SCONTRO DIRETTO BIDEN-PUTIN

L’incontro virtuale tra i due capi di Stato non sembra aver sciolto le tensioni

1638921279Copertina.jpg

Come era stato preannunciato con comunicati ufficiali, Biden e Putin si sono finalmente incontrati per discutere dell’annosa questione relativa all’Ucraina, che da tempo ormai attanaglia mezzo mondo. Non si è trattato di un tête-à-tête vero e proprio, bensì di una videoconferenza; ma tanto è bastato per tenere col fiato sospeso gli analisti internazionali, i diplomatici e gli stati tutti, in particolari quelli europei, palesemente schierati dalla parte del presidente Usa. “L’Ue risponderà in modo appropriato in caso di una nuova aggressione, di violazioni del diritto internazionale e di qualsiasi altra azione dolosa intrapresa contro di noi o i nostri vicini, inclusa l’Ucraina” ha infatti ribadito, poco prima del vertice diplomatico tra i due capi di stato, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

cms_24057/Foto_1.jpg

Ma andiamo ai dettagli della riunione, la quale si preannunciava particolarmente animata. Tali aspettative non sono state certamente disattese perché, dopo un’apertura quasi amichevole, i toni si sono subito fatti più tesi. Il primo ad esprimersi è stato Putin: "Le rivolgo il mio saluto, signor presidente". Biden ha risposto con apparente cordialità, quasi a voler distendere gli animi: "Felice di rivederti, l’ultima volta non ci siamo visti dal vivo al G20, spero che la prossima sarà di persona". Il Capo di Stato americano ha incentrato il proprio discorso su una richiesta tanto semplice (quanto) forse lontana dagli interessi russi: quella di un ritorno alla diplomazia, con necessaria de-escalation, tra Mosca e Kiev, scongiurando così l’invasione da tempo temuta. Biden ha ribadito quindi l’intenzione di difendere, unitamente agli alleati europei, la sovranità dello stato ucraino, minacciando “forti misure economiche e di altro genere in caso di escalation militare”.

A sua discolpa, Putin ha fatto riferimento alla “linea distruttiva di Kiev volta al completo smantellamento degli accordi di Minsk e degli accordi raggiunti nel cosiddetto formato Normandia” e dicendosi fortemente preoccupato “per le azioni provocatorie di Kiev contro il Donbass”. “La responsabilità dei conflitti - ha precisato - non dovrebbe essere addossata sulle spalle della Russia: poiché è la Nato che sta facendo pericolosi tentativi di conquistare il territorio ucraino e sta aumentando il suo potenziale militare ai nostri confini”.

cms_24057/Foto_2.jpg

Insomma, le tensioni sembrano tutt’altro che sciolte. Sul sito ufficiale del governo russo si leggono ulteriori dettagli in merito all’incontro: “Putin e Biden hanno convenuto d’incaricare i loro rappresentanti di impegnarsi in consultazioni sostanziali sulle questioni delicate affrontate nel corso della loro conversazione: ad esempio la richiesta di Putin di avere garanzie affidabili sullo stop all’espansione della Nato nell’Europa dell’Est, ed il dispiegamento di sistemi di armi offensive d’attacco negli stati adiacenti alla Russia”.

Massimo Montinari

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos