SERVIZI DIGITALI E INTRATTENIMENTO SOCIAL AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Dalla Puglia una nuova app per la spesa a domicilio e un’originale iniziativa per raccontarsi durante la quarantena

SERVIZI_DIGITALI_E_INTRATTENIMENTO_SOCIAL_AI_TEMPI_DEL_CORONAVIRUS_1584510330.jpg

In tempi difficili come quello che stiamo vivendo, la solidarietà e la professionalità al servizio dei cittadini scorrono anche (e soprattutto) sul web. Quest’ultimo, tanto demonizzato fino a una dozzina di giorni fa, si rivela oggi nostro fedele alleato affinché non si interrompa lo svolgimento delle attività quotidiane.

Uno dei principali problemi riscontrati durante la quarantena è legato all’acquisto degli approvvigionamenti alimentari. Recarsi a fare la spesa, infatti, può esporre soggetti anziani e immunodepressi ad un maggior rischio di contagio, dovuto alla sosta in ambienti chiusi e al contatto con gli altri; eventualità, queste, che annullerebbero rovinosamente i vantaggi dell’isolamento domiciliare in vigore sino a qualche istante prima. A tal proposito, lo staff di Aryma - agenzia multimediale specializzata nella produzione di tecnologie web, con sede a Bari - ha creato Condivision Smart App, un’applicazione per la consegna a domicilio (e non solo) di generi alimentari. L’idea è nata circa una settimana prima che tutta Italia fosse dichiarata “zona rossa” (quando i contagi erano ancora limitati al Nord Italia) dalla richiesta di una ditta di Reggio Emilia già affidatasi all’agenzia per la distribuzione di gastronomia precotta. “Una volta chiusi i punti di ristorazione a cui erano destinati i prodotti, l’azienda avrebbe rischiato la totale inattività. - spiega Michele Fazio, CEO di Aryma - A quel punto, abbiamo deciso di metterci alla prova, tentando di implementare la piattaforma. In soli cinque giorni abbiamo sviluppato un’app mobile che consentisse di effettuare ordinazioni sfruttando il servizio di consegna a domicilio o di ritiro in negozio ad orari prestabiliti. Con l’estendersi della zona rossa, abbiamo deciso di erogare il servizio a tutti i supermarket, ristoratori ed esercenti italiani in forma totalmente gratuita per il periodo di emergenza sanitaria, aderendo al progetto di solidarietà digitale AgID”.

cms_16612/2.jpg

Rilasciata venerdì 13 marzo, Condivision Smart App ha registrato solo nelle prime 24 ore una decina di ordini e più di 1.000 accessi. Gli sviluppatori si sono offerti di aiutare gli esercenti nel caricamento degli articoli disponibili, il passaggio che di fatto richiede maggior impiego di tempo. Tempo, però, ben speso se si considera l’enorme vantaggio tratto a tutela di dipendenti e clienti.

Una volta scaricata sul proprio smartphone, l’app appare intuitiva e di facile utilizzo. Basta selezionare i prodotti desiderati - con la possibilità di impostare un “filtro allergeni” - e cliccare sul “carrello”, in alto a destra. A quel punto si inseriscono i propri dati personali (nome, cognome, cellulare e mail) e, in caso di consegna a domicilio, l’indirizzo di ricezione (che può essere persino quello di un altro cliente: ciò vuol dire si può ordinare la spesa anche per conto di anziani e soggetti non autosufficienti). L’opzione alternativa, quella di “ritiro concordato”, consiste invece nel selezionare la data e la fascia oraria in cui verranno prelevati gli acquisti, questa volta direttamente in negozio. Si tratta di una modalità ancora in fase di sperimentazione, che potrebbe rivelarsi molto utile al fine di evitare gli assembramenti all’ingresso delle attività commerciali, potenziali occasioni di contagio. Al termine della sessione, infine, si può scegliere se pagare alla consegna o tramite PayPal.

cms_16612/3.jpg

La piattaforma fornisce informazioni su ciascun esercente registrato (una breve biografia, la localizzazione del punto vendita, l’indirizzomaildell’attività). Talvolta è possibile avviare una chiamata o una chat Whatsapp con il rivenditore, nonché attivare il navigatore per raggiungerlo agevolmente.

Collegandosi al link YouTube riportato di seguito è possibile visionare un breve filmato esplicativo, per comprendere più nel dettaglio il funzionamento dell’app:

https://www.youtube.com/watch?v=UaU8dQYkEGU&feature=youtu.be&fbclid=IwAR1pRaUcHy0_o2LeS1WlyPFWsBNg7J3Jmsw42FBmCx3oMQjRgWqeDcxBqv0.

cms_16612/4.jpg

Esaurite le necessità primarie, le lunghe giornate da trascorrere rinchiusi dentro le solite quattro mura possono favorire l’insorgere di sentimenti depressivi, di profonda solitudine, angoscia o noia. Al grido di “uniti anche se lontani”, la società di produzione Ismaele Film, in collaborazione con Telenorba, Rotary Club e Leaders Agency, ha lanciato l’originale iniziativa “Racconti di Quarantena” (#quarantinetales) per informare e al tempo stesso intrattenere i cittadini con scene caratteristiche della nuova “normalità” che ci appartiene. Ciascuno di noi può inviare un video rappresentativo della propria quarantena (con durata massima di 60 minuti e orientamento orizzontale) e inviarlo alla pagina Facebook/Instagram di Ismaele Film (@ismaelefilm), oppure all’indirizzo mail distribuzione@ismaelefilm.it. Il filmato, da registrare anche per mezzo del proprio smartphone, può ritrarre lo svolgimento di semplici attività quotidiane così come la presentazione di letture, poesie ed altri espedienti utili a scacciar via la monotonia. Insomma, l’importante è dare libero sfogo alla propria creatività per intrattenere e intrattenersi, nonché per fornire uno spunto di riflessione sull’esperienza “non convenzionale” che tutti noi stiamo vivendo. Si accettano contributi da ogni parte del mondo e in qualsiasi lingua.

Tutti i video verranno pubblicati sotto forma di micro-spot sui canali social di Ismaele Film. Alcuni di essi confluiranno in un documentario che sarà parte integrante di un approfondimento su Telenorba. Aderite numerosi: d’altronde, non capita tutti i giorni di poter partecipare ad un progetto tanto ambizioso direttamente dal soggiorno di casa!

Federica Marocchino

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App