RUSSIA,PUTIN:"1,2 MLN DI PERSONE PER GUERRA" - CHI NON SARA’ RECLUTATO

Russia-mobilitazione-parziale-1,2_MLNALLE_ARI.jpg

Sono 1,2 milioni le persone che la Russia vuole mobilitare per andare a combattere in Ucraina, malgrado il ministro della difesa abbia parlato di 300mila uomini. Lo scrive il sito indipendente russo Meduza, citando fonti vicine ad un ministero del governo di Mosca. Le autorità "raccomandano di mantenere al minimo il reclutamento" nelle capitali delle regioni russe, ma di prendere gli uomini "nelle zone rurali, dove non ci sono media, nessuna opposizione, e più sostegno (alla guerra)", riferiscono le fonti. A Mosca si prevede di prelevare 16mila persone, a San Pietroburgo 3.200.

cms_27626/1.jpg

Com’è noto, il decreto di mobilitazione parziale comprende un paragrafo secretato, il numero 7, dove sarebbe menzionato il numero di riservisti da richiamare alle armi. Il ministro della Difesa ha parlato di 300mila uomini e il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov ha smentito ieri le notizie apparse su Novaya Gazeta che parlavano di un milione di persone.

Intanto a Mosca, almeno in linea teorica, vengono considerati possibili i negoziati con Kiev. La condizione, però, è la resa incondizionata dell’Ucraina. Ad affermarlo è Leonid Slutsky, presidente della commissione esteri della Duma e membro del team negoziale. In un’intervista con l’emittente Rossiya-24 citata dalla Tass, Slutsky spiega: "I negoziati possono svolgersi a condizione di una resa completa ed incondizionata. E i criteri sono ovvi. Denazificazione, smilitarizzazione, status non nucleare. Questi colloqui sono possibili, a livello puramente teorico, a partire da oggi".

cms_27626/2.jpeg

ECCO CHI NON SARA’ RECLUTATO

La Russia non chiamerà a combattere in Ucraina chi lavora, "con istruzione superiore", nei settori dell’high tech, della finanza e della comunicazione. Lo ha reso noto un comunicato del ministero della Difesa a precisazione del decreto firmato mercoledì da Vladimir Putin.

"Per assicurarci l’operatività di alcune industrie high tech, e del sistema finanziario della Federazione Russa - si legge in un comunicato - è stato deciso di non reclutare cittadini con alto livello di istruzione e di specializzazione che lavorano in organizzazioni accreditate operanti nel settore dell’informazione tecnologica" degli operatori di telecomunicazione, nel campo dell’informazione, dei media e "delle organizzazioni che garantiscono la stabilità del sistema dei pagamenti nazioni e delle infrastrutture del mercato finanziario".

Gli ordini di mobilitazione per andare a combattere in Ucraina sono inoltre arrivati ai dipendenti di almeno 5 compagnie aeree russe, compresa l’Aeroflot, e dieci aeroporti. Lo rivelano fonti del quotidiano Kommersant, rilanciate dal sito indipendente Meduza.

Secondo il giornale, molti piloti civili sono riservisti addestrati in passato nelle scuole di volo militari o che hanno servito nell’esercito. Fonti di tre delle tre compagnie ritengono che il’80-50% del personale potrebbe essere mobilitato. Una fonte dell’Aeroflot, ritiene che verrà richiamata più della metà del personale e che questo accadrà anche ad altre due compagnie del gruppo, Pobeda e Rossiya. Nessuna compagnia ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma Kommersant riferisce che i loro vertici stanno valutando la possibilità di chiedere esenzioni per il personale necessario a portare avanti le operazioni. Aeroflot sta già riunendo gruppi di lavoro per stilare le liste del personale essenziale.

Redazione Esteri

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram