SILENZIO TOMBALE

Una serata a Palazzo Chigi, nel pieno di una crisi di Governo

SILENZIO_TOMBALE_dal_nostro_inviato.jpg

Nulla di fatto, almeno per questa giornata. La tensione si percepisce nell’aria, lasciando nel limbo un popolo già distrutto dal covid. Bocche cucite, nessuno rilascia dichiarazioni e il nervosismo regna sovrano in primis nella maggioranza. Diversi scenari si fanno spazio, ma ancora nulla di certo. Per il momento, l’unica certezza sta nel ritiro delle due ministre di Italia Viva, mettendo il Paese davanti a un enorme punto interrogativo. Ovviamente, le elezioni sono da scongiurare, come ha ribadito il leader di Italia Viva, ma la destra cappeggiata da Salvini e Meloni spinge per un epilogo che porterebbe a nuove elezioni. La domanda a questo punto sorge spontanea: che cosa vuole realmente Matteo Renzi?

cms_20635/foto_1.jpg

In molti hanno descritto un possibile scenario con la Boschi come nuovo ministro, ma a quanto pare Conte non sembra essere d’accordo. A questo punto Renzi ha preferito staccare la spina non lasciando trapelare quali sono le sue reali intenzioni. Stessa metodologia usata per la conferenza stampa, dove tra citazioni in latino ed elogi al presidente Mattarella non è stato in grado di spiegare quale sia il suo piano per rilanciare l’Italia. Insomma, siamo nella più totale confusione, dimenticando il punto focale di tutta questa storia, i cittadini italiani. Infatti, alla gente che soffre per motivi economici e di salute, non interessano le liti politiche perché, come detto più volte, il momento è alquanto delicato.

Pertanto, nella serata trascorsa a Palazzo Chigi, abbiamo assistito ad un inusuale silenzio, dove nessun politico si è affacciato. Tra le varie indiscrezioni che circolano in queste ore, prende piede l’ipotesi della presenza di Conte nella giornata di lunedì alla Camera e, di martedì, al Senato. Questi saranno giorni cruciali per trovare i 16 voti mancanti al Senato, ma è una stampella troppo fragile per reggere al lungo. Il dilemma più grande sarà nel come investire i soldi del recovery fund, ma per fare questo servono numeri concreti per legittimare questo governo. Per chiudere una serata silenziosa, un gruppo di giovani non autorizzato ha proiettato sulle mura di Palazzo Chigi delle scritte inerenti al loro stato d’animo. Con questo si conclude una giornata priva di notizie, augurandoci che nei prossimi giorni tutto possa essere più chiaro.

(foto di Anita Pia Ancora: si ringrazia)

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos