SPOTIFY, CRESCE IL FATTURATO E LICENZIA IL 17% DEI SUOI DIPENDENTI

SPOTIFY,_CRESCE_IL_FATTURATO_E_LICENZIA_IL_17PERCENTO_DEI_SUOI_DIPENDENTI_Pagina_Internazionale__5.jpg

In una recente nota sul suo blog ufficiale, il colosso dello streaming musicale Spotify, ha annunciato che taglierà il 17% del suo personale, ovvero circa 1500 posti di lavoro nel tentativo di essere più efficiente a fronte di un rallentamento della crescita. Un taglio, ben più incisivo, che segue quelli già annunciati prima a gennaio (il 6% dei dipendenti) e poi a giugno (un altro 2%).

cms_32682/Daniel-Ek.jpg

Daniel Elk, Ceo di Spotify, nella nota rilasciata ha affermato: "Negli ultimi due anni, abbiamo posto un accento significativo sulla trasformazione di Spotify in un business davvero eccezionale e sostenibile, progettato per raggiungere il nostro obiettivo di diventare l’azienda audio leader a livello mondiale. Anche se abbiamo fatto passi da gigante, come ho detto molte volte, abbiamo ancora del lavoro da fare. La crescita economica ha rallentato drasticamente e il capitale è diventato più costoso. Spotify non fa eccezione a queste realtà. Spotify non fa eccezione a queste realtà. Per allineare Spotify ai nostri obiettivi futuri e assicurarci la dimensione giusta per le sfide che abbiamo davanti, ho preso la difficile decisione di ridurre di circa il 17% i dipendenti".

cms_32682/foto_1.jpg

Inoltre, Elk spiega che si è trattata di una decisione difficile ma di un passo cruciale per creare una più forte ed efficiente Spotify nel futuro. Questa decisione arriva dopo un terzo trimestre positivo per Spotify, con una crescita dei ricavi e degli abbonamenti premium superiore alle aspettative e un utile operativo di 32 milioni di euro. Elk ha assicurato che i dipendenti colpiti riceveranno un’indennità di licenziamento basata sull’anzianità e sui requisiti locali di preavviso, oltre a supporti come il pagamento delle ferie non utilizzate, il supporto all’immigrazione e la copertura sanitaria durante il periodo di licenziamento. Per il team rimanente, il Ceo ha espresso comprensione per la difficoltà della decisione e ha sottolineato l’importanza di adottare una struttura aziendale più snella. Questa mossa potrebbe quindi consentire a Spotify di investire i profitti in modo più strategico nel business, mantenendo però un approccio mirato per garantire delle entrate continue e la capacità di innovare.

cms_32682/foto_2.jpg

Infine, Elk ha concluso la nota, con uno sguardo al futuro dell’Azienza affermando: "Nei primi giorni di Spotify, il nostro successo è stato conquistato duramente: avevamo risorse limitate e dovevamo sfruttare al massimo ogni risorsa. La nostra ingegnosità e creatività erano ciò che ci distingueva, con il tempo, ci siamo allontanati troppo da questo principio fondamentale della risorsa. Oggi è un giorno difficile ma importante per l’azienda. Una riduzione di queste dimensioni renderà necessario cambiare il modo in cui lavoriamo e condivideremo molto di più su cosa ciò significherà nei giorni e nelle settimane a venire." Resta da vedere come questa decisione impatterà sul futuro della piattaforma e su come il team rimanente affronterà i rischi e le sfide che questo cambiamento comporterà.

Francesco Maria Tiberio

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram