armenia che a tutt’oggi sono al servizio della Patria… Grazie all’attività delle istituzioni sparse in tutto il mondo, quale la Congregazione Mechitarista, che ha svolto per secoli il ruolo di “baluardo” della cultura armena, abbiamo ripristinato il nostro Stato indipendente dopo ben mille anni.

Questa è stata la sua prima visita in Puglia? Quali impressioni e sensazioni le ha dato nostra terra?

In verità non si è trattato della mia prima visita in Puglia: sono già stata qui anni fa come turista. E considero questa esperienza molto importante perché quando vieni in veste ufficiale non hai la possibilità di vedere e riconoscere il luogo. Questa volta sono stata in Puglia per partecipare all’inaugurazione del Salento Film Festival, dove c’era un film armeno, “La porta del paradiso”. Come nella mia prima visita, anche nella seconda Bari si è rivelata meravigliosa.

Bari e la Puglia hanno in comune con l’Armenia una storia di parecchi secoli che risale con certezza all’anno 941 e più di recente agli anni immediatamente successivi al Genocidio Armeno con la fondazione del Villaggio Nor Arax e la fabbrica di Tappeti.

In che modo iniziative culturali come quella tenuta a Bisceglie e l’incontro con il sindaco della città di Angarano potrebbero contribuire a rafforzare i rapporti tra Armenia e territorio Pugliese?

Sono stata molto contenta che il Salento Film Festival quest’anno si sia svolto nella città di Bisceglie, è stata per me un’esperienza nuova. L’incontro con il sindaco di Angarano è stata un’altra esperienza importante, perché abbiamo potuto discutere dei temi e campi di comune interesse.

cms_23365/Foto_2.jpeg

Come due paesi con antichissima cultura, penso che l’attenzione principale debba essere posta sulla diplomazia culturale. Dobbiamo non solo presentare continuamente le peculiarità nazionali armene in Puglia, ma anche rivelare e focalizzarci sulle comunanze, comprese le comuni tradizioni religiose. Fortunatamente, i nostri popoli condividono gli stessi valori e tradizioni cristiane, quindi dobbiamo continuare a costruire su tale fondamento.

Il secondo fattore importante è presentare l’Armenia e la Puglia come destinazioni turistiche interessanti. Devo ammettere che Puglia è un po’ fuori mano rispetto ai viaggi tradizionali, il che non è giustificato. Questa zona ha spiagge di eccezionale bellezza nonché un patrimonio artistico-architettonico invidiabile.

Ci auguriamo che i voli di Ryanair, sospesi lo scorso anno a causa della pandemia, vengano ripristinati tra i nostri Paesi.

In termini di intensificazione dei contatti tra Armenia e Puglia, consideriamo la cooperazione decentrata tra le comunità. Penso che vari aspetti della vita in Puglia abbiano molto in comune con le realtà armene, soprattutto quando si tratta di buon cibo, ospitalità, genuinità dei prodotti, ricche tradizioni artigianali, negozi, caffè, ristoranti, chiese e paesaggi incontaminati, abbondanza di riti religiosi e rispetto delle tradizioni, delle feste, della natura affascinante, del ricco patrimonio storico e culturale.

La nostra ambasciata è sempre pronta ad avviare e sostenere ogni tipo di iniziativa per avvicinare i due popoli amici.

Intervista all’Ambasciatore Tsovinar Hambardzumyan (parte I^)

https://internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99ARMENIA,_LA_SUA_STORIA_LE_SUE_RIVENDICAZIONI_23354.html#.YVpBSppByR8

Carlo Coppola

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram