STAGIONE TEATRALE 2021/2022

ALLA SALA UMBERTO DI ROMA

ALLA_SALA_UMBERTO_DI_ROMA.jpg

Aleggia una grande preoccupazione nella presentazione della Stagione 2021/22 della Sala Umberto di Roma.

Il Direttore Artistico Alessandro Longobardi ha dichiarato che è’ impossibile sostituire lo spettacolo dal vivo perché il Teatro trae la sua forza dalla condivisione catartica tra Attori e Pubblico.
In Europa alcuni Paesi hanno già riaperto le sale al 100% , in Italia sono ancora in attesa da molto tempo subendo gravi danni economici e psicologici.

COME POTRANNO SOSTENERSI IN FUTURO?

E’ IMPORTANTE TUTELARE IL TEATRO PRIVATO OLTRE A QUELLO PUBBLICO?

Cambierà qualcosa? Se non accadrà nulla, si lascerà un comparto già fragile a cui si aggiunge anche il Covid, avranno perso tutti!

Alessandro Manzoni avrebbe detto “Ai posteri l’ardua sentenza”!

26 spettacoli: alcuni sono quelli sospesi nel 2020 per il Covid come:
“L’UOMO, LA BESTIA E LA VIRTÙ di Luigi Pirandello (28 settembre-10 ottobre) con Giorgio Colangeli, Vincenzo De Michele, Valentina Perrella.Regia di Giancarlo Nicoletti.
TARTASSATI DALLE TASSE scritto e diretto da Eduardo Tartaglia (5-17 aprile 2022) con Biagio Izzo.
LA MACCHINA DELLA FELICITÀ RICREAZIONE (17-20 marzo 2022)Scritto da Flavio Insinna, Marco Perrone, Marco Presta, Franco Bertini e Fabio Toncelli.
Diretto da Flavio Insinna.

Con la partecipazione della sua Piccola Orchestra Live.

La Stagione apre il 21 settembre

Lcon Edoardo Sylos Labini in IL SISTEMA. Adattamento Teatrale di Angelo Crespi. Tratto dall’omonimo libro di Alessandro Sallusti e Luca Palamara.
Con Simone Guarany.

cms_23231/1.jpg

Palamara ha avuto il coraggio di raccontare tutto ciò che non è dato sapere! Cospirazione, tradimenti, sfide di potere che ci riportano un po’ al 44 a.C di Giulio Cesare.

Dal 19 al 21 ottobre

MANCA SOLO MOZART da un’Idea di Marco Simeoli che è anche interprete, tratto da una storia veraè scritto e diretto da Antonio Grosso dando vita ad un racconto che abbraccia le storie di chi ha frequentato “Musica Simeoli” il negozio di famiglia. Libero Bovio, Stravinsky che era di passaggio a Napoli ed entrò nel negozio, Salvatore Di Giacomo, Matilde Serao, Riccardo Muti ancora studente al Conservatorio, passando per Roberto Murolo e Renato Carosone fino ad Enzo Avitabile, Pino Daniele e tanti altri.

cms_23231/2_1632202435.jpg

Tutti i più grandi Artisti sono entrati lì! Tutti o quasi…”Manca solo Mozart”
Un viaggio che inizia dalla Bella Epoque alla Seconda Guerra Mondiale fino alla rinascita ed al boom economico degli anni ‘60.
Il negozio era in un posto strategico, di fronte al Tempio della Musica e nella strada della Musica.

Dal 22 al 24 ottobre

MURATORI di Edoardo Erba che affronta un tema molto attuale, la crisi dei Teatri sempre più sacrificati per fare spazio a mega supermercati. Con Massimo De Matteo, Francesco Procopio e Angela De Matteo.Regia di Peppe Miale.

cms_23231/3.jpg

Messa in scena per la prima volta in lingua napoletana
Un CULT portato in scena più volte da Paolo Triestino e Nicola Pistoia.
Due muratori. lavorano alacremente, sacrificando uno spazio teatrale per farne il retro di un supermercato. I due impegnano tutte le loro forze per finire prima che spunti l’alba. Il Teatro è un luogo magico e scatena nei due muratori una voragine di emozioni.L’incontro con un’enigmatica signorina Giulia metterà scompiglio sia nel loro destino che in quello del Teatro.

Dal 26 ottobre al 28 novembre

cms_23231/4.jpg

FIESTA scritta da Roberto Biondi, Fabio Canino e Paolo Lanfredini. Con Antonio Fiore,Diego Longobardi, Sandro Stefanini, Simone Veltroni e
Regia di Piero Di Blasio

Dall’ 11 al 23 gennaio 2022

cms_23231/6.jpg

NON CI RESTA CHE RIDERE con Maria Bolignano, Francesco Procopio, Enzo Casertano, Giuseppe Cantore. Scritto e diretto da Antonio Grosso.
Un famoso trio comico degli anni ‘90 dopo essersi divisi, si ritrovano ad una Reunion, invitati dal più grande impresario teatrale italiano che vuole rimetterli insieme per il debutto al Gran Teatro di Roma. Dopo varie indecisioni ritorneranno in scena.

Una Commedia scoppiettante con un Cast straordinario

Dal 25 gennaio al 6 febbraio

cms_23231/7.jpg

IL CASO TANDOY scritto e diretto da Michele Guardì.Con Giuseppe Manfridi e Gianluca Guidi.Lo spettacolo tratta con originalità temi attualissimi come la giustizia e le invasioni da parte delle testate scandalistiche, pronte a scolpire i nomi dei colpevoli prima ancora dei Magistrati.

Dall’8 al 20 febbraio

cms_23231/8.jpg

FIORI D’ACCIAIO di Robert Harling. Con Tosca D’Aquino, Rocìo Muñoz Morales, Emanuela Muni, Emy Bergamo, Martina Di Fonte, Giulia Weber.
Regia di Michela Andreozzi e Massimiliano Vado.
Produzione Francesco Bellomo per Corte Arcana Isola Trovata.

Dall’8 al 13 marzo

cms_23231/9.jpg

COPPIA APERTA QUASI SPALANCATA di Dario Fo e Franca Rame.
con Chiara Francini e Alessandro Federico. Regia di Alessandro Tedeschi.Lo spettacolo debutta non a caso l’8 marzo, festa della donna e non solo. Un testo sul concetto di monogamia spesso riferito solo al ruolo femminile.
E’ una favola tragicomica che racconta cosa vuol dire stare in coppia!

Per gli altri spettacoli consultare: www.salaumberto.com oppure Facebook, Twitter, Instagram o YouTube

Elisabetta Ruffolo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos