RILEGGENDO POESIA – MARINA CORONA

Crepuscolo

1635302048R3_ileggendo_POESIA_–_Marina_Corona.jpg

cms_23624/poesia.jpgLa rubrica Lo scaffale di Poesia era (è) un traguardo importante per un autore. Nel giugno 1994 (n. 74) la rivista proponeva, tra altre pubblicazioni, anche Le case della parola, di Marina Corona (I Quaderni del Battello Ebbro 1993, prefazione di Marco Forti).

Chi scrive ha avuto la fortuna di conoscerla (in qualità di giurato) nell’ambito della premiazione del Concorso di Poesia e Narrativa Guido Gozzano – Augusto Monti: Marina – per quanto ovvio – era fra i premiati, così è stato possibile condividere il viaggio e la cena conclusiva di qualche anno fa. Affermava allora Roberto Carifi, nella recensione: “Le case della parola, bella e struggente raccolta di Marina Corona, pone già nel titolo una questione cruciale: quella della dimora e perciò dell’esilio, del nostro abitare nell’ombra, al confine, sotto un cielo di stelle inabissate (una manciata / di stelle / s’inabissa a oriente). Marina Corona sa bene da dove è destino parlare, da quale luogo perduto e tuttavia incancellabile nel cuore fatale della nostra esistenza, conosce l’infanzia che la parola poetica non può tacere, che occorre narrare nella lingua che ammutolisce, impastata da quello che Celan chiamava stento lucore. Dunque Marina Corona appartiene alla ristretta compagine di poeti che un lume perenne, acceso da sempre nella camera oscura della memoria, costringe alla veglia, come i bambini la notte / sanno gli occhi rossi e folli e impallidiscono.

Che cosa abbia visto il suo sguardo, nel tempo in cui tutto ci viene incontro per poi ritirarsi e insegnarci che il nulla lavora contro la nostra gioia, che cosa abbia mai contemplato la sua anima nella casa aurorale della parola, noi non sappiamo.” Alcune notizie biografiche di Marina Corona si possono reperire su https://poesia.blog.rainews.it/2018/11/marina-corona-un-destino-innocente/.

cms_23624/0.jpgMarina Corona è nata a Milano nel 1949 e vissuto a Roma dal 1970 al 1994. Nel 1990 ha vinto il Premio Montale sezione inediti e la sua silloge è stata pubblicata nell’antologia di Scheiwiller All’insegna del pesce d’oro. Del 1993 è il libro di poesie Le case della parola per I quaderni del Battello ebbro. Per Jaca Book ha pubblicato nel 1998 L’ora chiara (Premio Montale sezione editi, Premio Gozzano, Premio Alghero-donna, Premio Circeo-Sabaudia, Premio “Maestrale” – San Marco) e nel 2006 I raccoglitori di luce (finalista premio Montano). Suoi testi poetici sono stati tradotti in spagnolo e inglese. Cura presentazioni di poeti e letterati contemporanei e letture di poesia presso il Circolo della stampa, Archivi del ’900 e La casa della cultura di Milano. Ha pubblicato i romanzi La storia di Mario (Robin, 2013), finalista al Premio Morselli, e La complice (Puntoacapo, 2018). A Milano ha curato cicli di presentazione di poeti e letterati contemporanei, con letture di poesia, presso Il Circolo della Stampa, Archivi ‘900 e la Casa della Cultura di Milano, dove ha curato un ciclo dedicato alla grande poesia femminile e ha tenuto un ciclo dedicato alle avanguardie in poesia. Concludeva Roberto Carifi: “Sappiamo che nella poesia di Marina Corona parla un abisso, sentiamo che il suo cuore ha tremato, che una voce è mancata all’appello, che la domanda d’amore ha dovuto incontrare un silenzio ostinato. Marina Corona ha davvero la poesia nel proprio destino, è una delle rare voci che non si sottraggono al dolore e alla grazia del canto.” Una grande, meritatissima recensione.

CREPUSCOLO

Il giorno si spezza ai balconi
contro le unghie rosse dei gerani
che non graffiano più,
le spighe
più miti splendono
e non bisbigliano,
i versi che ti scrivo
sono farina versata nella sera
mentre una voce attende
e un’altra
è la vuota campana,
se mi salverai
sarà un alito notturno a nutrirci
pane tre volte scavato
nelle vene del cielo,
tenuto addormentato fra le spighe
fino a noi due.

Raffaele Floris

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram