Presidenziali USA: Biden batte Trump in Michigan

Il candidato alla Casa Bianca e il supporto del settore automobilistico

1599777510Copertina.jpg

La campagna elettorale di Joe Biden procede senza esclusioni di colpi, e questa volta la tappa è Detroit, per esattezza la Motor City del Michigan. Qui, il candidato alla Casa Bianca ha deciso di parlare in un parcheggio dello UAW (United Auto Worker), ossia il sindacato dell’auto statunitense, ritornando sul luogo in cui nel 2016 Trump vinse sbaragliando Hilary Clinton. Biden prova quindi a ripercorrere le orme del suo rivale Trump, e un sondaggio gli attribuirebbe in Michigan già il 70% dei voti.

cms_19001/Foto_1.jpg

Detroit ha da sempre svolto un ruolo chiave nelle elezioni presidenziali, proprio per la presenza dei maggiori stabilimenti metalmeccanici, che producono quasi 3 milioni di vetture all’anno. Un’industria che non ha mai smesso di essere uno dei settori di punta del paese a stelle e strisce e che ora Biden prova a portare dalla sua parte nella lotta contro Trump. Infatti, il democratico vicepresidente della Casa Bianca ha promesso maggiori investimenti nel settore e la tutela dei lavoratori dei grandi marchi automobilistici.

Tra le proposte di Biden vi è quella di una sovrattassa del 10% sui profitti delle società statunitensi che producono all’estero e un’imposta di credito del 10% per incoraggiare le aziende automobilistiche a investire in posti di lavoro locali.

Nel suo discorso, Biden prende le distanze dai fallimenti di Trump, dichiarando “Make it in Michigan, Make it in America, investi nelle nostre comunità e nei lavoratori in posti come Warren”. Infatti, Trump è venuto meno alle sue promesse di tutelare i lavoratori americani, non impedendo la chiusura del General Motors di Warren.

Inoltre, da qualche anno in Michigan è salito il tasso di disoccupazione, per poi dimezzarsi negli ultimi mesi proprio grazie alla politica di Biden, che sta provando a invertire il trend negativo.

cms_19001/Foto_2.jpg

Trump segue le mosse di Biden e ne ripercorre le tappe per stare al passo del suo candidato. Infatti, parlerà anche lui in Michigan, per poi atterrare in Pennsylvania. I due candidati alla presidenza nei prossimi giorni visiteranno altri stati per raccogliere consensi.

Nonostante i sondaggi favorevoli e un dilagante ottimismo, i democratici sono molto cauti nel considerarsi vincitori di questo duello dopo la sconfitta di Hilary Clinton nel 2016, anche perché mancano ancora molte tappe decisive prima di tagliare il traguardo.

Francesco Ambrosio

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram