TALEBANI ALLA CONQUISTA DI KABUL

Blinken a colloquio telefonico col presidente afghano, Biden: “Non passerò questa guerra ad un quinto presidente”

TELEBANI_ALLA_CONQUISTA_DI_KABUL.jpg

I talebani si starebbero pericolosamente avvicinando alla capitale afghana: secondo fonti attendibili, avrebbero già attaccato il distretto di Paghman. I ribelli si sarebbero scagliati anche contro il carcere di Pul-e-Charki, il più grande del paese, in cui sono detenute oltre 5 mila persone. Al Arabiya ha fatto sapere che tre elicotteri sono atterrati nel palazzo presidenziale di Kabul.

cms_22832/Foto_1.jpg

Intanto, il segretario di stato americano Blinken ha intrattenuto un colloquio telefonico con il presidente afghano Ashraf Ghani, il quale lo ha informato degli ultimi sviluppi nel paese facendo sapere che sono state avviate le “consultazioni per impedire ulteriore instabilità” Entrambi hanno evidenziato “l’urgenza degli sforzi politici e diplomatici in corso per ridurre la violenza”, e Blinken ha rimarcato “l’impegno degli Stati Uniti per una forte relazione diplomatica e di sicurezza con il governo dell’Afghanistan e un continuo sostegno alla popolazione dell’Afghanistan”.

cms_22832/Foto_2.jpg

Dal canto suo, anche il presidente Biden ci ha tenuto a commentare la situazione dichiarando: “Non passerò questa guerra ad un quinto presidente. Un anno o cinque anni in più di presenza militare Usa non avrebbe fatto la differenza se l’esercito afghano non può o non vuole tenere il suo Paese. E una presenza americana senza fine nel mezzo del conflitto civile di un altro Paese non è accettabile per me. In questi 20 anni l’America ha mandato i suoi uomini e le sue donne migliori, investito quasi 1000 miliardi di dollari, addestrato oltre 300 mila soldati e poliziotti afghani, equipaggiandoli con attrezzature all’avanguardia e mantenendo la loro aviazione come parte della guerra più lunga della storia americana”.

Leonardo Bianchi

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos