SAGITTARIO

SAGITTARIO_CIELO_E_TERRA.jpg

Il nono segno sulla ruota dello Zodiaco è il Sagittario (♐︎) e si situa tra lo Scorpione e il Capricorno.

Si tratta di un segno mobile, in quanto chiude una stagione: in questo caso l’autunno. Il suo periodo di transizione, infatti, è compreso tra il 22 novembre e il 21 dicembre.

Come l’Ariete e il Leone, il Sagittario è un Segno di Fuoco, quindi ci troviamo di fronte ad una personalità che ha fatto del fervore il fulcro della propria esistenza, tanto in senso positivo (entusiasmo/coraggio), quanto in senso negativo (rabbia/prepotenza).

Dal punto di vista astronomico, la costellazione del Sagittario è allineata con la Via Lattea e con il suo centro. Le stelle principali sono Rukbat (“ginocchio dell’arciere”), Arkab (“tendine di Achille dell’arciere”), Alnasl (“la punta”) e tre stelle che compongono “l’arco”, Kaus Media, Kaus Australis e Kaus Borealis.

cms_32326/F1.jpg

Costellazione e glifo del Sagittario

Il Sagittario è, dunque, il segno che chiude la stagione autunnale. Parliamo del lasso di tempo che va da fine novembre al solstizio d’inverno, quando la natura è all’apice del suo periodo di “morte apparente”. Al freddo e al buio - che dominano questa stagione - la natura reagisce in due modi: con l’ibernazione e il letargo - riducendo al minimo le sue funzioni vitali - oppure con la migrazione.

Quest’ultima, legata al concetto di dinamismo, è una delle caratteristiche principali del Sagittario. Per questo Segno, infatti, il viaggio e il movimento sono elementi simbolici fondamentali. Ricordiamoci che è un segno di Fuoco e che, quindi, anche se intorno a lui tutto si ferma, ha ha ancora voglia di muoversi, di sperimentare, di dare libero sfogo alla propria energia. Anche con un pizzico di imprudenza, perché il Sagittario - mosso dal suo inestinguibile spirito di avventura - è il più audace tra tutti i Segni zodiacali.

I nati in Sagittario sono anche dotati di una grande creatività, che li spinge ad andare sempre oltre. Sono delle persone entusiaste, altruiste e aperte alle relazioni con il prossimo. Contrariamente agli altri segni di Fuoco, però, tende a nascondere il proprio malessere camuffandolo con l’ironia o ritirandosi in solitudine.

La sua intelligenza è viva, brulicante di pensieri. Questo è il lato “letargo” del Sagittario che, come la stagione che rappresenta, conserva al caldo il seme delle sue idee, fino a maturazione. I nati sotto questo Segno sono dei ricercatori e dei filosofi.

cms_32326/FOTO_2.jpg

Chirone e Asclepio

Sono tanti i miti legati al Sagittario: dal dio della guerra sumero Ninurta, al dio Pan della cultura greca pre-classica. Ma la figura che qui ci interessa è quella di Chirone, il centauro figlio di Crono e dell’oceanina Filira. Abbandonato da entrambi i genitori a causa della sua deformità - egli, infatti, è metà uomo e metà cavallo - Chirone “alle prese con la sua dicotomia personale tra bestia e divinità, decise di dedicare la propria esistenza ad essere migliore di coloro che lo avevano messo al mondo. (…) Trascorse gli anni della giovinezza in quello che potrebbe tranquillamente essere definito uno studio matto e disperatissimo dello scibile umano e divino. (…) Lo fece con l’ardore del desiderio di riscatto. (…) Ci riuscì talmente bene che divenne precettore di tutti i grandi eroi della mitologia”. (cit. “Astrologia karmica” di Francesca Spades).

Normalmente i Centauri erano degli esseri selvaggi, dominati da istinti bestiali ma Chirone era diverso, anzi speciale: esperto nelle arti, nelle scienze e in medicina, era considerato il più saggio e benevolo fra tutti i Centauri. Tra i suoi allievi spiccano Achille, Enea, Giasone, Patroclo, Dionisio e Asclepio. Quest’ultimo, in particolare, apprenderà da lui l’arte della medicina e anche il modo per resuscitare i morti. Geloso di un tale potere, Zeus fulminò Asclepio provocando l’ira di Apollo che, per vendicarsi, uccise tutti i Ciclopi (artefici delle saette di Zeus), trafiggendoli con la freccia che oggi è diventata la costellazione del Sagittario.

In Astrologia, Chirone è diventato l’esponente della nostra ferita esistenziale, della nostra personale oscillazione tra l’uomo e la bestia.

cms_32326/F3.jpg

L’asteroide Chirone

Ecco che il segno grafico del Sagittario (lett. "che lancia frecce") è la freccia puntata verso l’alto simbolo, ad un tempo, di slancio vitale e di evoluzione.

Il Centauro, che incarna il dualismo di questo segno - una parte umana e razionale e una animale istintiva e violenta - tiene tra le mani l’arco, le cui frecce rappresentano l’anelito dello spirito ad elevarsi al di sopra della Terra.

Difatti i nati sotto questo Segno non sopportando l’immobilità, tendono a crescere costantemente e a migliorarsi in ogni settore.

Sono anche tanto trasparenti nelle loro intenzioni quanto diretti nell’esprimere i pensieri, senza troppi giri di parole. Non c’è nulla di più pungente delle “frecciatine” di un Sagittario! Ma non lo fanno per cattiveria, sono così di natura, sinceri e trasparenti fino al parossismo.

Ed è proprio questa trasparenza che accomuna il Sagittario all’Archetipo dell’Innocente, ovvero alla parte più ingenua, pura, sensibile e vulnerabile di noi stessi.

cms_32326/FOTO_4.jpg

L’archetipo del Sagittario è l’Innocente

Il Sagittario va d’accordo con gli altri segni di Fuoco (Ariete e Leone), mentre è in totale opposizione con i Gemelli. Pur condividendo con questi ultimi la curiosità e la comunicabilità, il Sagittario è più divulgativo e pedagogico mentre i Gemelli sono più portati all’intrattenimento. Senza limiti il primo, il secondo li ama perché ci si sente al sicuro. Insieme possono imparare - dai loro opposti - il delicato equilibrio tra protezione e oppressione e tra abbandono e libertà.

Dal punto di vista fisico, il Sagittario corrisponde ai fianchi, alle cosce e alla zona sacrale, nonché al fegato.

Tra i personaggi famosi nati sotto questo Segno, ricordiamo: Orazio (8 dicembre 65 a.C.), l’imperatore Nerone (15 dicembre 37), Masaccio (21 dicembre 1401), Nostradamus (14 dicembre 1503), Ludwig van Beethoven (16 dicembre 1770), Italo Svevo (19 dicembre 1861), Vasilij Kandinskij (4 dicembre 1866), Joseph Stalin (18 dicembre 1878), papa Giovanni XXIII (25 novembre 1881), Walt Disney (5 dicembre 1901), Alberto Moravia (28 novembre 1907), Frank Sinatra (12 dicembre 1915), Charles M. Schulz (26 novembre 1922), Sai Baba (23 novembre 1926), Woody Allen (1 dicembre 1935), Tina Turner (26 novembre 1939), Jim Morrison (8 Dicembre 1943), Steven Spielberg (18 dicembre 1946), Brad Pitt (18 dicembre 1963), Ben Stiller (30 novembre 1965).

In sintesi:

Archetipo: innocente

Domicilio primario: Giove

Colore: viola, arancio, turchese, porpora

Metallo: stagno

Numero: 9

Giorno: giovedì

Simona HeArt

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram