Pebble Beach premia l’eleganza del “made in Italy”

L’Alfa Romeo 8C 2900B Touring eletta auto da collezione più bella del mondo

Alfa_Romeo_8C_2900B_Touring_eletta_auto_da_collezione_più_bella_del_mondo.jpg

Il Concours d’Elegance si svolge dal 1950 a Monterey, in California, e ogni anno chiama a rassegna le auto d’epoca più belle del mondo per un concorso che, contrariamente alle convenzionali gare d’auto, non si vince in velocità bensì in eleganza.

Si tratta dell’evento più glamour legato al mondo delle auto, diventato appuntamento imperdibile per appassionati e investitori sempre più convinti della solidità di questo tipo di investimento.

Centinaia di auto d’epoca di alta classe, valutate come gioielli costosissimi, si ritrovano a sfilare in una passerella immaginaria solo per facoltosi collezionisti che in un vortice di offerte al rialzo decretano il successo di una rassegna che, in questa 68esima edizione, ha radunato auto per un valore stimato complessivo di 1,5 miliardi.

cms_10097/2.jpg

La stima, realizzata da analisti del settore e riportata su magazine specializzati, tiene conto del valore degli esemplari esposti in vendita durante le aste che precedono la corsa e delle auto esposte sul green del golf club di Pebble Beach nei giorni del concorso.

Ma l’aspetto singolare di questo evento, che nel fine settimana appena trascorso ha richiamato più di 20mila appassionati, è che non si svolge in un unico luogo. Coinvolgendo varie location, resort, circoli privati, e ville miliardarie con annessi aeroporti e jet privati, il Tour D’Elegance riesce a far rivivere l’antica storia del luogo che lo ospita. Decenni prima che i collegamenti di golf si estendessero lungo le coste dell’Oceano Pacifico, quest’area era conosciuta per la sua guida panoramica che si snodava per chilometri attraverso la foresta di pini e cipressi e conduceva nella bellissima baia a forma di mezzaluna. Lungo le vie del percorso di gara capita, con inattesa facilità, di trovare una Ferrari da competizione ferma davanti al supermercato, una Bugatti degli anni ’30 in attesa al semaforo o di essere superati, come dentro a un film, da una Abarth 850 TC, tutti esemplari dal valore inestimabile che conoscono l’asfalto solo nelle occasioni che contano.

cms_10097/3.jpg

La gara, che si svolge al culmine di una settimana di eventi che trasforma Peeble Beach in una fiera di eccellenza dei motori, ha premiato l’Alfa Romeo 8C 2900B Touring Berlinetta che, grazie all’eleganza delle sue linee, è riuscita a sbaragliare la concorrenza confermando la classe, l’originalità ed il pregio del made in Italy.

Questa meravigliosa coupé a tetto fisso si era già fatta notare a Pebble Beach per aver vinto la sua categoria nel 2001, quella delle Most Elegance Closed Car. Da allora l’auto è stata sottoposta ad un lungo e accurato restauro per riportarla alle condizioni originali del 1938.

L’Alfa è stata orgogliosamente portata in passerella finale al golf club di Pebble Beach dal suo proprietario David Sydorick, un collezionista che può vantare la proprietà di 20 rare auto d’epoca tra cui una Ferrari Spider Corsa del 1947.

cms_10097/4.jpg

La “miss eleganza” delle auto ha una storia davvero interessante. Fu esposta la prima volta al Salone di Parigi nel 1937 e poi portata, l’anno successivo, a quello di Berlino.

Venduta in Germania, vi era rimasta fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, per poi varcare la Manica in quanto acquistata da un soldato inglese appassionato delle auto della nota casa automobilistica simboleggiata dal Biscione.

Nel 1960 l’auto viene venduta ad un sergente dell’US Army e trasloca oltreoceano.

Dopo essere passata nelle mani di collezionisti italiani ed inglesi, l’auto è diventata proprietà di un appassionato tedesco che l’ha completamente restaurata e presentata, oltre che all’edizione del 2001 di Pebble Beach, ad alcuni eventi europei nel 2003, tra cui il Festival of Speed di Goodwood, l’importante evento di settore ideato da Lord March.

cms_10097/5.jpg

Il successo californiano coincide con quello del marchio "Alfa Romeo" nel mondo, il cui fascino è testimoniato dalle attestazioni di prestigio conseguite nei tornei più prestigiosi come la Coppa d’Oro a Villa d’Este (Alfa Romeo 33 Stradale) e la vittoria al Concorso d’Eleganza di Kyoto (6C 2500 Super Sport Villa d’Este della collezione di Corrado Lopresto).

Il Best of Show 2018 di Pebble Beach elegge un’autentica opera d’arte, bella tra le belle, tra 209 rarità provenienti da 17 Paesi.

Questa Alfa Romeo 8C 2900B Touring ha tutto ciò che si potrebbe desiderare in un’auto: velocità, stile e, perché no, sex appeal - ha dichiarato la Presidente del Concorso, Sandra Button - lo stile Touring è semplicemente magico e, come se non bastasse, il sound del motore è perfetto!”

cms_10097/6.jpg

Qualche ora prima del celebre concorso di eleganza, intanto, si era battuta un’asta da record che aveva visto ancora una volta protagonista un’italiana: con la cifra di 48,405 milioni di dollari (pari

a 41,612 milioni di euro) la Ferrari 250 GTO Scaglietti del 1962 è diventata l’auto più preziosa mai venduta ad un’asta.

Non si è trattato però del record assoluto delle vendite tra collezionisti, che appartiene sempre ad una Ferrari, la GTO del ’63, che secondo la CNBC sarebbe passata di mano privatamente per 70 milioni di dollari. L’auto, oltre a presentare un perfetto stato di conservazione, vanta un passato agonistico di tutto rispetto avendo partecipato come vettura ufficiale per i test alla Targa Florio del ’62 guidata da Phil Hill. Inoltre, lo stesso anno ha portato alla vittoria del campionato italiano il campione Edoardo Lualdi Gabardi.

Maria Cristina Negro

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App