Pubbliche ammissioni di estorsioni

1425439896Aeroporto_Palermo_Punta_Rais_Arresto.jpg

Il Presidente della Camera di Commercio e Vicepresidente della Gesap, la società che gestisce l’aeroporto di Palermo, Dottor Roberto Helg, è stato tradotto nelle patrie galere, nei giorni scorsi, mentre arraffava una tangente di 100mila euro da un ristoratore, affittuario di uno spazio dell’aeroporto, che si era rivolto a lui per la proroga del contratto. Il ristoratore si era rivolto al Vicepresidente della Gesap per ottenere condizioni favorevoli sulla proroga triennale del contratto d’affitto. La richiesta e la consegna del denaro sono state integralmente monitorate dagli uomini della polizia giudiziaria.

cms_1905/Roberto_Helg-2.jpgL’accusa per Roberto Helg è di estorsione aggravata: ha prospettato al commerciante le grandi difficoltà dell’operazione di rinnovo se non supportata dal suo intervento e dal pagamento di 50mila euro in contanti e di 10mila euro al mese per 5 mesi, con il contestuale rilascio, come garanzia dell’impegno, di un assegno in bianco del residuo importo di 50 mila euro. Al sopraggiungere dei militari della polizia giudiziaria nella stanza - studio del Vicepresidente, il Dottor Roberto Helg aveva già ricevuto e messo in tasca l’assegno; sulla sua scrivania c’era anche una busta con 30mila euro in contanti. Interrogato dai Magistrati della Procura della Repubblica, Helg ha fatto ammissioni sulle quali sono in corso indagini. La Camera di Commercio di Palermo ha convocato repentinamente la Giunta esecutiva per assumere «gli eventuali necessari provvedimenti» dopo l’arresto del Presidente, Roberto Helg. Il Comune di Palermo, Confcommercio regionale, la Gesap e la Camera di commercio hanno annunciato che si costituiranno parte civile nel processo.

cms_1905/Orlando.jpgIl Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, esprime "appezzamento per l’operato delle forze dell’ordine e della Magistratura, per questo ennesimo contributo all’affermazione della legalità nella nostra città" e annuncia di avere dato mandato all’avvocatura comunale per la costituzione di parte civile "ove ciò dovesse essere processualmente possibile". Il difensore di Roberto Helg, l’Avvocato Fabio Lanfranca, ha rinunciato al suo incarico "per evidenti ragioni di incompatibilità". Lo stesso legale è anche il difensore di Confcommercio. "Sono fuori Palermo e sto apprendendo, ora dopo ora, sempre nuovi particolari sulla vicenda. Purtroppo ci sono profili di incompatibilità. Ho appreso anche della sua ammissione. E io sono il legale dell’associazione dei commercianti. non posso accettare. Io assisto le vittime degli estorsori, non posso difendere chi ha adoperato la propria carica per estorcere".

Francesco Mavelli

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App