QUIRINALE 2022...QUINTA VOTAZIONE

Draghi sente Berlusconi - Centrodestra: ora nome su scheda, rispunta Casellati - Alle 08,30 riunione Pd, M5S e Leu - Renzi siamo a X Factor

1643345529QUINTA_QUIRINALE,_SI_VOTA_PER_IL_PRESIDENTE_DELLA_REPUBBLICA_ITALIANA.jpg

cms_24599/1.jpg"Tanto tuonò...che piovve", alla fine, dopo varie voci, puntualmente smentite, la telefonata è arrivata. Mario Draghi, ieri, ha chiamato Silvio Berlusconi, ancora ricoverato al San Raffaele, per ’’formulargli i migliori auguri di pronta guarigione’’. A renderlo noto è Forza Italia, all’ora di pranzo mentre alla Camera era in corso il quarto voto per il Colle. ’’Silvio c’è’’, commenta un big azzurro, preoccupato per lo stato di salute del suo leader, che oggi sembra così riapparire sulla scena politica dopo il ’passo indietro’ delle scorsa settimana proprio sul Quirinale.

In molti hanno pensato che proprio questa telefonata, certifichi due cose: innanzitutto, il ritorno in campo del presidente di Fi ma anche il fatto che ’Super Mario’ sia in pista. Da qui la netta senzazione nei capannelli dei parlamentari in Transatlantico che l’ipotesi Draghi sia sempre in piedi e al centro delle trattative tra i partiti. Ipotesi rafforzata dalla ’visita’ di Antonio Tajani al premier a palazzo Chigi. Anche se il coordinatore azzurro si affretta a mettere in chiaro: "La nostra posizione non cambia’’.

Tra gli azzurri il colloquio telefonico tra il Cav e Draghi ha segnato il disgelo tra i due, visto che secondo la vulgata forzista l’ex premier era rimasto male perché pur avendo contribuito in prima persona alla nascita del governo Draghi, l’ex governatore di Bankitalia non si era mai fatto sentire. C’è chi, addirittura, scommette che rotto il ghiaccio Berlusconi possa smarcarsi dal centrodestra e pensare di rivedere il suo ’no’ granitico all’elezione di Draghi al Colle. Non a caso ambienti di Fi hanno subito precisato che ’’nel corso della telefonata non è stato affrontato alcun tema politico’’ e la linea di Berlusconi non cambia: Draghi deve restare a palazzo Chigi per continuare a fronteggiare l’emergenza pandemica e per gestire le risorse del Pnrr. La telefonata, secondo le stesse fonti, è stata quindi considerata un gesto di cortesia apprezzato ma il ’no’ a ’Super Mario’ al posto di Mattarella resta.

cms_24599/2_1643343877.jpgAl quinto scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica, il centrodestra scriverà un nome sulla scheda. E rispunta l’ipotesi legata alla presidente del Senato Elisabetta Casellati. Il vertice del centrodestra, riunitosi nella serata di ieri, ha deciso che nella votazione di oggi (28 gennaio 2022), i grandi elettori del centrodestra indicheranno uno dei nomi di alto livello proposto nei giorni scorsi e ha dato mandato a Matteo Salvini - previa ogni opportuna interlocuzione - di definirlo entro il nuovo vertice delle ore 9 di questa mattina. "Frattini? I nomi sono tanti, non fatemi fare nomi di Tizio e Caio", ha detto il leader della Lega lasciando la Camera dopo il vertice. "Voteremo compatti", ha aggiunto.

cms_24599/3.jpg"Il centrodestra mi ha dato mandato, sono contento della compattezza dell’alleanza, se tutti fanno un passo in avanti e la smettono con i veti, da domani (oggi per chi legge) potete occuparvi di altro e auguri...", ha proseguito rivolgendosi ai cronisti. "Conto che domani (oggi) ci siano dei passaggi risolutivi e definitivi. Io ci conto. Il mio dovere è parlare con tutti, ascoltare tutti. Ho una notte e una mattinata per lavorarci, ci riconvochiamo domani mattina (questa mattina) alle 9, spero che Pd e M5S da domani (oggi) non votino più scheda bianca", ha affermato, senza escludere novità nelle prossime ore.

CENTROSINISTRA

cms_24599/4.jpgNella tarda serata di ieri si è tenuto, a quanto si apprende, un vertice a tre tra Enrico Letta, Giuseppe Conte e Roberto Speranza. Per questa mattina, alle 8.30, è stata convocata un’altra riunione allargata alle delegazioni di Pd, M5S e Leu per decidere l’eventuale reazione se si concretizzerà il nome di Maria Elisabetta Casellati come scelta del centrodestra.

Intanto Peppe Provenzano, vicesegretario del Pd, con un eloquente ’’meglio ribadire’’ ha riproposto il tweet con cui Letta mercoledì ha preso posizione netta nei confronti dell’ipotesi Casellati: "Proporre la candidatura della seconda carica dello Stato, insieme all’opposizione, contro i propri alleati di governo sarebbe un’operazione mai vista nella storia del Quirinale. Assurda e incomprensibile. Rappresenterebbe, in sintesi, il modo più diretto per far saltare tutto", le parole del segretario Dem.

cms_24599/5.jpgRenzi: "L’indecoroso show di chi ha scambiato l’elezione del Presidente della Repubblica con le audizioni di X Factor dimostra una sola cosa: bisogna far scegliere il Presidente direttamente ai cittadini" scrive Matteo Renzi in un post su Facebook. "Stanno ridicolizzando il momento più alto della democrazia parlamentare" aggiunge il leader di Italia Viva.

"Qui siamo alla follia, sono quattro giorni che stiamo votando senza una logica, senza uno schema e abbiamo detto tutti insieme che il centrodestra aveva i numeri e dunque avrebbe dovuto fare una proposta, ma il centrodestra oggi manco ha ritirato la scheda" aveva detto poco prima a Radio Leopolda. "In tutto questo c’è una girandola di voci di incontri secondo le quali si starebbero offrendo cariche in giro, a destra e a manca. Ragazzi, questo è il Parlamento, non il teatrino di X Factor, sono senza parole".

"Sono sconvolto di come il centrodestra non si renda conto che siamo di fronte a una crisi internazionale, a una crisi delle bollette e centinaia di famiglia che mai come in questo momento hanno bisogno di cambiare gli strumenti per la didattica a distanza - aggiunge - e di fronte a tutto questo abbiamo il teatrino, lo show di qualche aspirante leader. Credo che bisogna farsi sentire e dire basta".

Diretta dalla Camera dei Deputati

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos