SITI INTERNET E CONSENSO. TRA COOKIES E PRIVACY

Le Linee Guida del Garante della Privacy

1626655164SITI_INTERNET__E_CONSENSO.jpg

cms_22558/1v.jpgIn era di pandemia il pubblico degli internauti è cresciuto notevolmente.

L’accesso ai fornitori dei servizi della società dell’informazione nonché a tutti i soggetti che comunque offrono ai propri utenti servizi online accessibili attraverso reti di comunicazione elettronica ha rappresentato una consuetudine quotidiana per alcuni e per altri, come i lavoratori in smart working e gli studenti, una vera necessità.

Ormai tutti sanno che la navigazione nei siti web espone all’impatto con i cookies.

cms_22558/2v.jpgIn informatica, un cookie HTTP, o più semplicemente cookie (letteralmente “biscotto”), è un file di testo che viene memorizzato sul dispositivo dell’utente quando questo naviga su determinati siti web tramite l’utilizzo del proprio browser.

I cookies possono essere utilizzati per memorizzare alcune informazioni che l’utente ha precedentemente inserito nei campi di testo di un sito (ad esempio nome, indirizzo, password e/o i numeri delle carte di credito)
oltre che le ricerche fatte su internet durante le varie sessioni di navigazione degli utenti.

La quasi totalità dei siti fa impiego di cookies e/o di altri strumenti di tracciamento di dati personali. Garantire tutela alla privacy è, dunque, una priorità a causa del crescente insorgere di tracciatori particolarmente invasivi delle identità personali.

cms_22558/3v.jpgLe istituzioni di vigilanza e tutela hanno più volte evidenziato come il sistema sia affetto da criticità rilievo, specie a fini di enforcement. La normativa di riferimento è rappresentata dalle disposizioni della direttiva 2002/58/CE (c.d. direttiva ePrivacy) e successive modifiche, recepita nell’ordinamento nazionale all’art. 122 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice Privacy), dal Regolamento (UE) 2016/679, dalle Linee Guida del WP29 adottate il 10 aprile 2018, ratificate dal Comitato europeo per la Protezione dei dati personali il 25 maggio 2018 e sostituite, da ultimo, dalle Guidelines 05/2020 on consent under Regulation 2016/679 adottate il 4 maggio 2020.

Tuttavia, non esiste ancora, ad oggi, un sistema universalmente accettato di codifica semantica dei cookie e degli altri strumenti di tracciamento che consenta di distinguere oggettivamente, ad esempio, quelli tecnici dagli analytics o da quelli di profilazione, se non basandosi sulle indicazioni rese dal titolare stesso nella privacy policy.

Sia le istituzioni di vigilanza che l’utenza auspicano che si varino norme di carattere generale condivise perché nell’attuale mondo connesso online è orami necessaria una disciplina uniforme.

E’ oggi ineludibile e indifferibile una regolamentazione del consenso e nelle more il Garante della Privacy, tenendo conto degli esiti della consultazione pubblica promossa alla fine dello scorso anno, 10 giugno 2021 ha approvato le Linee guida cookie e altri strumenti di tracciamento -
(Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 163 del 9 luglio 2021).

cms_22558/4.jpg

L’intervento si è imposto al fine di individuare soluzioni di maggior tutela.

Afferma, infatti, l’Autority che l’importanza di avviare nelle sedi più opportune e tra tutti i soggetti interessati (accademia, industria, associazioni di categoria, decisori, stakeholder etc.) una riflessione circa la necessità dell’adozione di una codifica standardizzata relativa alla tipologia dei comandi, dei colori e delle funzioni da implementare all’interno dei siti web per conseguire la più ampia uniformità, a tutto vantaggio della trasparenza, della chiarezza e dunque anche della migliore conformità alle regole; tale esigenza, che sulla base dei contributi pervenuti nell’ambito della consultazione pubblica risulta essere unanimemente avvertita e condivisa, non ha tuttavia sin qui trovato delle proposte concrete idonee al conseguimento dello scopo.

Il meccanismo di acquisizione del consenso online – si legge nella nota – dovrà innanzitutto garantire che, per impostazione predefinita, al momento del primo accesso ad un sito web, nessun cookie, o altro strumento diverso da quelli tecnici, venga posizionato all’interno del dispositivo dell’utente, né venga utilizzata altra tecnica di tracciamento attiva (ad esempio, cookie di terze parti) o passiva (ad esempio, il fingerprinting).

cms_22558/5.jpg

Nel rispetto del Regolamento (UE) 2016/679, l’informativa agli utenti che accedono ad un sito internet dovrà indicare anche gli eventuali altri soggetti destinatari dei dati personali e i tempi di conservazione delle informazioni. E potrà essere resa anche su più canali e con diverse modalità (ad esempio, con pop up, video, interazioni vocali).

Il Garante raccomanda, in particolare, che icookie analytics, usati per valutare l’efficacia di un servizio, siano utilizzati solo a scopi statistici.

Queste, in sintesi, le principali disposizioni cui titolari dei siti, entro il termine di sei mesi, dovranno attenersi.

Maggiori dettagli al link :

https://www.garanteprivacy.it/documents/10160/0/LINEE+GUIDA+COOKIE+E+ALTRI+STRUMENTI+DI+TRACCIAMENTO+-+SCHEDA+DI+SINTESI.pdf/8d97e88f-2213-5e5f-97fe-805eaeb41af3?version=3.0

Francesco Leccese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos