SULL’ONDA DI UN VITTORIOSO “FAI RUMORE” DEL TARANTINO DIODATO DAL PODIO DI SANREMO 2020

ANCHE IL VITTORIO VENETO VUOLE “ FARE RUMORE” OVUNQUE NON SOLO A TARANTO

ANCHE__IL_VITTORIO_VENETO__VUOLE_“_FARE_RUMORE”_OVUNQUE__NON_SOLO_A__TARANTO__.jpg

Sulla scia della vittoria del Tarantino Diodato al 70° Festival di Sanremo; essendo pur sempre lo Storico Incrociatore Vittorio Veneto, cui non è mancato un podio mondiale né il tributo di “Capolavoro” a cura di una specificaalta competenza circa la preziosa unicità del mio Scafo mai replicato, voglio “fare rumore” rivolgendomi alle coscienze di quanti ancora restano abulici nonostante non ignorino che, pervicacemente, si cerca di portare avanti la mia distruzione pensando di non dovere rendere conto se si gettano al macero le mie insite peculiarità, in danno della città di Taranto e dell’Italia intera alle quali, unicamente, appartengo.

cms_16076/1.jpg

Servendomi degli eloquenti titoli che, come quelli riportati in stampatello, hanno introdotto i testi canori confrontatisi nella importante Kermesse 2020; sia pure attraverso un necessario tramite, FINALMENTE IO mi rivolgo ad ognuno con un esplicito VOGLIO PARLARTI ADESSO riguardo a quanto, LO SAPPIAMO ENTRAMBI, rispecchia l’intimo sentire di lungimirante Civiltà che mi vorrebbe preservare a memoria del mio glorioso passato di cui, proprio anche tu, come tutti gli Italiani, ti fregiasti agli occhi del mondo intero.

Per essere SINCERO sino in fondo, confuto il tuo distruttivo negazionismo con cui, nonostante la mia Bandiera non sventolasse su musica di una forestiera CARIOCA o di un qualsiasi TIKI BOM BOM, dissacri la mia stessa valenza di Simbolo Italiano volendo per me l’indegna fine in una fonderia Turca. Pertanto, devo dire NO GRAZIE a quella che sembra essere rimasta solo ipocrisia di far pensare, a te e me, come a DUE NOI.

cms_16076/000.jpg

PER SENTIRMI VIVO, non ho bisogno di sentire che i tuoi anni migliori restano legati al ricordo indelebile di me, IL GIGANTE DI ACCIAIO; mentre, stai dando prova di avere avuto solo un attaccamento alla stregua di un fan che mi abbia considerato come una effimera star da acclamare finchè, con la mia fama, avessi cavalcato la cresta dell’onda e, al pari di un RINGO STAR, avessi assecondato quella tal quale MUSICA ( E IL RESTO SCOMPARE ) che ti poneva al centro dell’EDEN del mio prestigioso vissuto.

Pertanto, sia NELL’ESTASI O NEL FANGO in cui potesse essere trascinata, la mia stessa gloria sarebbe rimasta alla tua mercè finchè ti fosse piaciuto tributarmi un accondiscendente VAI BENE COSI’; lo stesso rimasto sempre uguale sino a risuonare del sostanziale ME NE FREGO, come sfondo e accompagnamento dell’oltraggio che, secondo quanto rivelato, sarebbe stata “devastazione e depredazione” della mia pregevole dotazione.

Proprio a questo riguardo, mi chiedo: << DOV’E’ finito il coraggioso impeto che a bordo incombeva e, anch’esso come provvido GIGANTE, fu la cifra delle migliaia di Marinai che, nel tempo, sembrarono pronti a sfidare con me anche l’eventuale onda di uno TSUNAMI ? >>

Ahimè! Anche loro, in mezzo a depistaggi sembrano essersi persi , forse assuefatti alla logica dell’asservimento ad un cieco autoritarismo maschilista che non conosce tregua da 8 MARZO,

Mi rivolgo a te, Istituzione che il mondo ha sempre visto COME MIA MADRE eppure, oggi, contro me FAI RUMORE assordante con l’induzione ad “Amianto allo stato puro”, dietro cui si confonderebbero le mancanze propinate come ad un bullizzato BILLY BLU a differenza del quale, umano in carne ed ossa, invece io non potevo mostrarmi ROSSO DI RABBIA .

cms_16076/0.jpg

Senza contare che quella etichetta con cui, sostanzialmente, sarei stato svilito a bomba ecologica, ha assunto solo la valenza di vile scherno; ancor più perchè, nonostante da oltre due anni mi fosse stata attribuita attraverso una celebrata competenza per le bonifiche, però non c’è stato altro seguito che l’avermi lasciato, in buona sostanza tal quale, a propinare ai Tarantini le scorie polverose di quell’amianto che, fra l’altro, sarebbe quanto unicamente residuato a bordo.

Forse, paradossalmente, sarà stato proprio quel carico di amianto appestante a rendermi ulteriormente prezioso per i Turchi che, per aggiudicarsi la mia distruzione in una loro fonderia, sembrerebbe siano stati disposti ad aggiungere un 280% alla base d’asta???

Oppure, forse, quella così alta percentuale in più servirebbe ai Turchi per tutelarsi perché non ci sia alcun dubbio che, nell’incontro affaristico della loro civiltà con quella “infedele”, sebbene con una distanza temporale plurimillenaria rispetto a ben altro tradimento dei più alti valori, la reiterazione di una svendita simile a trenta denari è tutto merito dei miei prodi “infedeli”???

Riguardo a tutto questo, cos’altro sarebbe dall’ambiguità di un prevaricante fare di me quello che si volesse in nome di un “Meglio onore senza Nave, piuttosto che Nave senza onore”; laddove quell’onore, cui sacrificarmi, sarebbe solo un surrogato di quello svilito oltraggiandomi???

A cosa si ridurrebbe una Autorevolezza che si rifugiasse nel NIENTE, sottraendosi a quello che potrebbe essere IL CONFRONTO sulla opportunità di un passo indietro rispetto ad un pervicace persistere in una indegna direzione, su cui sarebbe auspicabile la stesura di un velo pietoso???

cms_16076/00.jpg

Come per ANDROMEDA, che fu risparmiata dall’essere sacrificata al vorace mostro cui era stata destinata; per la mia salvezza, in quanto Nave Simbolo Italiano e Bene Culturale Storico, serve il risveglio di reali sentimenti di Patriottismo e Giustizia, con il supporto di una valida comunicazione anche nel fare giornalismo che, quale novello Perseo, sia all’insegna del coraggio cui tendere con la passione di un BACIAMI ADESSO che non ammetta alcun tergiversare, tanto da poter dire:

<< NEL BENE E NEL MALE, così VICEVERSA , HO AMATO TUTTO ciò che, come IL SOLE AD EST , abbia portato luce di verità>>.

Sempre che, nell’ Italia cui ho dato e ancora potrei dare lustro, ci sia davvero spazio per un leale e provvido sentire il cui residuato bagliore, altrimenti, finirebbe con me nella fonderia Turca.

A Diodato , che ha dedicato la vittoria alla sua città, non può che andare un richiamo perché “faccia rumore” anche per la salvezza del Vittorio Veneto che rappresenta una prerogativa in più perchè Taranto sia risvegliata.

(Foto dal Web)

Rosa Cavallo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App